Veranda: tipi e permessi


Cose da sapere sulle verande: tipologie, piante da veranda e permessi per la realizzazione. Costruire veranda su balcone, terrazzo o giardino senza permesso.

veranda-piscina

Quando la casa sembra troppo piccola, quando pesa abbandonare la vita in giardino per molti mesi all’anno, la veranda è una riposta intelligente e ormai alla portata di tutti, anche perché può essere realizzata in terrazzo o in un piccolo cortile.


Piante per la veranda

Per scegliere il giusto tipo di pianta bisogna considerare la temperatura media annuale della veranda:

Interior apartment with garden, veranda
Interior apartment with garden, veranda

Costruire una veranda

Se viene prevista e quindi costruita assieme all’abitazione, tutto è relativamente più facile, considerando che richiede comunque le regolari autorizzazioni edilizie. Le cose sono un po’ più complicate se si tratta di adattare un modello ad un edificio, ma le soluzioni e i materiali disponibili sono molti.

Gli aspetti da considerare sono l’esposizione, la dimensione e lo stile, che non deve in alcun modo danneggiare l’estetica complessiva. La veranda importante, con una architettura molto personalizzata, può contribuire a valorizzare una casa di per sé banale.

Se invece si preferisce una struttura poco prevalente, esistono interessanti soluzioni anche con vetrate a soffietto che scompaiono nel momento in cui vengono ripiegate su se stesse.

La veranda trova un utilizzo ideale per ospitare una piccola piscina o una vasca idromassaggio anche in un piccolo terrazzo, cosa che permetterà di fruire dell’acqua anche durante la cattiva stagione, ma l’utilizzazione classica, quella che ci viene tramandata da sempre, è quella del salottino immerso nel verde, al coperto, ma in un certo senso immerso nella natura, anche nelle giornate piovose.

Infinite soddisfazioni si aprono all’amatore di piante delicate, potendo disporre di una veranda. La scelta delle essenze verdi sarà legata alla possibilità di poter gestire la temperatura e l’areazione del locale.

gazebi-pergolati-verande-3

 

Permessi per costruire una veranda

La veranda, aperta o chiusa, comporta una modifica della facciata o costituisce, dal punto di vista urbanistico, un aumento di volumetria.  Pertanto, prima di procedere alla sua realizzazione, sarà necessario rivolgersi ad un professionista abilitato (architetto, ingegnere, geometra) che, in base a quanto prescritto dal Piano Regolatore comunale e dal Regolamento Edilizio, stabilirà, se è possibile effettuare l’intervento e quali permessi ed autorizzazioni bisogna richiedere.

  • Se si  tratta di un immobile unifamiliare e indipendente, la possibilità di effettuare l’intervento dipende dal tipo di struttura che si vuole realizzare e dal permesso a costruire.
  • Se si tratta, invece, di una modifica da realizzare in un  edificio condominiale, prima della richiesta dei permessi comunali bisognerà richiedere il consenso dell’assemblea dei condomini.

Permessi per veranda sul balcone o terrazzo

Chiudere un balcone in toto o in parte implica un aumento di volumetria ed è quindi necessario ricevere l’autorizzazione condominiale ed il permesso a costruire.

Una volta terminata l’opera bisognerà segnalare all’Agenzia delle Entrate il maggiore volume dell’immobile.

Stesso dicasi per una veranda sul terrazzo: per realizzare un pergolato è necessario che la struttura non implichi un aumento di volumetria e quindi la struttura deve essere parziale e non costituire un locale autonomo.

Verande1

Permessi per verande o gazebo mobili

La veranda mobile, smontabile tipo gazebo, che non comporta aumento di volumetria, può essere realizzata come intervento di manutenzione straordinaria e pertanto basta presentare all’ufficio Tecnico del proprio comune la Denuncia di inizio attività, e dare inizio ai lavori dopo 30 giorni dalla sua presentazione (tacito assenso).

Se la realizzazione della veranda comporta un aumento della volumetria allora bisogna richiedere il Permesso di costruire e, in questo caso, prima di procedere ai lavori, bisogna attendere il parere favorevole della commissione edilizia.

Costruire veranda su balcone, terrazzo o giardino senza permesso

Se la struttura non è fissa ed è una mera protezione al sole, quale ad esempio una tenda, non è necessario richiedere un permesso a costruire, non andando a realizzare una struttura fissa che aumenta l’unità locale.

La giurisprudenza con la sentenza 1481/2012 ha differenziato la tettoia dalle pergotende o pergole che in qualità di strutture leggere che essendo aperte sui lati e facilmente smontabili e rimovibili non hanno una funzione di aumento volumetria, ma sono destinate unicamente a protezione del vento o creazione di zone d’ombra.

Sanzioni veranda senza permesso

Se la struttura è fissa ed è stata costruita senza permessi si è commesso un abuso edilizio che può portare alla rimozione dell’opera ed ad un’ammenda fino a 10.329 euro.

Galleria foto verande

camalkan
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News


Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta