Barbecue a carbone: cosa sapere prima di sceglierlo


Una bella grigliata in giardino o sul terrazzo è una bella occasione per ritrovarsi con gli amici e la famiglia. Ma quale barbecue scegliere?Tutto quello che c’è da sapere prima di acquistare un barbecue a carbone.

Barbecue_giardino


Con l’arrivo della bella stagione, le occasioni per una bella grigliata con gli amici o con la famiglia, in giardino, sul terrazzo o sul balcone di casa si moltiplicano. Il barbecue oltre che un modo per cucinare i nostri cibi dal sapore più intenso e con più gusto, rappresenta anche un momento di convivialità molto apprezzato. Ma qual è il barbecue da scegliere?  Cosa bisogna sapere prima di acquistarlo?

Ne esistono di varie tipologie, a seconda anche di come vengono alimentati, del prezzo, della grandezza.


Come è fatto un barbecue?

Un barbecue può essere realizzato in ferro, in acciaio, con rivestimenti in ceramica o in ghisa. È dotato di una griglia per cuocere i cibi. La differenza tra i vati tipi di barbecue in commercio, oltre che per il materiale in cui sono fatti, per gli accessori di cui sono forniti, è anche nel tipo di combustibile utilizzato per la cottura dei cibi.


Leggi anche: Grigliata di carne

barbecue_carne

L’importanza della griglia

La prima cosa da valutare quando dobbiamo scegliere il barbecue, per orientarsi nella vasta gamma di scelte possibili, è l’utilizzo che faremo della nostra griglia. Ad esempio, la scelta sarà di natura diversa se utilizzeremo il barbecue occasionalmente, oppure se lo accenderemo con grande frequenza, o infine avremo bisogno di una griglia di tipo professionale per un’attività di ristorazione.

Tipologie di barbecue

Sul mercato sono disponibili barbecue a gas, a carbone, a legna, elettrico e a infrarossi. Abbiamo già detto precedentemente che la differenza principale tra le varie tipologie è nel modo in cui sono alimentati.

  • Un barbecue a gas è alimentato da una bombola a gas, se sono trasportabili, oppure si possono collegare alla rete domestica in caso di modelli di grandi dimensioni.
  • Il barbecue a legna utilizza la legna come combustibile. Questo tipo di barbecue è adatto ad ambienti esterni come giardini o terrazzi, poco adatto a piccoli spazi come il balcone. Spesso il barbecue a legna è costruito in muratura.
  • Il Barbecue elettrico utilizza la corrente elettrica. È particolarmente adatto per piccoli ambienti come balconi o terrazzi di piccole dimensioni. Per chi nonostante non abbia grandi spazi non vuole rinunciare ad una grigliata con gli amici o la famiglia.
  • Il barbecue a infrarossi è alimentato a gas e, cuoce la carne o i cibi grazie all’irraggiamento degli infrarossi che sprigionano una forte intensità di calore. In questo modo la cottura avviene velocemente e risulta molto uniforme.

griglia_infrarossi

Perché scegliere un barbecue a carbone?

Il barbecue a carbone è senza dubbio, il barbecue per eccellenza. Pratico ed efficiente, le sue dimensioni ridotte lo rendono anche adatto ad essere spostato. Chi sceglie il barbecue a carbone lo fa principalmente per le dimensioni, il prezzo, la facile reperibilità della carbonella.

accensione_barbecue

Prezzo

Il prezzo di un barbecue a carbone varia a seconda dei modelli, sia in base al materiale in cui sono fatti, agli accessori in dotazione e, al materiale della griglia. Un prezzo di partenza per un barbecue con ottimo rapporto qualità/prezzo si aggira intorno ai 150 euro, ma può arrivare anche a 900 euro per modelli più accessoriati. Esistono anche soluzioni più economiche, consigliate per un uso occasionale.

Facile reperibilità della carbonella

La carbonella o carbone naturale è ottenuto dalla combustione del legno.  Si trova facilmente in molti negozi fisici dalle ferramenta ai grandi supermercati ed è disponibili anche on line nei negozi virtuali. Ha costi abbastanza contenuti. Ne esistono di varie tipologie di migliore o minore qualità, per cui avremo un prezzo che va dai circa 4 € ai 10 per 3 kg. La carbonella è facilmente trasportabile e si accende velocemente.

carbone

Le dimensioni

Un barbecue alimentato a carbone è solitamente di dimensioni abbastanza contenute, per cui è adatto per balconi e terrazzi, ma anche per giardini. Può essere trasportato facilmente. I modelli in commercio sono disponibili in varie dimensioni e permettono di scegliere in base alle proprie esigenze.

Svantaggi

Prima di scegliere il nostro barbecue a carbone è opportuno conoscere anche gli aspetti negativi. Tra questi c’è sicuramente la pulizia della griglia.

Alla fine di ogni utilizzo è opportuno pulire bene la griglia, eliminando i residui di cibo, grasso e sporco. Operazione non semplicissima che richiede grande attenzione.

A questo si aggiunge la presenza di fumo che potrebbe creare fastidio ai nostri vicini, soprattutto se facciamo il barbecue sul nostro balcone. Infine, non bisogna dimenticare il fatto che, bisognerà controllare l’alimentazione della carbonella durante la cottura.

Anche se, quest’ultimo aspetto in particolare, per gli amanti della griglia è un punto di forza. Ritrovarsi intorno al barbecue per sorseggiare un buon vino o per fare quattro chiacchiere in compagnia è un rito molto apprezzato.

barbecue_carbone

Barbecue weber

Una menzione a parte meritano i barbecue Weber, sempre alimentati a carbone, che sfruttano la griglia come un forno. Questi, infatti, sono dotati di un coperchio che trasforma il barbecue in un vero e proprio forno, con il vantaggio ed il sapore della griglia. Elemento negativo però di questa linea è il costo abbastanza elevato per un barbecue a carbone. Questo sistema assicura comunque una migliore cottura dei cibi ed un sapore e gusto più intenso.

barbecue_carbone

Barbecue alcuni modelli

Marcella Piegari

Commenti: Vedi tutto