Trillium coltivazione


trillium-fiore

I Trillium sono bellissime piante ornamentali ideali per realizzare aiuole e bordure nei giardini e facili da coltivare anche in vaso.

trillium-fioritura


Caratteristiche generali Trillium grandiflorum

Il genere Trillium, famiglia delle Trilliaceae, comprende diverse specie di piante ornamentali di piccole dimensioni provenienti dal dall’Africa e dall’Asia.

Tutte le specie sono provviste di un apparato radicale rizomatoso dal quale si originano robuste radici carnose cilindriche di colore biancastro.

La parte aerea invece è formata da foglie vere e da quelle false chiamate brattee.

Trillium-foglie

Le foglie vere sono quelle di consistenza cartacea che avvolgono il rizoma mentre quelle false visibili, e di colore verde brillante, in numero di tre, si originano intorno ad uno stelo eretto di alto mediamente 30 cm.

trillium-fiore-porpora

Durante il periodo della fioritura sugli apici degli steli sbocciano dei bellissimi e grandi fiori di colore bianco o rosso porpora formati da tre vistosi petali e tre sepali.

Trillium-castabei

I fiori, a seconda seconda delle varietà, rivolgono la corolla verso l’alto come nel Trillium grandiflorum o verso il basso come nel Trillium catesbai.

trillium-foglie-fiore

Fioritura

Fioriscono per tutto il periodo primaverile.

trillium-coltivazione

Coltivazione Trillium

Esposizione

Amano i luoghi ombrosi o parzialmente ombreggiati. Temono i raggi diretti del sole, le alte temperature e il gelo.

Terreno

Prediligono il terreno del sottobosco con pH leggermente acido, umido, ben drenato e ricco di sostanza organica.

Annaffiature

Non necessitano di grandi quantità di acqua; vanno annaffiati solo quando il terreno è completamente asciutto. Non irrigare durante l’inverno.

Concime-granulare

Concimazione

In primavera somministrare del concime specifico per piante da fiore ogni 20 giorni se si tratta di quello liquido e ogni 3- 4 mesi se invece è quello granulare a lento rilascio.

rizomi o bulbi di calle

Moltiplicazione Trillium

Si propagano naturalmente per seme ma in campo vegetativo si preferisce moltiplicarli mediante la divisione dei rizomi (come le calle) per ottenere fin da subito i fiori e le stesse caratteristiche della pianta madre. L’impianto dei rizomi si effettua in primavera. I rizomi dopo l’impianto vanno lasciati a dimora anche durante il periodo invernale.

Gli esemplari di Trillium ottenuti dalla germinazione dei semi per produrre i fiori richiedono almeno 5 anni di età.

Rinvaso-piante

Rinvaso Trillium

Il rinvaso si effettua quando le piante hanno occupato tutto lo spazio disponibile e le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature. Nel trasferire i rizomi da un contenitore all’altro evitare di rompere il pane di terra che li avvolge e aggiungere del nuovo terriccio ricco di humus.

Trillium-Erectum

Potatura o cimatura Trillium

Queste piante come i tulipani non vanno mai potate. Le foglie assicurano, con la fotosintesi, l’ingrossamento dei rizomi e la fioritura nella primavera successiva. Più a lungo persistono le brattee più la pianta accumula le riserve energetiche.

lumache

Parassiti e malattie dei Trillium

Queste piccole piantine temono il marciume delle radici causato dai ristagni idrici e le lumache che si nutrono delle loro tenere foglie.

Pacciamatura-foto

Cure e trattamenti

Svuotare il sottovaso per evitare danni alle radici; per tenere lontano le lumache utilizzare delle trappole oppure distribuire ai piedi dei cespi un leggero strato di cenere.

Trillium-foto

Per proteggere i rizomi dal gelo invernale è consigliabile effettuare una pacciamatura di paglia.

Galleria foto Trillium

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta