Risparmio energetico: ecco l’orario migliore per accendere la lavastoviglie

Massimiliano Grimaldi
  • Direttore responsabile
28/07/2022

Il prezzo dell’energia è aumentato e di conseguenza anche le bollette sono diventate salatissime. Ci sono dei trucchi, però, per abbassare i consumi tutelando non solo il portafoglio ma anche l’ambiente.

errori-non-fare-quando-si-pulisce-lavastoviglie-4

Il caro energia è all’ordine del giorno e sta ricadendo in maniera importante sui costi in bolletta. Oggi in ogni famiglia gli elettrodomestici sono indispensabili, ed è per questo che è diventato importante risparmiare, cercando di tagliare i costi. Per fare questo ci sono alcuni trucchi interessanti da poter attuare. Prendiamo in considerazione la lavastoviglie, che come elettrodomestico arriva a consumare fino a 2,5 kW/h di energia, oltre al consumo dell’acqua necessaria per lavare le stoviglie.

Essendo un elettrodomestico ormai utilissimo per tutte le famiglie, bisogna trovare delle soluzioni alternative per continuare ad usufruirne senza trovare brutte sorprese in bolletta. Il trucco principale è quello di far partire la lavastoviglie in determinati orari. Questo è possibile andando a vedere il contratto di fornitura, per capire quali sono le fasce orarie più economiche.

In caso di tariffa bioraria, il prezzo da pagare sarà maggiore durante la settimana (dalle ore 8:00 alle ore 19:00), per poi diminuire nel weekend e nei giorni festivi. In caso di tariffa monoraria, invece, il costo dell’energia resta uguale senza variazioni per fasce orarie.

Gli altri trucchi da attuare, al di là del contratto di fornitura sono:

  • Effettuare sempre cicli brevi, così da abbattere i consumi sia di energia che di acqua.
  • Evitate sempre il prelavaggio, magari sgrassando i piatti con l’acqua corrente, prima di inserirli nella lavastoviglie.
  • Azionare la lavastoviglie sempre a pieno carico.
  • Non attivate il programma di asciugatura, questa cosa fa risparmiare fino al 45% di energia.