Climatizzatori: due accorgimenti per ridurre il consumo di energia del 50%

Massimiliano Grimaldi
  • Direttore responsabile
12/07/2022

Il caldo asfissiante di queste settimane costringe praticamente tutti a dover ricorrere ai climatizzatori. L’utilizzo smisurato comporta un consumo eccessivo di energia elettrica, con l’arrivo di bollette salatissime.

climatizzatori-di-design-12

Il caldo attanaglia tutta Italia ormai da oltre due mesi, costringendo tutti a ricorrere al climatizzatore con largo anticipo rispetto al solito. L’aumento dei prezzi dell’energia elettrica e l’utilizzo smodato di questo elettrodomestico ha avuto come conseguenza una serie di bollette salatissime. 

Ci sono alcuni trucchi che consentono di tenere sotto controllo i consumi, mantenendo allo stesso tempo fresca la casa. A dircelo è l’ENEA (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) che ha stimato un taglio fino al 50% del consumo di energia.

La prima cosa da fare è quella di settare il termostato del climatizzatore tra i 25° e i 26° C e di chiudere le persiane quando non si è in casa. Un’altra soluzione molto utile è quella di schermare le finestre e i balconi esposti a Sud e ad Est. Con queste due semplici azioni è possibile avere un risparmio importante di energia, con conseguente abbattimento dei costi in bolletta.

L’ultima soluzione da poter attuare è quella relativa alla sostituzione del vecchio climatizzatore con uno di nuova generazione, che consentirà  un importante risparmio energetico che si tramuterà in un risparmio anche in bolletta.