Siepe di ligustro: caratteristiche e cure

Vuoi realizzare una siepe di ligustro nel tuo spazio esterno? In questo articolo ti daremo una panoramica completa sulle caratteristiche della pianta e le sue cure. 

siepe di ligustro

Le funzioni di una siepe sono tante: proteggono dal vento, assicurano privacy, delimitano gli spazi e li ombreggiano. Ecco perché sono molto utilizzate. Tra le specie utilizzate per realizzare le siepi, spicca il ligustro, una pianta particolarmente comune nei paesi del mediterraneo, in grado di crescervi spontaneamente. La specie più diffusa è la Ligustrum ovalifolium, che presenta delle foglie ovali.

Il ligustro è un arbusto rustico che non presenta particolari esigenze relativamente ad esposizione o tipologia di terreno in cui crescere. Di seguito, cercheremo di analizzare nel dettaglio non solo le caratteristiche della pianta ma anche le cure di cui necessita per creare delle siepi non solo funzionali, ma anche belle.


Leggi anche: Ligustro coltivazione

siepe di ligustro 2

Siepe di ligustro: caratteristiche

Originario dell’Asia, il ligustro è una pianta sempreverde che si sviluppa a forma di cespuglio. Può raggiungere anche i tre metri di altezza. Più che per motivi ornamentali, è una pianta che viene adoperata prevalentemente per la sua funzione schermante. Le sue foglie lanceolate, di un bel verde brillante, crescono molto fitte, dunque perfette per una siepe. Oltre alla sua funzione schermante, assolvibile grazie al suo fitto fogliame, può assorbire i gas e le polveri sottili che inquinano le nostre città.

Il ligustro si presta particolarmente bene alla realizzazione di siepi, per via della sua crescita rapida. Le sue foglie appaiono soffici tanto che, conferiscono alla pianta un aspetto molto grazioso. Il ligustro, inoltre, si presta bene alle potature. Benché possa perdere le foglie in inverno, in primavera rifiorisce più rigoglioso di prima.

In primavera (da aprile a giugno) il ligustro ti regalerà una fioritura di piccoli fiori bianchi anche se, con le potature, potrebbero non vedersi. I fiori si presentano a grappolo e hanno un buon profumo. I fiori sono ermafroditi, dalla consistenza cerosa. Sono le api ed altri insetti a provvedere all’impollinazione.

Delle bacche di colore nero blu, invece, spuntano in autunno e vi permangono diversi mesi. La loro polpa è oleosa e contengono un seme unico. Non si tratta di bacche commestibili, anzi! Potrebbero essere tossiche per l’organismo.

Attenzione perché le siepi di ligustro di grandi dimensioni catturano l’attenzione di tanti uccelli ad altri animali che, tra le fitte fronde possono trovare rifugio.


Potrebbe interessarti: Privacy in terrazzo con i separatori

Anche se può essere coltivato sia in piena terra che in vaso, in quest’ultima soluzione non rende ottimamente, generando siepi di piccole dimensioni. C’è da dire, però, che il ligustro per crescere bene, non ha bisogno di tanto terreno. In piena terra il ligustro può diventare anche più resistente, richiedendo meno attenzioni.

siepe di ligustro 3

 

Siepe di ligustro: cure

Ciascun esemplare di ligustro dovrà essere posto alla distanza di 60 cm. Oppure, puoi comporre una siepe con due file di ligustro, ponendo ogni esemplare a 50 cm circa l’uno dall’altro. Ricorda che dovranno essere lasciati almeno 40 centimetri di distanza dal muro confinante, al fine di non incorrere in problemi burocratici.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Una siepe di ligustro andrà preparata in primavera. Questa stagione è da preferire per ottenere dei risultati ottimali. In primavera, inoltre, il terreno avrà il giusto grado di umidità. Dopo aver messo a dimora le piante, dovranno essere concimate ed irrigate.

Per quanto riguarda l’acqua, attenzione che il terreno sia completamente asciutto tra una irrigazione ed un’altra. Se in estate saranno più intense, in autunno andranno via via diminuendo.

Le cure richieste da una siepe di ligustro non sono eccessive. Oltre a resistere bene sia al gelo che alla siccità, il ligustro non necessita di un’esposizione particolare anche se, la sua esposizione ideale sarebbe a mezz’ombra. Per quanto riguarda il terreno, meglio che sia ben drenato, con un pH elevato.

Quando la pianta è diventata matura, potrebbe crescere disordinatamente fino a raggiungere circa un metro e mezzo di larghezza. Per disciplinare la pianta meglio procedere a potature periodiche. la potatura seguirà il periodo di fioritura, al fine di rendere la pianta più resistente e più bella. Per effettuarla è necessario munirsi di guanti e cesoie. Ciascun attrezzo adoperato, alla fine, dovrà essere pulito e disinfettato accuratamente.

siepe di ligustro 4

Siepe di ligustro: malattie

Benché il ligustro sia un arbusto particolarmente robusto, se non sottoposto alle giuste attenzioni può essere vittima dell’oidio. Questa malattia attacca soprattutto se la pianta è posta troppo in ombra oppure se la chioma non è abbastanza aerata. Ecco quindi che la potatura ricopre un ruolo fondamentale. Se non dovesse bastare, allora potrebbero essere adoperati dei prodotti specifici per combatterla.

Le larve dell’oziorrinco potrebbero attaccare il ligustro alle radici. Il parassita potrebbe attaccare soprattutto quando le foglie della pianta risultano indebolite da potature errate. Per debellare le larve al piede devi usare subito prodotti specifici.

siepe di ligustro 5

Siepe di ligustro: caratteristiche e cure – foto e immagini

Come hai potuto leggere più su, la siepe di ligustro potrebbe essere proprio quella giusta per te. Per lasciarti ancora il tempo di decidere, ti lasciamo alla nostra galleria di immagini.

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010
  • Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione
  • Master in Comunicazione, specializzazione in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica