Siepe di cipresso: caratteristiche e cure

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010

Le siepi di cipresso sono molto apprezzate e comuni. Di seguito, cercheremo di elencarti le loro caratteristiche e le cure di cui hanno bisogno.

siepe di cipresso 1

Nell’immaginario collettivo, il cipresso riporta subito alla mente gli alberi che vengono piantati nei cimiteri. Si tratta di arbusti che si prestano perfettamente alla creazione di siepi sempreverdi, con diverse funzionalità. I cipressi, infatti, possono crescere folti e compatti e, di conseguenza, le siepi sono molto fitte, in grado di assorbire i rumori e di proteggere la privacy.

Inoltre, la siepe di cipresso è anche molto bella da vedere, grazie al verde brillante delle foglie. Un verde molto luminoso che la rende brillante e piacevole da vedere. Tra le varietà più utilizzate per realizzare delle bellissime siepi, spicca la leyland. E’ tra le preferite perché la sua crescita è veloce, come pure la sua resistenza.


Leggi anche: Siepe di edera rampicante: caratteristiche e manutenzione

Di seguito analizzeremo le caratteristiche del cipresso, in relazione al suo utilizzo come siepe.

siepe di cipresso 4

Siepe di cipresso: caratteristiche

Originario dell’Asia Minore, il cipresso è un albero sempre verde molto diffuso in Italia. Può raggiungere anche 50 metri d’altezza, nel suo periodo di massima maturità.

Le foglie dell’alloro si presentano come piccole ma molto fitte, tanto che la sua chioma, alla vista, può apparire impenetrabile. La varietà più usata per realizzare le siepi è la Leyland, noto anche come Leylandii, molto resistente e durevole, con foglie appuntite e sottili.

Perché è la varietà più usata? Per via della sua crescita rapida e del suo verde brillante. Inoltre, sono sempreverdi. Non è difficile incontrare queste tipologie di siepi di cipresso anche nelle città. Con la varietà Leyland si possono ottenere siepi folte e belle anche in poco tempo. Tra gli usi di questa siepe spiccano: ornamento, recinzione, protezione, divisorio, frangivento. Per quanto riguarda le altre varietà, ognuna ha le sue caratteristiche.

In generale, le siepi in cipresso sono perfette per fungere da schermante da uno dei suoi lati e dall’altro da barriera frangivento. Il cipresso è un albero che, per sua natura è molto forte e resistente. Al fine di aumentarne la resistenza si può supportare con una struttura in legno, da ancorare al terreno. In questo modo, la siepe resisterà anche a venti molto forti.

Non bisogna dimenticare anche la funzione meramente ornamentale delle siepi in cipresso che, spesso, diventano vere e proprie opere d’arte. Il cipresso si presta bene anche a formare degli archi naturali oppure per abbellire l’area del giardino nei pressi di una fontana.


Potrebbe interessarti: Cipresso – Cupressus sempervirens

Il legno del cipresso è molto aromatico. L’aroma da fastidio alle tarme, per questo motivo, questo legno viene molto utilizzato per la realizzazione dei mobili.

siepe di cirpresso 3

Siepe di cipresso: cure e coltivazione

Realizzare una siepe con i cipressi significa piantare ogni esemplare alla distanza di un metro. Se desideri una siepe più schermante, potrai usare una doppia fila. L’annaffiatura dovrà essere regolare in primavera.

Il terreno di cui il cipresso ha bisogno deve essere concimato e composto da argilla e sabbia. Meglio utilizzare il compost insieme ad un fertilizzante. Ogni albero dovrebbe essere messo a dimora in una buca profonda almeno 60 centimetri. Poi, deve essere ricoperta con il terreno tolto ed annaffiata. La stagione ideale in cui deve avvenire la messa a dimora è la primavera.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Per poter ottenere delle siepi di cipresso folte nel tuo spazio esterno potrai agire in tre modi: semina, talea, innesto. Per poter seminare ti occorreranno dei semi maturi da disporre nel terreno. Quando le piantine inizieranno a spuntare, andranno trasferite in un vivaio. Soltanto dopo potranno essere rimesse a dimora per creare una siepe.

Se vorrai creare la tua siepe per talea, ti occorrerà un ramoscello di cipresso. Quest’ultimo, dovrà essere posto in un composto di sabbia e torba, in un ambiente caldo-umido. Dovranno trascorrere due anni per ottenere un cipresso tale da poter realizzare una siepe.

Con l’innesto, invece, potrai migliorare la varietà del cipresso per renderlo più resistente al clima e alle malattie. E’ una tecnica praticata per lo più nei vivai, tagliando di lato la pianta.

siepe di cipresso 2

Siepe di cipresso: potatura

La potatura della siepe di cipresso deve necessariamente avvenire per dare alla siepe una struttura elegante ed ordinata. La potatura si chiama di tipo piramidale, tagliando i rami piccoli e lunghi che fuoriescono dalla geometria della siepe.

Le potature si effettuano durante la stagione mite (tarda primavera) affinché i tessuti dell’albero non vengano rovinati. Durante il freddo, infatti, potrebbero risultare più delicati.

La potatura non solo serve per mantenere la pianta ordinata, ma anche per renderla più forte all’attacco di funghi e parassiti. Si potrà scongiurare anche la comparsa del cancro del cipresso che si manifesta con delle foglie gialle.

siepe di cipresso 5

Siepe di cipresso: caratteristiche e cure – foto e immagini

La siepe di alloro fa al tuo caso? Se pensi di piantarla nel tuo giardino non ti resta che metterti a lavoro!