Come innaffiare le nostre piante durante le vacanze

Tiziana Morganti
  • Dott. Storia Moderna
16/08/2022

Stoffa e bottiglie sono i due oggetti di uso comune utile per permettere alle piante di casa di sopravvivere alla nostra assenza.

Piante, Appartamento

Ognuno attende con particolare ansia quel momento dell’anno in cui, preparando valige e salendo in macchina, ci si allontana dalla quotidianità per il meritato riposo. Ovviamente stiamo parlando delle vacanze che, però, possono presentare un problema per le preziose piante di casa.

La questione sul tavolo, infatti, è trovare il giusto metodo d’irrigazione per non dover affrontare al proprio ritorno il desolante spettacolo di fiori appassiti e piante morte.

Come far sopravvivere, dunque, le piante che abbelliscono le nostre case e danno un tocco di armonia alle nostre vite? Se non si ha la possibilità di affidare l’innaffiatura ad una persona di fiducia, esiste una soluzione da portare a termine con due semplici oggetti presenti in casa.

Gli elementi di cui munirsi sono delle bottiglie e alcune strisce di stoffa. Basta porre le prime al di sopra della pianta e bagnare le strisce ritagliate. Dopo di che un’estrema va posta all’interno della bottiglia e l’altro interrato. Cosi facendo l’acqua passerà dalla bottiglia alla pianta. Ed il gioco è fatto.

Come ultimo consiglio, si suggerisce di radunare tutte le piante insieme, vicine le une alle altre. In questo modo si va creando un microclima vegetale in cui l’umidità garantisce una certa sopravvivenza.