Le abitudini alimentari che piacciono alle zanzare

Tiziana Morganti
  • Dott. Storia Moderna
01/10/2022

Birra, caffè e proteine. Ecco i tre alimenti il cui consumo potrebbero renderci dei piatti prelibati per questi insetti, pronti a rovinare le ultime serate all’aperto.

birra

Il caldo opprimente dell’estate sembra essere passato, anche se le temperature non sono certo crollate. Questo vuol dire che le zanzare sono ancora degli ospiti indesiderati delle ultime cene trascorse all’aperto. Per questo motivo e, soprattutto, per affrontarle nel migliore dei modi durante la prossima stagione estiva è bene conoscere un particolare non molto noto. Sembrerebbe, infatti, che le zanzare siano attratte da ciò che mangiamo. Una notizia che piegherebbe il motivo per cui alcune persone sono più bersagliati di altri dalle loro punture.

Questo vuol dire, dunque, che è fondamentale scoprire i piatti da evitare per cercare di non diventare il pasto preferito di questi insetti. Iniziamo da una bibita che per molti potrebbe rappresentare una rinuncia importante. Si tratta della birra che, soprattutto per gli esperti e gli appassionati del genere, è preziosa quanto una bottiglia di vino.

Nonostante questo, però, ben due studi hanno dimostrato che il consumo di questa bevanda, oltre che di alcol in genere, aumenta le possibilità di essere punti dalle zanzare. Questa, infatti, stimola la produzioni di sostanza volatili e aumenta anche la temperatura corporea. Un aspetto che risuona come una sorta di sveglia per le zanzare.

Anche il caffè sembra essere un piacere proibito se si vogliono evitare punture fastidiose. Ancora non è chiaro quale meccanismo attiri effettivamente gli insetti, anche se l’aroma potrebbe essere il fattore scatenante. Un fatto certo, però è che anche il caffè produce un aumento della temperatura corporea che, come abbiamo già evidenziato, attira l’attenzione delle zanzare attraverso il sudore.

Ultima causa, poi, sarebbe la dieta chetogenica. Per i meno esperti si tratta di un regime alimentare in cui vengono eliminati del tutto i carboidrati in favore del consumo di proteine. Tutto questo, però, porta alla formazione degli acetoni che, a quanto pare, sono particolarmente apprezzati dalle zanzare. A questo punto, dunque, è bene fare molta attenzione a quello che mettiamo in tavola.