Asciugacapelli acceso: trucchi e consigli per risparmiare energia

Patrizia D'amora
  • Dott. in Giornalismo e Cultura editoriale
19/10/2022

Quanto consuma un asciugacapelli acceso? È possibile risparmiare energia senza rinunciare alla piega? Ecco trucchi e consigli per alleggerire la bolletta mentre usi il phon.

Asciugacapelli
Asciugacapelli alla massima potenza

L’asciugacapelli è un elettrodomestico indispensabile, ma purtroppo è abbastanza energivoro. Certo, non ai livelli del forno o della lavatrice, ma un phon accesso e alla massima potenza può arrivare a sfiorare i 2,4 kWh.

Il consumo di energia varia in base al tempo di utilizzo, alla potenza del getto d’aria calda e alla temperatura scelta. Considerando tutti questi fattori ecco alcuni preziosi consigli, che ti aiuteranno ad alleggerire la bolletta della luce senza dover rinunciare alla piega!

  • Con un asciugamano di spugna tampona bene la chioma dopo lo shampoo, in modo da eliminare l’eccesso d’acqua per ridurre i tempi di asciugatura;
  • utilizza la potenza massima del getto solo per i primi minuti di asciugatura. Poi, diminuisci la potenza e la temperatura quando la chioma inizierà a essere più asciutta. Questo non solo servirà a impattare meno sui consumi energetici, ma eviterà anche di indebolire i capelli per l’eccessivo shock termico;
  • non utilizzare il phon quando sono in funzione altri elettrodomestici energivori, come la lavatrice, il forno o il ferro da stiro;
  • per ridurre i tempi di asciugatura utilizza il phon in un ambiente asciutto, e non in bagno dopo aver fatto la doccia! L’umidità accumulata nell’ambiente, infatti, non solo allunga i tempi di asciugatura, ma rende difficile persino ottenere una piega perfetta;
  • considera l’acquisto di un asciugacapelli nuovo, appartenente a una classe energetica elevata. I modelli Eco consentono di abbinare alte prestazioni a un dispendio energetico limitato.