Tarassaco o soffione coltivazione


decotto-depurativo-tarassaco

Il Tarassaco chiamato anche Dente di Leonesoffione o cicoria selvatica è una piantina erbacea che può essere coltivata facilmente nell’orto e in vaso a scopo alimentare e fitoterapico.

fiori-dente-di-leone-tarassaco


Caratteristiche generali del Tarassaco officinale – Taraxcum officinalis – Dente di leone

Il Tarassaco è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Compositae  o Asteraceae diffusa allo stato spontaneo nei prati in collina e lungo le rive dei fiumi.

Questa piccola ma tenace pianta erbacea, considerata da molti il nemico numero uno dei prati, è dotata di una radice fittonante molto robusta e lunga anche più di 30 centimetri.

Dente-di-leone-soffione

La radice è di colore marrone – rossastro all’esterno e di colore bianco internamente.

radice-tarassaco

Direttamente dalla radice si sviluppa una rosetta composta da numerose foglie di colore verde tenue grandi e lunghe, percorse da una evidente nervatura centrale.

Tarassaco-foglie

Le foglie del tarassaco o cicoria selvatica come quelle della vera cicoria sono profondamente dentellate.

fiori-tarassaco

Durante il periodo della fioritura dal centro della rosetta spuntano steli cilindrici e cavi, alti mediamente 40 cm, portanti dei grandi fiori con numerosi petali ligulati di colore giallo intenso.

Tarassaco-dente-di-leone-fiore

Ai fiori seguono delle particolari infruttescenze chiamate soffioni o pappi.

infiorescenza-dente-di-leone-tarassaco

I pappi contengono dei piccoli semi leggeri che trasportati dal vento attecchiscono nel terreno anche a chilometri di distanza.

Infruttescenza-dente di leone- tarassaco

I semi del tarassaco sono degli acheni grigiastri, ovali con piccole spine alla sommità.

tarassaco-semi

Fioritura: fiorisce dalla primavera fino all’autunno inoltrato.

coltivazione-dente-di-leone-tarassaco

Coltivazione del Tarassaco

Esposizione: è una piantina che predilige i luoghi soleggiati ma si sviluppa bene anche in quelli semiombreggiati.

Terreno: si adatta a qualunque tipo di terreno ben drenato.

Annaffiature: generalmente si accontenta delle acque piovane e va annaffiata solo nei periodi di prolungata siccità.

Letame

Concimazione: non necessita di fertilizzanti ma prima della semina è bene interrare a circa 30 cm di profondità del concime organico ben maturo.

tarassaco

Moltiplicazione del Tarassaco

La pianta si propaga per seme.  La semina in cassette protette si effettua a febbraio mentre in piena terra nell’orto a cavallo tra maggio –  giugno.

decotto-depurativo-tarassaco

I semi vanno interrati a pochi cm di profondità a distanza di 20 cm sulla file e a circa 40 cm tra le file.

Tarassaco-soffione-raccolta

Raccolta del Tarassaco e ricette

Il tarassaco si può mangiare?

Tutte le parti di questa pianta sono commestibili: radice, foglie e boccioli.

Le foglie di tarassaco, da consumare fresche all’insalata, si raccolgono dall’autunno alla primavera.

tarassaco-raccolta

Le radici vanno raccolte in estate si conservano essiccate dopo averle tagliate a fette sottilissime.

tarassaco-sott'aceto

I fiori raccolti ancora in boccio come i capperi raccolti ancora in boccio si conservano in salamoia.

oidio-mal bianco

Come preparare un’insalata

La cicoria selvatica si consuma in genere sia cruda che cotta scottata in padella. E’ uno degli ingredienti della misticanza.

Il procedimento è simile a quello di qualsiasi altra insalata.

Bisogna lavare bene le foglie e quindi condirle con olio, sale e limone o aceto.

Parassiti e malattie del Tarassaco

E’ una pianta rustica resistente all’attacco dei parassiti e solo raramente per l’eccessiva umidità ambientale può essere soggetta al mal bianco o oidio.

Tarassaco-usi

Proprietà e usi del Tarassaco

Le proprietà del Tarassaco sono molteplici così come pure gli impieghi in cucina: guida alle proprietà del tarassaco.

tarassaco-foglia

Curiosità

Il tarassaco viene coltivato nell’orto sinergico come antiparassitario biologico: i suoi fiori attirano le coccinelle, insetti entomofagi (si nutrono di parassiti dannosi per le colture ortive).

dente-di-leone-coccinella

Linguaggio dei fiori e significato

Nel gergo dei fiori e delle piante il dente di leone o tarassaco assume il significato di civetteria, ma anche di fiducia o speranza.

Galleria foto Tarassaco – Dente di leone



Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta