Schizachyrium scoparium – Schizachyrium

 

Schizachyrium-scoparium-graminacea

Lo Schizachyrium scoparium, piccolo Bluestem o erba scopa, è una graminacea ornamentale dal portamento  elegante facile da coltivare in qualunque tipo di terreno, in vaso ed apprezzata soprattutto per il particolare colore del suo fogliame.

Caratteristiche generali dello Schizachyrium scoparium

Lo Schizachyrium scopiarium è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Poaceae o Graminaceae originaria del Nord America orientale. Chiamato comunemente piccolo bluestem, vegeta allo stato spontaneo lungo i bordi delle strade, nei campi, in radure, praterie, colline, aree desolate e boschi aperti dall’Alberta al Quebec a sud fino all’Arizona e alla Florida

La pianta è dotata di una radice fascicolata molto robusta che si estende in profondità e larghezza. In pieno sviluppo vegetativo forma un cespuglio morbido, alto 130 centimetri  e largo 60 cm, composto da un ricco fogliame altamente decorativo che ondeggia leggiadro e morbido al minimo soffio di vento.


Leggi anche: Erba medica coltivazione

Schizachyrium-foglie

Le foglie dello Schizachyrium sono lunghe con lamina lineare-lanceolata appiattita a margine liscio ma molto tagliente a causa del contenuto di Silicio. Le foglie, verdi con base tendente al bu, in autunno virano al bronzo-arancio.

I fiori sono violacei-bronzo e appaiono riuniti in racemi lunghi circa 8 cm su steli ramificati che si innalzandosi  sopra il fogliame attraggono numerose farfalle.

Schizachyrium-spighe

I semi sono grappoli di soffici teste bianco-argentee molto decorative e generalmente persistono sugli steli anche durante i mesi invernali. I semi sono fertili e generano altre piante per autosemina.

Fioritura

Lo Schizachyrium scoparium fiorisce dall’estate fino all’inverno inoltrato, da Agosto a Febbraio.

Schizachyrium-scoparium

Coltivazione dello Schizachyrium scopiarium

Esposizione

Come le altre varietà di graminacee ornamentali ama l’esposizione al pieno sole e ben arieggiata. Resiste al caldo e al freddo senza problemi. Non tollera invece l’umidità dell’ambiente.

Annaffiature

E’ una piana che necessita di poca acqua in quanto tollera la siccità prolungata infatti non ama il terreno umido. Coltivata in piena terra si accontenta delle piogge ma se l’esemplare e giovane o impiantato da poco va regolarmente irrigato almeno nel primo anno dell’impianto e in estate per favorire l’attecchimento in profondità dell’apparato radicale. Durante l’estate le annaffiature vanno praticate solo se il terreno diventa molto arido e dall’autunno in poi le annaffiature vanno sospese del tutto in quanto la pianta entra in riposo vegetativo.


Potrebbe interessarti: Pianta del cotone – Gossypium

Concimazione

Per stimolare la produzione di nuova massa vegetale si concima la base dei cespi in primavera somministrando un fertilizzante specifico per piante verdi a basso tenore di azoto (N). Successivamente altre 2 somministrazioni, fino all’estate saranno sufficienti ad assicurare i nutrienti indispensabili per mantenerla forte e rigogliosa.

Schizachyrium scoparium: coltivazione in vaso

E’ una pianta a bassa manutenzione facile da coltivare anche in vaso su balconi e terrazzi.

Il vaso, preferibilmente di terracotta deve avere un diametro minimo di 20 cm, riempito con terreno adatto allo sviluppo delle radici e della parte aerea, sempre mescolato a materiale drenante e come fondo 10 cm di argilla espansa.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Se la pianta è particolarmente vigorose il contenitore deve essere più largo e abbastanza profondo.

Le annaffiature dovranno essere praticate con maggiore frequenza ma con moderazione e, solo quando il terreno è completamente asciutto se si vuole evitare il marciume delle radici che insorge sempre quando il terreno è fradicio.

Va concimato ogni anno con una somministrazione di concime ternario contenente azoto (N), fosforo (P) e potassio (K).

Rinvaso

Va fatto in primavera utilizzando di anno in anno un vaso dal diametro più grande, nuovo terriccio e materiale drenante per il fondo. Il rinvaso si effettua quando le radici dello Schizachyrium fuoriescono dai fori del drenaggio dell’acqua delle annaffiature.

Moltiplicazione dello Schizachyrium scoparium

La maggior parte delle graminacee coltivate a scopo ornamentale, ad esclusione delle specie  ibride, si riproducono per seme e ancora meglio mediante la divisione dei cespi, intervenendo su piante  ogni 3 – 5 anni.

Semina

La semina può essere effettuata in primavera stratificando i semi su un terriccio sciolto e fertile mantenuto costantemente umido fino alla comparsa dei germogli. Il semenzaio va posto in un luogo con temperatura di 15° C.

Propagazione per divisione dei cespi

Si pratica in primavera, ogni 3 – 5 anni, quando le piante iniziano a produrre nuova vegetazione.

  • Con una vanga  si rimuove il terreno intorno alla pianta e si procede all’estirpazione del cespo più vigoroso.
  • Poi con un  attrezzo ben affilato si taglia in più parti il cespo, facendo attenzione che ogni porzione  abbia qualche radice ben sviluppata.
  • Quindi si tagliano le foglie di ciascuna porzione riducendole  a 1/3 della loro lunghezza.
  • Le porzioni recise si ripiantano al momento stesso in nuove buche e si irrigano abbondantemente e con regolarità, almeno per il primo anno.

Schizachyrium-spighe

Impianto o messa a dimora

Le piante di Schizachyrium  si mettono a dimora verso la fine di marzo. Si piantano in buche ben lavorate con l’aggiunta di materiale drenante sul fondo. La distanza di impianto varia a seconda della dimensione della pianta, dai 40 agli 80 cm. Dopo il trapianto si procede con un’abbonante bagnatura per favorire un veloce attecchimento delle radice nella nuova dimora.

Abbinamenti

Le graminacee si possono usare come esemplari isolati oppure, in una bordura di fondo o nelle aiuole molto lunghe, si possono abbinare ad arbusti come Cornus, Tasso, Bosso o ligustro e anche con anche con Bergenia, Deschampsia, Hemerocallis, Achillea, Heliopsis, Imperata, Rudbeckia, Sedum e Vernonia.

Lo Schizachyrium coltivato in vaso molto capiente, dal diametro di 50 cm, può essere abbinato con: Colocasia, Melinis, Heuchera e Podranea.

Potatura

Lo Schizachyrium scoparium conserva il suo loro valore ornamentale anche nei mesi autunnali e parte di quelli invernali pertanto  la potatura va rimandata alla fine dell’inverno o all’inizio primavera tagliando il cespuglio a livello del suolo. La potatura drastica ringiovanisce la pianta che rigetterà appena si risveglia nuovi getti sani e vigorosi. Quando si effettua la potatura è consigliabile indossare i guanti da giardinaggio per evitare eventuali tagli inferti dalle foglie.

Parassiti e malattie dello Schizachyrium scoparium

E’ una graminacea molto rustica che non soffre l’attacco dei comuni parassiti animali quali afidi e cocciniglia che di solito infestano tutte le altre varietà e tra le malattie fungine o crittogame sono sensibili solo al marciume delle radici che si manifesta solo se il terreno di coltivazione non è ben drenato.

Cure e trattamenti

Come le altre varietà di  graminacee ornamentali anche lo Schizachyrium è una pianta a bassa manutenzione che non necessita di particolari attenzioni e non richiede trattamenti antifungini o antiparassitari.

Varietà di Schizachyrium

Tra le circa 100 specie appartenenti al genere Schizachyrium ricordiamo le cultivar più apprezzate a scopo ornamentale.

Schizachyrium scoparium Blue Heaven

Una specie a portamento eretto che forma un cespuglio eretto alto circa 140 cm. Ha foglie di colore  colore blu brillante in estate e con riflessi viola in autunno. Dalla fine dell’estate fino all’inizio dell’autunno, produce numerose pannocchie viola lucide e semi morbidi bronzei. E’ perfetta per aree calde e le zone siccitose dove altre piante hanno difficoltà a sopravvivere.

Schizachyrium scoparium Prairies Blues

Una graminacea spettacolare con fogliame blu argenteo durante la primavera e l’estate e rosso in autunno.  Nel mese di agosto sugli steli si formano lunghi racemi color bronzo soffusi di viola, seguiti da spighe di semi con ciuffi piumosi leggerissimi. Viene coltivato facilmente in tutti i tipi di giardino per la resistenza al caldo e al freddo e per le ridotte esigenze di manutenzione. Si adatta a diversi tipi di terreno ben drenato.

Schizachyrium scoparium Standing Ovation

Una cultivar del Nord-America dal portamento eretto. Forma un cespuglio compatto di foglie lineari con lamine blu e con apici rossastri durante l’estate. In inverno il fogliame vira al rosso o al marrone creando un effetto cromatico spettacolare. Produce teste di seme molto persistenti che attraggono numerosi uccelli ed altri granivori. E’ una specie a bassa manutenzione, necessita di poco fertilizzante e di poca acqua. E’ una specie selezionata e a brevetto protetto dal 2014.

Schizachyrium -Usi

Usi in giardino

Le piante di Schizachyrium  sono erbacee ornamentali utilizzate come elementi singoli o in gruppo per bordure nei giardini, nei parchi pubblici, in vaso per abbellire spazi esterni. Negli ultimi anni  trovano anche largo impiego per abbellire le aiuole stradali, le rotatorie e altri spazi urbani dove altre specie di piante non resisterebbero all’alto tasso di inquinamento.

Nome inglese

Lo Schizachyrium scoparium in Inghilterra è chiamato Little Buestem prateria per le sfumature bluastre delle presenti alle basi delle foglie.  Il Little bluestem è l’erba ufficiale dello stato del Nebraska e del Kansas.

Curiosità

Il nome  del genere deriva dal latino schizein che significa dividere e achyron che significa pula.

L’epiteto specifico scopiarium significa scopa e fa riferimento alla forma della pianta.

Il nome comune erba della barba o erba blu si riferisce al colore blu lavanda sulle basi dello stelo.

Questa graminacea è stata una delle piante simbolo all’Expo 2015 di Milano.

Galleria foto Graminacee

 

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica