Zecche, ecco perché tra poco le troveremo tutto l’anno

Il cambiamento climatico che sta interessando tutto il mondo ha cambiato anche le abitudini degli animali. Infatti, ormai le zecche proliferano tutto l’anno e non solo dalla primavera fino all’autunno, con tutti i rischi connessi. 

Zecche

Ormai con il cambiamento climatico che incombe in tutto il mondo, anche tanti animali stagionali mutano le loro abitudini. Tra questi c’è un insetto pericoloso per la salute degli altri animali e allo stesso tempo anche dell’uomo. Stiamo parlando della zecca che prima proliferava in primavera fino alla fine dell’autunno, ma adesso inizia a prolungare la sua presenza sulla scena.

Il caldo che continua anche alla fine dell’estate, porta questi insetti pericolosi a spuntare fuori, andando ad attaccare uomini e animali. Le zecche sono un pericolo per la salute umana, anche perché un loro morso potrebbe trasmettere la malattia di Lyme. Si tratta di una condizione batterica della cute, interessando anche il sistema nervoso e gli organi interni di animali e persone.

Visto che il cambiamento climatico non è sicuramente un fenomeno a breve termine, l’ipotesi è che il caldo diventerà una costante anche nei mesi invernali, consentendo a questi parassiti di vivere a lungo, entrando di fatto nella nostra quotidianità.