Scirpus – Scirpo


Scirpus

Le piante di Scirpo sono piante spontanee acquatiche e alcune specie per il loro portamento elegante, come lo Scirpus cernuus,  vengono coltivate come ornamentali nei giardini o in vaso.

Scirpus-pianta acquatica


Caratteristiche generali Scirpus – Scirpo

Il genere Scirpus comprende circa 200 specie di piante erbacee perenni appartenenti alla  famiglia delle Cyperaceae, diffuse allo stato rustico nelle zone umide e temperate della Terra. Crescono forte e rigogliose specialmente lungo le rive dei corsi d’acqua, ai bordi di laghi e stagni.

Sono piante molto rustiche e robuste,  provviste di una robusta radice rizomatosa, carnosa e strisciante, che può essere interrata in terrei umidi e paludosi fino a 50-60 centimetri di profondità.

Formano folti cespugli altamente decorativi formati da numerosi fusti filiformi eretti nella parte centrale  e o ricadenti su se stessi nella parte periferica o laterale. Generalmente il colore dei fusti delle piante di Scirpus sono di colore verde brillante.
I fiori sono riuniti in spighe marroncine alla cima dei fusti e non hanno valore decorativo.

I fiori, piccoli e scarsamente decorativi, sono riuniti in spighe arcuate e ramificate, di colore marrone scuro. Compaiono sulle sommità degli steli.

I frutti sono acheni capsule indeiscente che a maturazione cadono dalla pianta dando vita a nuove piante per autosemina.

Scirpus-infiorescenze

Fioritura

La maggior parte delle specie di Scirpus fioriscono nel periodo primavera-estate, da maggio ad agosto.

Scirpus-Cyperaceae

Coltivazione Scirpus – Scirpo

Esposizione

Sono piante che amano i luoghi luminosi e soleggiati per molte ore. La messa a dimora in luoghi ombreggiati rallenta la loro crescita ed causa anche della mancata fioritura. Gli Scirpus amano le temperature miti. A temperature inferiori ai 7° C per evitare che la piante vadano in riposo vegetativo, vanno riparate in ambiente protetto  non inferiori con temperatura costante di 14-16°.

Terreno

Le diverse specie si Scirpus si sviluppano bene lungo le rive dei corsi d’acqua o sui bordi di laghetti e stagni. Se coltivati in terra, prediligono terreni ricchi con valore di pH leggermente acidi..

Concimazione

Le piante di Scirpus coltivate in vaso o in piena terra vanno concimate una volta al mese in quanto sono esigenti di nutrienti. Il fertilizzante liquido o granulare a lento rilascio oltre ad essere bilanciato in azoto, potassio, e fosforo, deve contenere anche anche una buona percentuale di ferro, rame, zinco, manganese, e molibdeno, microelementi utili per uno sviluppo adeguato e armoniso sia dell’apparato radicale sia della parte aerea.

Scirpus-coltivazione

Scirpus: coltivazione in vaso

Con adeguate cure e creando condizioni ambientali adeguate Le piante di Scirpus si adattano senza problemi anche alla coltivazione in vaso. Il  vaso deve avere un diametro di almeno 12 -15 centimetri e il terriccio sciolto, ricco di sostanza organica. Le annaffiature devono essere abbondanti e frequenti per tutto l’anno,  soprattutto in estate e facendo attenzione che sia sempre umido e mai secco.

Rinvaso

Si effettua sempre in primavera quando le radici e i fusti hanno occupato tutto lo spazio disponibile Si può utilizzare lo stesso vaso se vengono eliminati i fusti della parte centrale che spesso tendono a seccare perchè troppo compressi.

Moltiplicazione Scirpo

L e piante di Scirpo si riproducono per seme in primavera ma vengono propagate molto più facilmente per via agamica mediante la divisione dei cespi.

Propagazione per divisione dei cespi

Si effettua tra aprile -maggio, suddividendo in più parti le piante sane e sviluppate.

Si prelevano i fusti periferici provvisti di radici ben sviluppate e si mettono subito a dimora. Questa tecnica di riproduzione è preferita alla semina in quanto le piante di Scirpo sono già cresciute e pronte per la produzione dei fiori o meglio delle infiorescenze. Si può praticare ogni anno per

Impianto o messa a dimora

I rizomi si interrano in aprile-maggio, coprendoli appena con terriccio, in acqua profonda al massimo 50 cm. In vaso si impiantano al massimo tre piante mentre in piena terra le piante vanno messe a distanza di circa 1 metro l’una dall’altra.

Potatura

A fine autunno, si tagliano alla base i fusti vecchi e secchi per favorire l’emissione di quelli nuovi e per assicurare lo spazio adeguato alla loro armoniosa crescita.

Parassiti e malattie dello Scirpo

In generale, le piante di Scirpus sono resistenti all’attacco delle malattie fungine ma sensibili agli attacchi degli afidi che formano dense colonie sulle infiorescenze che seccano precocemente.

Cure

Alcune specie di Scirpus vengono coltivate anche come piante d’appartamento e, in questo caso, per il loro benessere è bene assicurare un habitat quanto più naturale possibile evitando di tenerle in locali tropo caldi e asciutti.

Scirpo

Varietà o specie di Scirpus

Scirpus cernuus

Una specie molto decorativa coltivata anche come pianta d’appartamento. Si presenta con fusti esili di color verde brillante. In tarda primavera -estate, produce infiorescenze composte da piccoli fiori, portate sulle sommità di lunghi steli. Lo Scirpus cernuus è la specie che si adatta anche alla messa a dimora nei terreni umidi. E’ molto resistente e non necessita di cure particolari.

Scirpus maritimus

E’ una specie molto comune che cresce spontanea alle foci dei fiumi, dove l´acqua ha già una modesta concentrazione salina, raggiunge mediamente 1-1,2 metri di altezza e presenta steli a sezione triangolare di color verde smeraldo. Le infiorescenze sono piccole spighe giallo dorate.

Scirpus lacustris

E’ una pianta acquatica, sempreverde, rizomatosa con fusti eretti bianco -verdastri alti più di 2 metri. Le infiorescenze terminali sono piccole spighe rosso-brunastre. Fiorisce in estate, da luglio ad Agosto. E’ una pianta perfetta per le zone umide, ideale per la piantumazione negli stagni o nei laghetti ad una profondità massima di 40 cm. Pianta molto rustica che non teme il gelo e ottima come pianta per fitodepurazione.

Scirpus zebrinus

E’ una specie originaria del Giappone e ritenuta la più ornamentale di tutte. dalla radice rizomatosa, dalla primavera fino all’autunno, vengono emessi numerosi steli che alternano trasversalmente striature bianche e gialle. Le striature bianche di Scirpus zebrinus con lo sviluppo della pianta diventano completamente verdi. Si coltiva in vaso e all’esterno, in terreno  costantemente umido, specialmente in estate. Generalmente dovrà essere posto a dimora in un luogo soleggiato e con un terriccio universale misto a torba.

scirpus-albescens

Scirpus albescens

Una specie originaria dell’Europa, Asia e America centro.settentrionale. Si presenta con steli lunghi 2 metri di colore bianco con striature verticali verdi che, dopo il primo anno, diventano bianchi. E’ adatto ad essere coltivato anche in vaso in luoghi soleggiati o parzialmente ombreggiati. Si propaga facilmente, ogni anno, per divisione dei cespi. Ha un portamento slanciato ed elegante.

Scirpus-usi

 

Usi

Le foglie e i fusti delle piante di Scirpo venivano usati in molti paesi Europei per lavori di intreccio. per impagliare sedie e per realizzare cesti, stuoie . Alcune specie di Scirpus vengono impiegate per contrastare l’erosione del suolo e come fitodepuratrici dell’acqua. Inoltre i rizomi essiccati vengono impiegati in campo erboristico per le loro proprietà diuretiche e per preparare  cataplasmi contro le scottature.

Scirpus cernuus

Linguaggio dei fiori e delle piante

La pianta di Scirpus, come il giunco, simboleggia la docilità.

Curiosità

Il nome scientifico del genere Scirpus deriva dal latino ‘scirpere’ (intrecciare,). Gli Scirpus sono piante acquatiche molto simili ai giunchi.

Galleria foto Scirpus

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta