Moka del caffè, con il bicarbonato si pulisce in modo efficace

Dopo aver eseguito vari lavaggi, la moka del caffè necessita di essere pulita più a fondo, facendo fede all’efficacia dei rimedi naturali. Questi la renderanno come nuova, una volta capito come si fa. Il bicarbonato è ad esempio l’ingrediente segreto che insieme all’acqua permette di eseguire una profonda detersione.

Moka

Esistono pareri discordanti. Eppure, la moka del caffè non andrebbe mai lavata con il detersivo comune, perché considerato troppo aggressivo per le parti metalliche che la compongono. In ogni caso, l’efficacia dei rimedi antichi non si smentisce mai. Al fine di eseguire correttamente una profonda detersione della macchinetta del caffè, è bene inserire all’interno della caldaia acqua e un cucchiaino di bicarbonato.

Quest’ultimo va messo anche all’interno del filtro, avendo cura di richiudere la moka per bene e di metterla sul fuoco. In poco tempo, il bicarbonato di sodio presente all’interno della caffettiera agirà insieme all’acqua come disincrostante naturale e andrà ad eliminare efficacemente ogni traccia di sporco.

Dopo aver ultimato correttamente l’operazione, sarà opportuno verificare se i forellini presenti sul filtro risultano ancora otturati. In questo caso, con l’aiuto di un ago o di uno spillo, si andranno a rimuovere i residui di caffè eventualmente ivi presenti.

Caffè a vuoto, il passaggio fondamentale prima di riutilizzare la moka.

Prima di riutilizzare la moka, è bene preparare due o tre volte del caffè a vuoto. Se la macchinetta risulta ancora ostruita dai residui di polvere di caffè, si ripete l’operazione del bicarbonato, aggiungendo alla miscela utilizzata anche un cucchiaino di aceto bianco.

Questo servirà a disincrostare con maggiore efficacia le parti metalliche della moka che risultano sporche, anche dopo averle lavate sotto acqua corrente.