Le vespe allontanarle con un cetriolo

Tiziana Morganti
  • Dott. Storia Moderna
21/09/2022

Ciò che è gradevole per noi spesso può risultare sgradevole per gli insetti che ci circondano. Per questo motivo uno degli ortaggi più usati durante il periodo estivo sulle tavole, diventa un vero e proprio repellente naturale per le vespe. Vediamo come usarlo.

Vespa

Se c’è un insetto che mette subito agitazione, insieme all’ape, è sicuramente la vespa. La sua presenza durante un pranzo od una cena all’aperto genera scompiglio e un generale fuggi fuggi. A creare tanto terrore è ovviamente la presenza del suo pungiglione e la possibilità che una puntura possa generare degli effetti collaterali poco piacevoli. Nonostante questo, però, sarebbe opportuno evitare di ucciderle, visto che ogni insetto è assolutamente utile all’ecosistema.

Detto tutto questo, però, la questione rimane solamente una: è possibile allontanarle senza eliminarle fisicamente? La risposta è positiva e vede l’utilizzo di un alimento che, soprattutto durante il periodo estivo, è presente sulle tavole italiane. Stiamo parlando niente meno che del cetriolo. Ma come mai questo ortaggio funziona in modo così efficace come repellente? Tutto si deve al suo odore. Nonostante per noi il cetriolo abbia un profumo quasi impercettibile ed un sapore fresco, per le vespe è assolutamente il contrario, visto che lo percepiscono in modo acido e pungente.

Basterà la sua presenza, dunque, per far credere a questi insetti che nei paraggi non è presente nessun tipo di cibo sano. Per ottenere il risultato desiderato, ossia un pranzo senza ospiti indesiderati, dunque, basterà tagliare il cetriolo in fette sottili da posizionare in diverse parti del giardino o della terrazza, magari in contenitori di alluminio. Questo materiale, infatti, amplifica notevolmente l’odore sgradevole per le vespe, convincendole ad andare altrove.