Sternbergia coltivazione


sternbergia

La Sternbergia conosciuta comunemente come zafferanastro, è una piccola bulbosa perenne di facile coltivazione in vaso e in piena terra.

Sternbergia-fiori


Caratteristiche generali della Sternbergia

La Sternbergia è una pianta erbacea originaria dell’Asia occidentale appartenente della famiglia delle Amaryllidaceae.

Dai bulbi di piccole dimensioni si originano foglie coriacee nastriformi di colore verde scuro che, per tutto il periodo della fioritura, fanno da corona a piccoli steli cilindrici alti 15 -20 cm, portanti sugli apici bellissimi e persistenti fiori di colore giallo intenso.

In primavera le foglie della Sternbergia disseccano e il bulbo entra in riposo vegetativo per tutta l’estate.

Sternbergia-fiore

Fioritura: fiorisce ininterrottamente per tutto il periodo autunnale.

Sternbergia-coltivazione

Coltivazione della Sternbergia

Esposizione: predilige le zone luminose e soleggiate per molte ore al giorno. Non teme il freddo anche se il fogliame è sensibile alle gelate.

Terreno: si adatta a qualunque tipo di terreno anche se preferisce quelli umidi misti a sabbia e ben drenati.

Annaffiature: gli esemplari coltivati direttamente a dimora si accontentano delle acque piovane mentre quelli allevati in vaso vanno annaffiati regolarmente ogni 10-15 giorni.

Concimazione: per favorire la fioritura, prima della ripresa vegetativa, somministrare alla base del concime organico a lento rilascio.

bulbi-divisione

Moltiplicazione della Sternbergia

La pianta si propaga per seme e per divisione dei bulbilli. La tecnica più utilizzata, che assicura piante identiche a quella madre, è la propagazione per divisione dei bulbi.

Sternbergia-impianto

Impianto bulbi

In tarda primavera, si separano i bulbilli e si interrano in buche profonde il doppio del loro diametro e della loro altezza, distanti 10 cm l’una dall’altra e sulle fila e tra le file.

Fusariosi-bulbi

Parassiti e malattie della Sternbergia

Si tratta di una pianta rustica resistente agli attacchi da parte dei parassiti animali. Teme il marciume causato dagli eccessi idrici e come il bulbo del tulipani e le bulbose in genere soffre la fusariosi o muffa dei bulbi.

Curiosità e cose da sapere sulla Sternbergia

La Sternbergia genere prende il nome dal conte Moritz von Sternberg, medico e botanico di Praga del ‘700.

La Sternbergia è velenosa?

Si tratta di una specie tossica e l’ingestione può causare intossicazioni simili alla colchicina una alcaloide che provoca nausea vomito e diarrea.

Galleria foto Sternbergia



Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta