Indivia belga: proprietà e benefici

L’indivia belga appartiene alla famiglia delle Asteracee, e nonostante il suo nome denoti una provenienza nordeuropea ormai viene coltivata anche in Italia ed è possibile portarla in tavola, consumandola cruda, come una semplice insalata o cotta, meglio se ripassata croccante in padella. L’indivia belga è una verdura dalle molteplici proprietà benefiche e come suggerisce la medicina tradizionale cinese, il suo consumo regolare si rivela un ottimo rimedio naturale per problemi di varia natura legati agli organi interni e aiuta l’organismo a disintossicarsi.

Indivia-belga

Indivia belga: origini del nome e coltivazione

Verdura del benessere, si presenta in natura di forma allungata, con le foglie carnose e sottili racchiuse in un delicato cespo dalla forma affusolata. Il colore tipico dell’indivia va dal bianco brillante del cuore, fino al verde delle punte, con quel sapore leggermente amaro che la rende diversa dalle altre verdure, il cui retrogusto, molto somiglia al radicchio o alla scarola.

Originaria del Belgio, come suggerisce il nome stesso, è ormai coltivata in molte zone del pianeta e, in particolare in Italia, predilige le coltivazioni a ridosso del bacino del Mediterraneo, grazie al clima fresco e mite e la vicinanza al mare che agevola e rinforza la crescita delle piante. L’indivia Belga, è nota al pubblico gastronomico anche con il nome di “cicoria di Bruxelles”, e prende il nome di questa città dove, nel XIX secolo, avvenne in maniera del tutto casuale la sua scoperta.


Leggi anche: Indivia belga – Cichorium endivia

La tradizione tramandata di voce in voce, vuole che fu grazie ad un contadino che per distrazione lasciò alcune radici di indivia in una fredda cantina e, nonostante le basse temperature, iniziarono a germogliare con foglie nuove dal colore bianco niveo. Studiata e perfezionata da un botanico del luogo, venne ben presto coltivata e commercializzata, ritrovandola tutt’oggi come la portiamo sulle nostre tavole.

Perfetta da consumare a crudo, condita come una semplice insalata, può anche essere consumata cotta, rapidamente ripassata in padella per non perdere le sue importanti sostanze nutritive.

Indivia-belga

Indivia belga: proprietà e benefici

Perfetta da consumare nei mesi invernali data la sua massima raccolta, l’indivia belga si può comunque trovare sul banco di frutta e verdura per tutto l’anno. Ortaggio prezioso, ricco di acqua, fino a contenerne circa il 90%, fa di questo alimento un ottimo alleato della corretta diuresi.

Grazie alle sue pochissime calorie, ne contiene appena 15 per 100 grammi, è l’ideale per chi segue una dieta dimagrante o un regime alimentare restrittivo imposto in seguito e problemi di diversa natura. E’ un’importante fonte di fibre, oltre a racchiudere nelle sue foglie un alto contenuto di fosforo, calcio, ferro e potassio. Ricca in vitamine di diverso tipo, l’indivia belga è una preziosa fonte di vitamina A, molte delle vitamine del gruppo B e un buon livello di vitamina C.

Il suo consumo è suggerito per chi soffre di stitichezza, dato l’alto contenuto di acqua e fibre e anche per chi soffre della sindrome del colon irritabile, oltre a conclamati stati di meteorismo. I principali benefici contenuti nelle foglie di indivia, contribuiscono ad alleviare irritazioni intestinali di varia natura e provenienza. Ricchissima di acido folico, il suo consumo è consigliabile durante la gravidanza, oltre ad apportare notevoli benefici all’apparato cardiovascolare.


Potrebbe interessarti: Indivia gratinata

Preziosa fonte di antiossidanti, svolge infine un’azione importante e mirata contro l’invecchiamento cellulare e tramite la presenza di inulina, traducibile come fibra solubile, naturalmente presente nelle foglie, favorisce non solo la digestione, migliora la diuresi e aiuta a regolare il transito intestinale.

indivia4

L’indivia belga a tavola

Da consumare come una semplice e gustosa insalata, condita con olio Evo e sale oppure saltata in padella o cucinata al vapore, l’indivia belga si rivela il contorno perfetto per un pasto sano e salutare all’insegna del benessere. Nonostante la sua forma originale, lunga e affusolata la sua pulizia è facile e semplice. Le sue foglie molto compatte, favoriscono una pulizia molto efficace evitandone la rottura.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Con l’aiuto di un coltello ben affilato basta incidere la parte inferiore per eliminare il torsolo centrale. Iniziate ad eliminare le foglie esterne, staccatele delicatamente. Lavatele con cura sotto acqua corrente fredda evitando di romperle.

Potete consumarla a crudo come insalata, ed è perfetta non solo come contorno, ma anche come sfizioso antipasto. All’insalata, abbinata a freschi finocchi e carote, ben si sposa con cipolle e semi di diverso tipo. Se gradite un contorno più importante, potete ripassarla in padella o ancor meglio gustata alla griglia in abbinamento ad altre verdure per accompagnare un ricco secondo di carne o pesce.

Indivia-belga

Proprietà e benefici dell’indivia belga: foto e immagini

Raffaella Gambardella
  • Laureata in Lingue Straniere per la Comunicazione Internazionale
  • Docente di Lingua Spagnola
  • Autore specializzato in Ricette, Cucina, Fotografia
Suggerisci una modifica