Fibre alimentari azioni

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche

Le fibre alimentari sono sostanze preziose e utili per il benessere dell’organismo e pertanto devono essere introdotte nell’alimentazione di tutti i giorni attraverso cereali integrali, verdura e frutta secondo la dose consigliata dalla FASEB.

fibre solubili-fruttaTipi di fibre alimentari
Le fibre contenute in proporzioni diverse negli alimenti vegetali vengono classificate in insolubili, in grado di assorbire acqua, e solubili, maggiormente fermentabili.

Fibre solubili
Le fibre solubili che si sciolgono a contatto dei liquidi formando un gel contengono:
pectina contenuta in quantità variabile in tutti i tipi di frutta, nelle carote, nei legumi e nelle patate;
– galattomannani nei legumi;
gomme presenti nell’avena e nei legumi.

fibre insolubili-legumiFibre insolubili
Le fibre insolubili che assorbono acqua, si dividono in cellulosa, emicellulosa e lignina.
Si presentano come filamenti presenti all’interno dei vegetali e costituiscono la buccia della frutta, l’involucro esterno dei cereali (crusca) la cuticola dei legumi. La lignina è presenta anche nella frutta come pere, fragole, pesche e prugne.

Azioni delle fibre
Depurative
e lassative
Le fibre introdotte con l’alimentazione hanno depurano l’organismo e svolgono un’efficace azione lassativa. Hanno la capacità di accelerare il transito intestinale, combattono la stipsi (stitichezza) e riducono la permanenza nel lume intestinale non solo del cibo ma anche le sostanze dannose all’organismo che si liberano con la fermentazione degli alimenti come tossine, acidi biliari, e scorie. Nei casi di  blanda o ostinata stitichezza queste sostanze di rifiuto causano con il tempo seri disturbi alle pareti intestinali con conseguenti infiammazioni a volte anche molto gravi.

Per ottimizzare l’effetto depurativo delle fibre solubili è importante bere almeno 2 litri di acqua al giorno per non incorrere nell’effetto opposto e acccentuare in tal modo la stitichezza.

Azione anti-colesterolo
Le fibre grazie alla loro azione lassativa riescono ad eliminare anche il colesterolo contenuto nei cibi riducendo il tal modo l’assorbimento ematico e il rischio di malattie cardiovascolari.

Azione anti – diabete

Le fibre limitano l’assorbimento dei carboidrati che causano un innalzamento della glicemia e quindi sono particolarmente utili per prevenire il diabete, nei soggetti diabetici per contrastare l’ulteriore rialzo degli zuccheri nel sangue e nelle diete per la riduzione del peso.

Azione detox o disintossicante
Grazie all’azione disintossicante delle fibre alimentari l’organismo si libera di sostanze tossiche (anche cancerogene) a grande beneficio della pelle che  acquista maggiore elasticità e luminosità.

Dose consigliata

La dose di fibra alimentare giornaliera consigliata dalla FASEB per una persona adulta è compresa fra i 20 – 35 g al giorno.

Controindicazioni da superdosaggio di fibre.
Il consumo eccessivo al di sopra della dose consigliata comporta una riduzione di ferro e calcio incorrendo in tal modo in lievi forme di anemia, disturbi della funzionalità nervosa, predisposizione all’osteoporosi e gonfiore addominale

Calorie o Apporto calorico delle fibre
Le fibre nonostante siano costituite da catene complesse di monosaccaridi (zuccheri semplici) il loro apporto calorico è pari a zero quindi non fanno
ingrassare anzi sono utilisssime per moderare le quantità di cibo assunte e quindi le calorie. Quando giungono nello stomaco formano una massa voluminosa che genera un senso di completa sazietà.