Pannelli fotovoltaici, nei comuni è caos per i nuovi allacciamenti

L’installazione degli impianti nelle case subisce forti rallentamenti nei comuni da nord a sud del Paese. Complice, una situazione di stallo relativa al PAESC, Piano di azione per l’energia sostenibile e il clima.

Impianti, Fotovoltaici
impianto fotovoltaico di nuova costruzione

L’enorme potenziale offerto dagli impianti fotovoltaici rappresenta una tematica che continua a tenere banco tra le file delle amministrazioni locali. Queste ultime sono alle prese con il via libera all’installazione di nuovi pannelli sugli edifici ristrutturati o in via di ristrutturazione.

Pur riconoscendo i meriti di una politica sempre pronta a nuove aperture, strategie e soluzioni, le difficoltà degli ultimi giorni, da una parte all’altra dell’Italia sono sotto gli occhi di tutti. La problematica delle ultime settimane riguarderebbe l’enorme caos creatosi in seguito all’inasprirsi del dibattito sul surriscaldamento globale.

In molti Comuni, i Consigli comunali si trovano a gestire non pochi rallentamenti e difficoltà.

Il problema reale sembrerebbe, specie nelle ultime settimane, interamente a carico dei Comuni. Nella stragrande maggioranza dei casi, quanto dibattuto in fase di Consiglio non sposerebbe mai adeguatamente le varie realtà urbane, soprattutto in tema di installazione di nuovi fotovoltaici per le case.

Ad aggravare la situazione, un importante rallentamento burocratico, che costringerebbe tutti, persino gli addetti ai lavori, a continui passi indietro e stop alle autorizzazioni.