Tafani e pic nic, un binomio impossibile

Tiziana Morganti
  • Dott. Storia Moderna
20/09/2022

Scacchi, righe, zebrati e quadri. Per tenere lontani questi fastidiosi ospiti indesiderati durante una giornata all’aperto basta scegliere la giusta fantasia della tovaglia o della coperta.

tafani

Nel mese di settembre, pur continuando il bel tempo, le temperature si fanno mano a mano più vivibili. Questo vuol dire che, rispetto alla calura di agosto, si è invogliati a passare più tempo possibile all’aperto. Il senso, infatti, è di godere fino alla fine delle belle giornate a disposizione senza rischiare un’insolazione o svenimenti. Tutto, dunque, si traduce in una frequentazione assidua di parchi e spiagge, organizzando, magari, dei pic nic con amici o famiglia durante il fine settimana.

A questi appuntamenti, però, non è raro che si presentino degli ospiti indesiderati che non erano stati invitati. Si tratta dei così detti tafani, fastidiosi insetti in grado di rovinare anche la giornata migliore ed organizzata nei minimi dettagli. A renderli così poco graditi, in particolare, è il ronzio fastidioso e le punture che possono essere veramente dolorose.

Come difendersi, dunque, dal loro arrivo e, soprattutto, indurli ad andarsene lasciandoci alle nostre attività all’aperto? Il segreto è racchiuso tutto nella tovaglia o nella coperta che decidiamo di stendere sul prato per poi sederci. Anzi, per essere più specifici, nella sua fantasia. Alcuni studiosi, infatti, osservando il comportamento in natura dei tafani, hanno scoperto come questi tendano a posarsi frequentemente sui cavalli ma non sulle zebre.

Una scelta che dovrebbe dipendere dalla “fantasia” del manto. La vista di questi insetti, infatti, entrerebbe in confusioni di fronte ai motivi geometrici, tra cui righe e quadri, proposti nella variante bianca e nera. Questi disegni, infatti, creano nei tafani ed anche nelle mosche una sorta di illusione ottica a causa della quale non riescono a controllare bene la velocità del volo e ad atterrare. Per escluderli dai nostri pic nic, dunque, non bisogna ricorrere a delle soluzioni estreme ma basta munirsi di un mezzo per dissuaderli ad allontanarsi e cercare un’altra compagnia un po’ più in la.