Come conservare rosmarino ed erbe aromatiche intatte

Tiziana Morganti
  • Dott. Storia Moderna
09/09/2022

Il congelamento è una tecnica che permette di portare sulle tavole italiane il sapore e i profumi intensi delle erbe che arricchiscono gran parte dei nostri piatti anche in inverno. In particolare consideriamo due tecniche facili e veloci.

rosmarino

L’estate è un momento magico per quanto riguarda i sapori ed i profumi. Grazie alle temperature più calde e all’esposizione solare, infatti, è possibile godere del piacere di alcuni alimenti come il rosmarino ed altre erbe aromatiche. Queste, infatti, oltre ad inondare la cucina con i loro odori naturali, sono delle alleate essenziali per la preparazioni di piatti gustosi.

Non è un caso, infatti, che basta l’aggiunta di una foglia di basilico, per nobilitare un semplice piatto di spaghetti al sugo. Un incanto, però, che scompare con il sopraggiungere dell’autunno e il presentarsi dell’inverno.

Nonostante le temperature stagionali siano poco amichevoli, sappiate che è possibile godere di uno sprazzo d’estate anche nei mesi più freddi. Almeno sulla tavola. Un trucco semplice, in realtà, possibile grazie al congelamento. In questo modo, infatti, la fragranza ed il sapore di queste erbe aromatiche si mantiene praticamente intatti.

Ma vediamo come procedere. Il primo passo consiste nel lavare bene le foglie, staccarle dal gambo e poi metterle su di un vassoio in freezer. Una volta raggiunto il congelamento, poi, si consiglia di conservarle in un contenitore dove è bene apporre sempre la data d’inizio.

Un’altra tecnica altrettanto valida e particolarmente gustosa., vede l’intervento delle vaschette per il giacchio. In questo caso si consiglia di riporre le erbe desiderate all’interno dei diversi stampi con un bel po’ di olio extravergine. Una volta congelati, poi, si suggerisce di togliere i cubetti ottenuti e di conservarli all’interno di un recipiente. In questo modo si avrà sempre a portata di mano un gustoso condimento da utilizzare a piacimento.