Cetriolo: alleato della bellezza

Il cetriolo è tra i più famosi ortaggi presenti in natura le cui proprietà nutrizionali, altamente depurative, fanno si che il suo consumo costante contribuisca ad alleviare stati infiammatori di diversa entità, oltre ad essere uno tra i più validi alleati della bellezza. Utile in caso di cellulite e ipertensione, il cetriolo non va solo mangiato. Il suo potere astringente, infatti, lo eleva ad uno dei rimedi principali per ottenere una pelle depurata e luminosa.

Cetriolo

Il cetriolo, il cui nome scientifico è Cucumis sativus, è il frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, ovvero lo stesso ceppo a cui afferiscono anche le zucchine, la zucca e l’anguria. Pare che le sue origini vengano collocate dagli storici botanici, nelle fredde regioni dell’Himalaya ed era famoso nell’antichità, come tutt’oggi per i suoi preziosi principi nutritivi.

E’ ricco di minerali come calcio, fosforo, zolfo e potassio oltre a racchiudere nella sua polpa fresca e turgida alte percentuali di sodio e ferro, iodio. Contiene anche una buona disponibilità di vitamine del gruppo B, C, E, K e una buona dose di acido tartarico.


Leggi anche: Cetriolo proprietà e calorie

Il suo compito principale è quello di depurare, grazie al suo alto contenuto di acqua, ne contiene infatti oltre il 96% e se consumato con regolarità, aiuta l’eliminazione di scorie e tossine, contrastando ritenzione idrica e cellulite. Grazie all’alto contenuto di acqua, promuove la corretta funzionalità dei reni, e per disporre al meglio dei suoi benefici si suggerisce il suo consumo a crudo.

cetrioli-usi-benefici

Cetriolo: alleato della salute e della bellezza

Il consumo costante del cetriolo, soprattutto se gustato a crudo, si rivela un ottimo rimedio per contrastare le impurità della pelle favorendone luminosità e bellezza e garantendo l’eliminazione delle tossine, oltre che una pulizia profonda dei pori ostruiti.

Data l’alta percentuale di acido tartarico in esso contenuto, si rivela un ottimo anti age, perchè in grado di stimolare notevolmente la produzione di collagene, un’importante proteina che supporta il ricambio cellulare, mantenendo la pelle elastica e morbida, prevenendo così la comparsa di rughe e segni visibili di invecchiamento cutaneo.

Tra i tanti benefici che apporta il consumo regolare di cetriolo, c’è senza dubbio la sua funzione stimolante per l’intestino: favorisce la motilità intestinale e garantisce regolarità a lungo termine.

Il suo consumo eccessivo può avere un leggero effetto lassativo, pertanto si raccomanda l’uso equilibrato soprattutto se abbinato ad una dieta già ricca di fibre. La presenza di flavonoidi apporta all’organismo una valida protezione in caso di infiammazioni di varia natura ed entità, aiuta a contrastare l’invecchiamento delle cellule cerebrali ed è un valido supporto per la memoria.


Potrebbe interessarti: Gres porcellanato: come sapere se è di qualità

Cetriolo

Cetriolo: benefici

Il cetriolo non si fa apprezzare e gustare facilmente da tutti, il suo retrogusto amaro e pungente non è gradito da tutti i palati, ma i suoi benefici in compenso sono davvero notevoli. In particolare è capace di apportare un mix vitaminico importante per il corretto funzionamento del nostro organismo e oltre ad agire dall’interno, con il suo consumo costante, è un valido alleato della bellezza ed è noto per il potere astringente e depurativo che ha sulla pelle, in particolare quella più grassa.

Gli impacchi di cetriolo, in particolare sul viso, garantiscono una depurazione profonda capace di purificare e restringere i pori dilatati e compromessi da residui come smog, fumo o fattori ambientali che possono compromettere la luminosità di un incarnato sano.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Chi soffre di problemi legati al fegato, ai reni o all’apparato digerente può contare sul contributo valido di quest’ortaggio e delle sue grandi potenzialità, molto utile per chi soffre di diabete, perchè grazie alla presenza di elementi preziosi, può contrastare e ridurre l’assorbimento degli zuccheri oltre ad essere dotato naturalmente di un indice glicemico molto basso.

Il cetriolo, grazie alla sua delicatezza, può essere consumato senza grossi problemi anche per chi solitamente soffre di reflusso gastroesofageo, anzi, i principi in esso contenuti aiutano ad attenuare l’azione corrosiva dei succhi gastrici, regolando il pH dello stomaco ed evitando fastidiosi bruciori.

Cetriolo

Il cetriolo in cucina

Il cetriolo è un ortaggio che si può trovare tutto l’anno nei banchi dei supermercati o dal fruttivendolo di fiducia. Il periodo di massimo consumo va solitamente da marzo a settembre e se ne possono trovare in natura di diverse varietà e tipologie, che si differenziano tra loro per forma e colore. Quando si acquistano i cetrioli è sempre bene verificarne la loro consistenza che al tatto deve essere soda e compatta, turgido al punto giusto e con le estremità resistenti.

Essendo un frutto molto delicato, tende indubbiamente a maturare in fretta, in particolare nei mesi estivi e per quanto appaia resistente, è sempre bene riporlo con cura in frigorifero per evitare segni ed ammaccature che potrebbero compromettere la bontà della polpa.

Il miglior consumo del cetriolo è senza dubbio a crudo, da assaporare a fette anche a colazione, o all’insalata. Il cetriolo ben si abbina anche a salse light o ad un buon yogurt magro o greco, in fette o grattugiato o ridotto in polpa, per godere a pieno del buono e del bello di questo ortaggio così prezioso e dalle mille proprietà curative.

Il cetriolo è l’ideale per la preparazione di acque detox, da gustare non solo d’estate ma tutto l’anno. Solitamente il cetriolo, in abbinamento con le fette di limone, della menta fresca e un rametto di rosmarino si rivela una delle bevande più note e gustose, capaci non solo di dissetare dopo pochi sorsi, ma di contribuire all’apporto di nutrienti importanti e garantire freschezza e benessere in pochissimo tempo.

Cetriolo

Cetriolo: alleato della bellezza foto e immagini

Raffaella Gambardella
  • Laureata in Lingue Straniere per la Comunicazione Internazionale
  • Docente di Lingua Spagnola
  • Autore specializzato in Ricette, Cucina, Fotografia
Suggerisci una modifica