Vite coltivazione


uva-vite-frutteto

La vite comune, Vitis vinifera o vite euroasiatica, è una pianta che appartiene alla famiglia delle Vitaceae diffusa e coltivata in quasi tutto il mondo per la produzione di vino e come uva da tavola.

uva-vite


Caratteristiche Vite vinifera

La Vite vinifera è una pianta a sviluppo rampicante con portamento irregolare, fusto tozzo e contorto dal quale si originano vari tralci poco ramificati.

Vite-tronco

Il tralcio principale si estende in lunghezza raggiungendo anche diversi metri.

Vite-tralcio

I rami giovani, chiamati pampini,  hanno la corteccia o ritidoma di colore grigio – verde mentre quella dei rami superiori all’anno di età è di colore giallo – marrone.

Viticci-foto

I pampini e i tralci presentano vari nodi.  A livello dei nodi si sviluppano  i cirri, le foglie, le infiorescenze.

I cirri o viticci, sono organi spiralizzati con funzione di sostegno che dopo un anno, o poco più, si staccano dalla pianta.

Vite-foglie

Le fogliepampini sono palmate, con lembo intero o suddiviso in genere in 3 o 5 lobi più o meno profondi con margini dentati. La pagina superiore della foglia è glabra oppure rivestita da una peluria più o meno sviluppata; la pagina inferiore può essere rada, aracnoidea o più o meno fittamente tomentosa fino ad essere cotonosa.

Foglia-Vite

In autunno i pampini della vite vinifera come la quelli della Vite canadese assumono, secondo il il tipo di vitigno, una colorazione gialla o rossa.

Vite-foglie-autunno

In inverno la vite si spoglia delle foglie ed entra in riposo vegetativo.
I fiori della vite sono infiorescenze riunite in racemi o grappoli che si sviluppano nei nodi basali o in quelli prossimi alla base.

Vite-infiorescenze

Le infiorescenze della vite sono pannocchie pendule il cui colore varia dal giallo paglierino al giallo verdastro.

Acini-uva

frutti o acini della vite vinifera sono grappoli di bacche succose che a maturazione completa assumono un colore diverso, secondo il vitigno, che va dal verde al giallo, dal roseo al rosso -violaceo, dal nero o al nero-bluastro. Il colore più o meno carico dei grappoli di uva dipende anche dalle condizioni ambientali.

uva-nera

Il grappolo d’uva è formato da due elementi: il raspo, rachide o graspo, e l’acino.
Il raspo è la struttura legnosa che sostiene gli acini ed è attaccato al tralcio della vite. Il raspo è costituito da un peduncolo (parte iniziale) che si biforca in un asse centrale e in assi secondari, detti rachilli. Il raspo è la parte del grappolo ricco di sostanze tanniche e, per questo motivo, si elimina prima della pigiatura.

uva bianca-passa

Gli acini, a forma sferica o ellittica allungata, hanno la buccia o epicarpo glabra e spesso ricoperta da una sostanza bianco-opaca chiamata pruina. La buccia è ricca di antociani e flavonoidi (sostanze coloranti), tannini, lieviti (saccaromiceti) e terpeni (sostanze che conferiscono l’aroma).

Subito dopo la buccia troviamo la polpa, divisa in due parti: la più esterna è più abbondante ed è ricca di glucosio e fruttosio; la parte più interna e contiene meno zuccheri ma è più ricca in acidi (tartarico, malico e citrico).

I semi della vite o vinaccioli si trovano nella parte più interna dell’acino e sono ricchi di  tannini o sostanze tanniche che vengono solubilizzati durante la fermentazione, quindi se si vuole produrre un vino a basso tenore di sostanze tanniche  poco tannici si dovrà evitare il contatto prolungato del mosto con le vinacce.

Vite-uva

La forma degli acini, la lunghezza e il peso dei grappoli dipende dalle varietà coltivate e dai fattori ambientali e nutrizionali.

Vite-vinifera-coltivazione

Coltivazione della Vite

Esposizione: la vite richiede posizione soleggiate e un clima mite; teme le temperature inferiori ai 10° C e le gelate tardive.

Terreno: predilige il terreno a medio impasto sciolto e ben drenato con pH tra 6,5  e 7,5.

Annaffiature: generalmente si accontenta delle acque piovane ma comunque va annaffiata nei periodi di prolungata siccità soprattutto durante il periodo della fioritura. Le irrigazioni vanno sospese 15 giorni prima del raccolto per evitare la spaccatura degli acini.

Concimazione: necessita di 2- 3 interventi di concimazioni ricche in azoto (N) dalla ripresa vegetativa fino alla fioritura frazionati in 2- 3 più volte. L’apporto di concime con fosforo (P) e  potassio (K) va fatto solo se il terreno che ospita la vite risulta essere carente di questi elementi.

Vite-potatura

Potatura della Vite

La vite produce i grappoli d’uva sui rami dell’anno, quindi bisogna potare bisognerà i rami vecchi. La potatura, che si effettua generalmente in autunno o a fine inverno, differisce in base alla forma di allevamento. Sulle viti ad alberello si lasciano 3-4 gemme per tralcio, proprio sui germogli, a partire dal quarto-quinto nodo.

Viti-a-pergola

Sulle viti a pergola si conservano uno o più tralci permanenti per favorire lo sviluppo della vegetazione.

Impianto della vite

La vite va messa a dimora in autunno in buche profonde 50 cm e larghe 40 cm. La distanza sulle file e tra le file è di 2 metri circa. Prima e dopo l’impianto si effettua una concimazione con concime organico ben maturo. Prima di piantare le viti è bene irrorare le buche che le accolgono.

Vite-uva-raccolta

Raccolta dell’uva e metodi

La vendemmia dell’uva da vino e la raccolta dell’uva da tavola si effettua da luglio a ottobre periodo in cui gli acini sono più ricchi di zuccheri e acidi. I metodi seguiti per la raccolta sono essenzialmente due: manuale e mediante l’uso di specifici macchinari.

Peronospora-viticola-foto

Parassiti e malattie della Vite

La vite è una pianta sensibile a diversi parassiti animali come ad esempio le gli acari, il ragnetto rosso, la tignola. Tra gli insetti teme soprattutto le cicaline e tra le malattie fungine soffre l’oidio o mal bianco, la peronospora e la muffa grigia.

Galleria foto Vite

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta