Trasloco in corso: come mi organizzo con i vestiti?

Come organizzarsi con i vestiti quando si è in procinto di traslocare? Consigli e strategie per impacchettare efficacemente gli abiti, come organizzarsi, dove mettere le scarpe e come suddividere gli indumenti senza perderli tra i vari scatoloni.

come-organizzare-trasloco-vestiti (4)

Capita a tutti di avere a che fare con un trasloco almeno una volta nella vita. Cambiare casa può rivelarsi entusiasmante, ma inscatolare gli oggetti che possediamo, e che si sono accumulati nel corso del tempo, lo è sicuramente di meno.

Tra questi, i vestiti rappresentano il momento più stressante di un trasloco: come organizzare gli abiti, in maniera tale da non ritrovarli sgualciti una volta terminato il trasloco? E come fare a non perderli di vista nel caos generale dei vari scatoloni?

Esistono delle strategie mirate, che possono aiutarti a fare ordine e a non perdere di vista i tuoi vestiti preferiti, fino al momento in cui dovrai disfare gli scatoloni nella tua nuova casa. Se vuoi organizzare un trasloco senza stress, ecco 5 regole d’oro per organizzare vestiti, scarpe e accessori senza lasciarsi sommergere dagli scatoloni.


Leggi anche: Trasloco: 10 consigli utili per traslocare senza stress

come-organizzare-trasloco-vestiti (1)

1. Decluttering dell’armadio

Il trasloco può rivelarsi una grande occasione per disfarsi degli abiti che hai conservato da tempo nel tuo armadio ma che non indossi più o che non ti stanno più bene. Pensaci: che senso ha portarli nella tua nuova casa, se sai già che non li indosserai?

Il decluttering in questa fase è necessario per due motivi: da un lato ti aiuterà a fare ordine nell’armadio, dall’altro ti sgraverà il compito di doverlo fare in seguito, dopo aver trasportato degli scatoloni pesanti in giro per la città.

Quindi, la prima cosa da fare sarà quella di svuotare tutto l’armadio (compresi i cassetti della biancheria) e di scegliere gli indumenti che porterai con te, dividendoli da quelli di cui puoi fare a meno.

Sei affezionata ai tuoi vecchi capi e per te separartene è fonte di disagio? Regalali a chi ne ha bisogno: dona i capi che non indossi più, a patto che siano ancora in buono stato. Dai l’addio anche a tutti quei capi che non potrai portare con te, perché magari ti trasferisci in un posto dove il clima non ti consente di poterli indossare.


Potrebbe interessarti: Arredare con piante: foto, idee e consigli

Invece, getta via quelli che sono in pessime condizioni o che sono totalmente irrecuperabili: stai per iniziare una nuova avventura in un nuovo posto, e il trasloco è il momento per dire addio anche agli abiti del passato.

arredare-camera-letto-4×4-cabina-armadio-4

2. Dividi gli abiti in base alla stagione e alla tipologia

Ora che hai una panoramica globale sugli abiti del tuo armadio, è il momento di dividerli in base alla stagione. Suddividi i capi in base alla tipologia (capispalla, pantaloni, magliette, ecc…) e piega tutti gli indumenti che non indossi nella stagione in corso: questi andranno riposti ordinatamente negli scatoloni; invece, quelli che indossi attualmente, dovranno seguirti fino all’ultimo giorno nella tua vecchia casa.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Gli indumenti più voluminosi, come i maglioni o i piumini, andranno chiusi in buste sigillate e messi sottovuoto: così facendo diminuirai il volume delle scatole e avrai la possibilità di aggiungere più cose al loro interno.

Se il trasloco dovesse avvenire a cavallo tra due stagioni e non riesci a fare una selezione certa degli abiti di cui hai bisogno, tieni da parte solo quello che sai per certo indosserai: individua un capo (ma che sia uno!) spendibile anche per questo momento di transizione, e tienilo da parte fino al momento della partenza.

trasloco-02

3. Dove metto i vestiti di cui ho bisogno?

Riponi tutti gli indumenti di cui hai bisogno nelle valigie e nei borsoni, come se dovessi partire per un lungo viaggio. Si, sarà difficile tenere tutto in ordine, ma si tratta solo di un breve periodo che ti aiuterà a non affannarti, quando invece arriverà davvero il momento di fare le valigie.

Anche in questo caso i capi andranno suddivisi per tipologia: utilizza un set di valigie, per dividere gli indumenti in base alla loro utilità. I capi più ingombranti e voluminosi, come giubbotti e giacche, puoi lasciarli appesi a una gruccia su uno stand momentaneo, che smonterai all’ultimo minuto prima di partire. In questo modo non si sgualciranno ma saranno già pronti per essere ripiegati, quando sarai davvero sicura di partire.

Consiglio: se la tua nuova casa è raggiungibile in macchina in poco tempo, puoi anche evitare di ripiegare giacche, cappotti o abiti da sera. Investi in un porta abiti in tessuto, per proteggerli durante il trasporto. Se si tratta di un trasferimento veloce, potrai lasciarli appesi alla gruccia riponendoli in macchina durante il tragitto.

Valigie

4. Come organizzare gli scatoloni

Quello che nessuno ti dice è che il trasloco non è solo traumatico dal punto di vista psicologico, ma è anche uno sforzo fisico importante, specialmente quando si fa tutto da soli, senza l’aiuto di una ditta specializzata.

Generalmente siamo portati a pensare che utilizzando scatoloni molto grandi, potremmo facilmente riporre tutto all’interno, così da trasportare meno scatole. Il problema è che le scatole molto ingombranti non solo sono difficili da trasportare, ma hanno un peso notevolmente maggiore.

Per organizzare un trasloco efficace e senza stress, la tua parola d’ordine sarà “organizzazione”: utilizza scatole più piccole, facilmente trasportabili, e riponi tutti i capi suddividendoli per tipologia. Non importa se dovrai utilizzare qualche scatola in più! La tua schiena ti ringrazierà quando sarà tutto finito.

Un trucco per riporre quanti più indumenti possibile è quello di arrotolare i capi su se stessi, riponendoli in verticale nella scatola, in maniera tale da occupare tutto lo spazio possibile. Inoltre, arrotolando i capi, eviterai che si sgualciscano troppo a trasloco terminato.

Quando la scatola sarà totalmente piena, sigillala con il nastro adesivo per imballaggio. Con un pennarello indelebile annota in cima e su un lato del box ciò che è contenuto al suo interno: in questo modo riuscirai a individuare subito il contenuto, senza dover aprire la scatola per capire cosa c’è al suo interno.

trasloco-01

5. Traslocare scarpe e accessori

Per evitare di sporcare gli abiti o di rovinarli con accessori appuntiti, separa le scarpe dai vestiti e utilizza una scatola più piccola per le cinture e i bijoux.

Per le scarpe disfati delle confezioni originali e riponi ogni paio in delle buste chiuse, inserendo all’interno fogli di giornale accartocciati che manterranno la forma delle tue calzature durante il trasporto.

Ogni paio dovrà essere separato da quello superiore, utilizzando un foglio di giornale aperto: dovrai creare diversi strati, fino a quando la scatola non sarà completamente piena. Inizia dalle calzature più ingombranti e riempi gli spazi con le scarpe meno voluminose.

Per le calzature di cui hai bisogno e che utilizzi durante questa fase di transizione, utilizza un portascarpe da viaggio: basterà richiuderlo al momento della partenza, per portarlo con te insieme alle valigie.

come-tenere-in-ordine-scarpe (27)

Organizzare i vestiti in vista del trasloco: immagini e foto

Organizzare il trasloco dei vestiti significa anche riorganizzare un pezzo della propria vita: non è mai facile, ma con i consigli giusti può trasformarsi in un’occasione per mettere ordine nel proprio armadio e cominciare, finalmente, una nuova vita. In questa galleria di immagini troverai tutti i passaggi da fare, riepilogati passo dopo passo.

 

 

Patrizia D'amora
  • Laurea in Giornalismo e Cultura editoriale
  • Autore specializzato in Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.