Dimmi cosa mangi e ti dirò quanto inquini

Autore:
04/12/2022

Alla giornata mondiale dell’alimentazione il focus 2022 verteva su una campagna di sensibilizzazione sul miglioramento di nutrizione, ambiente e vita.

Healthy food high in protein
Alimenti sani per una corretta alimentazione

L’alimentazione è intrinseca con l’impatto ambientale, spesso però non abbiamo nemmeno idea di quanto possa inquinare l’ambiente ciò che scegliamo di mangiare.

Ogni anno lo spreco ammonta a 1,3 tonnellate di cibo, che finisce inevitabilmente per essere buttato via, comportando problemi relativi al suo smaltimento e conseguente inquinamento ambientale.

Per questo motivo si è deciso di dedicare una giornata mondiale che, a livello globale, cercasse di sensibilizzare più persone possibili sul problema di una corretta alimentazione. Tenutasi come ogni anno ad ottobre, puntava l’attenzione su una solidarietà globale, con uno slogan chiaro “non lasciare nessun indietro”.

La sensibilizzazione mira ad un mondo sostenibile con giusto accesso al cibo e all’acqua per tutti. La produzione alimentare è responsabile di un quarto delle emissioni mondiali di  gas serra.

Gli stabilimenti industriali, assieme agli allevamenti intensivi e ad altre aziende produttrici di prodotti alimentari, ad oggi, sono responsabili di circa il 26% delle emissioni globali di gas serra (GHG).

Ci sono quattro elementi chiave da considerare quando si cerca di quantificare le emissioni di GHG alimentari e sono:

  • il bestiame e la pesca, che rappresentano il 31% delle emissioni
  • la produzione agricola, che rappresenta il 27% delle emissioni
  • l’uso del suolo, che rappresenta il 24% delle emissioni
  • le catene di approvvigionamento, che rappresentano il 18% delle emissioni

L’ 83% delle emissioni di gas a effetto serra, stando alle stime, è dovuto alle aziende alimentari che producono e confezionano latticini, carne e  uova,