Gelsomino invernale, fiori bellissimi con le giuste cure

Pur essendo per natura resistente alle temperature più rigide dell’anno, richiede un’attenzione particolare anche in primavera. Proteggendolo dagli sbalzi di temperatura e facendo in modo di evitare gli attacchi parassitari, il gelsomino fiorisce anche con il freddo.

Gelsomino

Quante volte si è sentito parlare del gelsomino invernale? Tante, se solo si considera la volontà e la determinazione con le quali gli appassionati di giardinaggio si prendono cura della pianta tutto l’anno.

Secondo il parere degli esperti, ad esempio, una lunga e ciclica fioritura dipende delle attenzioni riservate alla pianta durante tutte e quattro le stagioni. Ce n’è, tuttavia, una che il gelsomino teme di più: la primavera. Da marzo a giugno, con il progressivo aumento della temperatura, la pianta risulta particolarmente soggetta agli attacchi parassitari.

Sconfiggere gli insetti per preservare il gelsomino.

Qual è, quindi, la strategia migliore da adottare per curare un gelsomino e per vederlo fiorire rigogliosamente anche durante l’inverno? Sicuramente quella di garantirgli le giuste cure in primavera, dove la presenza di parassiti è sicuramente maggiore rispetto a quanto avvenga in altri momenti dell’anno.

Curandolo con olio di neem, sapone di Marsiglia e olio bianco, da applicare sulle foglie ad intervalli regolari, il gelsomino invernale prospererà e sarà rigoglioso e forte, straordinariamente ricco di fiori, anche quando fuori le temperature saranno molto basse.