Tweedia – Oxypetalum coeruleum


Tweedia-Oxypetalum


La Tweedia comunemente conosciuta come Stella del sud è una pianta ornamentale fiorita molto decorativa facile da coltivare in piena terra, in vaso all’aperto o come pianta d’appartamento.


Caratteristiche generali della Tweedia – Oxypetalum coeruleum

La Tweedia, nome scientifico Oxypetalum coeruleum, è una pianta erbacea perenne o annuale della famiglia delle Apocynaceae (Asclepiadaceae) originaria dell’America del sud. Cresce allo stato rustico specialmente nelle zone aride e sassose del Sud del Brasile e dell’Uruguay.

Alle nostre latitudini questa splendida pianta viene coltivata come perenne in giardino nelle zone con clima invernale temperato e come annuale in piena terra o in vaso nelle regioni caratterizzate da inverni molto rigidi.


Leggi anche: I fiori più costosi del mondo

La Tweedia in pieno sviluppo vegetativo forma un arbusto a portamento rampicante alto dai 50 ai 120 cm, composto da fusti flessibili e tomentosi per la presenza di una fitta peluria bianco-grigiastra.

Le foglie mediamente grandi sono opposte e inserite sugli steli mediante un breve picciolo. La forma è cuoriforme lanceolata; il colore della pagina superiore è verde, grigiastro quello inferiore. Anche le foglie sono leggermente pelose e morbide al tatto come il velluto.

I fiori sono riuniti in infiorescenze a corimbo che compaiono tra le ascelle fogliari. Per ogni corimbo si contano generalmente dai 4 ai 6 fiori ermafroditi e persistenti a forma di stella composti da 5 petali lunghi circa 2,5 cm che fanno da corona a numerosi granuli di polline.

I frutti sono capsule verdi o silique a forma di barca lunghe 15 centimetri che racchiudono nel loro interno numerosi semi. I baccelli maturi si gonfiano e liberano i semi mediante un leggero scoppio.

I semi della Tweedia sono piatti, scuri e muniti di un pappo di peli a forma di paracadute che li rende leggerissimi e per tale motivo vengono dispersi dal vento anche a distanza dal luogo di produzione. Sono fertili e facilmente germinabili.

Semi-alati

Fioritura

La Tweedia fiorisce ininterrottamente dalla primavera fino a quando la temperatura non scende al disotto dei 15° C, generalmente da marzo fino a settembre.

Coltivazione della Tweedia – Oxipetalum coeruleum

Esposizione

Ama l’esposizione in pieno sole ma non disdegna la mezz’ombra specialmente nelle regioni con clima estivo molto caldo. Resiste al caldo e alle temperature invernali di 2 /3° C. A temperature più basse, di circa -5 gradi le foglie seccano e  a -10° C la pianta muore.

Terreno

La Stella del sud è una pianta erbacea che predilige il terreno sciolto, moderatamente povero e drenante con pH leggermente acido o leggermente basico. Cresce bene anche nel comune terreno da giardino da normale a secco, da ghiaioso ad arido. Nel terreno ricco cresce più velocemente ma diventa suscettibile agli attacchi di funghi o insetti.

Annaffiature

la Tweedia tollera bene la siccità  e se coltivata in piena terra va annaffiata saltuariamente nei mesi vegetativi, da aprile a ottobre. Se allevata in vaso, invece necessita di regolari apporti idrici da marzo a ottobre. In inverno, le annaffiature vanno diradate e praticate solo per non far seccare completamente il terreno.

Concimazione

E’ una pianta che va concimata all’inizio della primavera con un fertilizzante granulare a lenta cessione specifico per piante verdi e fiorite.angolo con terreno ricco e azotato

Tweedia: coltivazione in vaso

Questa bellissima pianta dai fiori cerulei può essere facilmente coltivata in vaso su balconi o terrazze come rampicante a ridosso di graticci o come pendente.
Il vaso deve essere molto grande, largo e profondo; il terriccio sciolto ricco in azoto e come materiale di fondo argilla espansa o sabbia. Va annaffiata regolarmente per tutto il ciclo vegetativo da marzo ad ottobre.

Se la Tweedia viene coltiva in casa come pianta da appartamento o in serra va posta in una zona molto luminosa ma al riparo dei raggi diretti del sole per evitare serie scottature fogliari quindi se posta su una finestra a sud o o a est va leggermente schermata da una tenda.

rinvaso

Rinvaso

Si effettua in primavera se la pianta viene coltivata come perenne. Va utilizzato un vaso più grande del precedente e nuovo terriccio moderatamente ricco e sempre ben drenato.

Impianto o messa a dimora

Si impianta in primavera nelle zone con inverni rigidi e anche in autunno in quelle a clima temperato.

Abbinamenti

E’ una pianta che non ama essere accostata ad altre piante pertanto va coltivata come elemento singolo o in gruppi nella realizzazione di bordure.

Semi-ammollo

Moltiplicazione della Tweedia – Stella del sud

Nuove piante di Tweedia possono essere ottenute da seme o mediante talea.

Moltiplicazione per seme

Per favorire la germinazione, prima di effettuare la semina, i semi vanno fatti ammollare in acqua per almeno 24 ore. Poi si adagiano su un substrato composto da muschio di torba, perlite, ecc.

I semi germinano molto facilmente in primavera in un vaso mantenuto a temperatura tra i 15 e i 20° C. Il substrato va coperto e mantenuto costantemente umido  fino alla comparsa dei germogli.

Si rimuove la copertura, si lasciano irrobustire le nuove piantine e successivamente si mettono a dimora definitiva facendo attenzione a non danneggiare le fragili radici. I primi fiori di solito compaiono fin dal al primo anno, dopo 3 mesi dall’impianto.

Propagazione per talea

In autunno, da settembre  a novembre, si prelevano talee legnose di rametti sani e si interrano in un vaso di contenente un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali. Il vaso va  posto in un luogo riparato dal gelo, in una serra fredda, in veranda o sotto un patio. Per facilitare la radicazione è consigliabile trattare le estremità recise delle talee con un po’ di ormone radicante. La comparsa di  nuove foglie segnala l’avvenuta radicazione.

Potatura

La Tweedia coltivata come pianta annuale non si pota ma va solo ripulita dei fiori appassiti per prolungare la fioritura. Quando la pianta finisce il suo ciclo vitale e inizia a dare segni di disseccamento va estirpata e l’anno successivo si potrà impiantarne una nuova ottenuta per seme o per talea.

La Tweedia coltivata come perenne si pota accorciando tutti gli steli più fragili, più lunghi e quelli cresciuti in modo disordinato. Si recidono alla base de terreno quelli danneggiati o secchi. Se cimata si sviluppa in maniera compatta come tappezzante bassa.

Se non si intende raccogliere i semi si rimuovono anche i baccelli in formazione per evitare dispendi di energia e allungare il periodo di fioritura. Se invece si vuole raccogliere i semi, basterà far maturare sulla pianta solo 2-3 frutti.

Parassiti e malattie della Tweedia – Stella del sud

E’ una pianta rustica soggetta al marciume delle radici se il terreno non è ben drenato e ai ristagni idrici nel sottovaso. E’ soggetta agli attacchi dei bruchi della Monarca, riconoscibili per la presenza sul corpo di strisce gialli, bianche e nere. Questi animaletti sono molto voraci e in poco tempo defogliano la pianta lasciando gli steli completamente spogli.

Cure e trattamenti

Nelle regioni con inverni troppo rigidi, la pianta di Tweedia coltivata in vaso va protetta dal gelo e pertanto spostata in una zona della casa fresca e luminosa al riparo dei raggi diretti del sole. Per la Tweedia coltivata come perenne basta una pacciamatura basale con paglia o foglie secche. Per farla sviluppare come pianta rampicante va sostenuta con su tutore o traliccio.

Varietà e specie di Tweedia

Tweedia cearulea ‘Alba’

Nome scientifico  Oxypetalum caeruleum ‘Alba’, conosciuta come Stella bianca meridionale o White Star, è originaria dell’America Latina, Uruguay e Brasile, è una varietà alta da 50-100 cm con foglie verdi. Da marzo a novembre si copre di fiori a forma di stella di colore bianco aventi un diametro di  3 cm. I fiori di questa pianta vengono utilizzati per bouquet delle spose e per la realizzazione di composizione floreali miste.

Tweedia cearulea ‘Rosea’

Una varietà che differisce dalla Tweedia alba per la produzione di fiori stellati con petali di colore rosa.

Le piante mature possono avere fiori con tutti e tre i colori contemporaneamente.

Usi

La Tweedia può essere coltivata come piccolo rampicante, oppure come piccolo arbusto a portamento ricadente.

La Tweedia è velenosa?

Come altre piante la famiglia delle Apocynacee il lattice che fuoriesce dagli steli spezzati è moderatamente irritante anche per gli animali domestici.

Nome inglese della Tweedia

Nei paesi anglosassoni la Tweedia o Stella del sud viene chiamata Southern Star,

Curiosità

La Tweedia appartiene alla stessa famiglia di piante molto più note e comuni come l’oleandro, la Hoya carnosa, la Plumeria.  Per la bellezza dei suoi  fiori e la resistenza alle avversità ha guadagnato la Royal Horticultural Society ‘s Award of Garden Merit .

La pianta porta il nome in onore  di John James Tweedie, il capo giardiniere del Royal Botanic Garden di Edimburgo, noto anche come esploratore botanico dell’ America del Sud.

Galleria foto piante rampicanti

LauraB

Commenti: Vedi tutto