Cambiamenti climatici, per abbattere le emissioni occorrono politiche rifiuti zero

Una ricerca della Global Alliance for Incinerator Alternatives conferma che l’abbattimento delle emissioni passa attraverso la messa in campo di politiche speciali e ad hoc, la maggior parte delle quali apprezzate come “rifiuti zero”.

troppo-gas-serra-atmosfera

Nell’ambito delle politiche attuate per il contenimento e l’abbattimento delle emissioni di gas serra e metano, sono tanti gli istituiti di ricerca e gli esperti al lavoro per monitorare la problematica e studiare, ogni giorno, soluzioni ed alternative volte a risolvere definitivamente la questione inquinamento. Tra le ricerche ultimamente effettuate, è degna di nota quella della GAIA (acronimo di Global Alliance for Incinerator Alternatives), secondo cui l’attuazione di politiche rifiuti zero rappresenta un viatico interessante per limitare le emissioni in modo significativo.

Per il futuro pochi investimenti, ma nuove politiche di gestione

Secondo il parere degli esperti, il futuro non appare così tanto roseo, soprattutto per le grandi città, che sono maggiormente votate ad assorbire negativamente il nodo inquinamento e i suoi terribili effetti. La strada migliore da percorrere sarebbe quella di prendere in considerazione sì investimenti atti a migliorare quanto di buono si sta già facendo, ma di mettere in campo politiche mirate, che diano risposte concrete all’urgenza immediata di abbattimento generale dei gas serra. Anche in questo caso, partirebbe tutto dai rifiuti. Migliorare la raccolta differenziata, incentivare un diverso conferimento e smaltimento dei rifiuti, così come ottimizzare l’esercizio di compostaggio porterebbe, nel breve e nel lungo periodo, a sperimentare un futuro sicuramente meno influenzato negativamente dalle emissioni dannose per l’ambiente.