Salcerella Lythrum salicaria coltivazione


salcerella-pianta-acquatica

La Salcerella è una pianta acquatica coltivata a scopo ornamentale nei laghetti artificiali che ben si presta anche alla coltivazione in grandi vasi anche nelle regioni caratterizzate da inverni rigidi.

salcerella-fioritura


Caratteristiche Lythrum salicaria – Salcerella

La Lythrum salicaria, comunemente chiamata o Salcerella, è una pianta erbacea perenne della  famiglia delle Lythraceae originaria dell’Asia e dell’Europa diffusa allo stato spontaneo in tutti i terreni umidi del nord, centro e sud Italia, dalla Valle d’Aosta fino alla Sicilia e alla Sardegna.

La pianta è dotata di un robusto apparato radicale di tipo rizomatoso formato da grosse radici carnose e da numerose radici avventizie più piccole.

I rizomi della Salcerella si ancorano al terreno come potenti ventose o idrovore e ogni anno, allungandosi di circa 20 cm, soffocano le altre piante.

La parte aerea della Salcerella ha un portamento cespuglioso compatto, alto anche più di 1 metro che in inverno dissecca per poi ripresentarsi forte e rigogliosa nella primavera successiva.

salcerella-steli

Gli steli semilegnosi e a sezione quadrangolare sono eretti, sottili e di colore verde – rossastro.

Le foglie, opposte, lanceolate e prive di picciolo e a margini leggermente arrotolati, sono di colore verde  intenso. Tutte le parti della pianta, steli e foglie sono ricoperti da una densa e corta peluria rossastra.

Salcerella-fiore

I fiori molto vistosi e di colore rosato sono riuniti in lunghe infiorescenze apicali che ricordano un po’ quello del Lupino ornamentale e quelle del Delphinium. Ogni spiga è composta da tantissimi fiori con corolla formata da  5-7 petali. I fiori attirano le api ed altri insetti pronubi per la produzione di abbondante nettare e polline.

I frutti sono capsule oblunghe semilegnose contenenti piccoli semi giallo che, in autunno, quando la capsula si apre, si disperdono nell’acqua e germinano dando vita a nuove piante di Salcerella.

Fioritura Salcerella: fiorisce in estate da giugno fino ottobre.

salcerella-lytrhum-salicaria

Coltivazione Salcerella – Lythrum salicaria

  • Esposizione: anche se per fiorire necessita del sole diretto si sviluppa abbastanza forte e rigogliosa anche nei luoghi parzialmente soleggiati o ombreggiati. Durante il periodo di riposo vegetativo resiste anche a temperature inferiori al di sotto dei 15 C. Nelle zone con clima molto rigido si consiglia di coltivare la Salcerella direttamente in vaso in modo da poterla trasferire durante l’inverno in un luogo protetto.
  • Terreno: le piante di Salcerella allevate in vaso prediligono il terreno sabbioso e argilloso e con qualsiasi valore di pH.
  • Annaffiature: la pianta allevata in vaso va regolarmente ed abbondantemente annaffiata per assicurare al substrato di coltura il giusto grado di umidità. Se la pianta viene invece coltivata in vasche o altri tipi di contenitori sarà sufficiente ricambiare l’acqua e volte al mese.
  • Concimazione: in inverno somministrare alla base dei cespi del concime specifico per piante acquatiche per assicurare i nutrienti indispensabili per il ricaccio della parte aerea nella primavera successiva.  Le sarcelle coltivate in terra necessitano di periodiche concimazioni o in forma liquida o informa granulare a lento rilascio.

Concime-granulare

Moltiplicazione Salcerella – Lythrum salicaria

La pianta si riproduce naturalmente per seme ma può essere agevolmente propagata per divisione dei rizomi.

Moltiplicazione della salcerella per divisione dei rizomi

I semi raccolti direttamente dalle piante poco prima della maturazione delle capsule si mettono a germinare direttamente in un substrato composto da terreno sabbioso ricoperto di acqua. Quando le nuove piante avranno raggiunto i 20 cm di altezza potranno essere messe a dimora definitiva.

Moltiplicazione della salcerella per divisione dei rizomi

La propagazione per divisione dei rizomi è molto semplice da effettuare e in più assicura anche piante con le stesse caratteristiche genetiche della pianta madre.Con un coltello ben affilato e disinfettato si divide il rizoma in più parti e le porzioni praticate si mettono direttamente a dimora.

Rinvaso-pianta

Rinvaso Salcerella

La pianta, come le calle, va rinvasata quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio delle annaffiature utilizzando un contenitore più ampio del precedente o in alternativa sempre lo stesso se si ridimensionano i rizomi.

Salcerella-potatura

Potatura Salcerella – Lythrum salicaria

Per favorire l’emissione di getti laterali e la fioritura si eliminano gli steli portanti i fiori appassiti e quelli danneggiati dal freddo. Si recidono alla base i rametti secchi e quelli eventualmente infestati da parassiti per evitare la diffusione a quelli sani.

Parassiti e malattie Salcerella

Si tratta di una pianta rustica che raramente viene attaccata dai parassiti animali come afidi e cocciniglia ed è resistente alle malattie fungine come l’oidio o mal bianco.

Cure e trattamenti

Riparo invernale per le piante allevate in vaso e trattamenti con prodotti specifici ad ampio spettro solo in caso di infestazioni.

lythrum-salicaria-infiorescenza

Usi medicinali Lythrum salicaria –   Salcerella

Le infiorescenze, ricche di tannini, pectine, mucillagini, tra gli zuccheri la salicarina, carotenoidi, fitosteroli e ferro, vengono impiegate sotto forma di colluttorio per le infiammazioni della bocca (gengiviti, stomatiti e afte) e vaginali.

Nel passato le infiorescenze della Salcerella venivano utilizzate a scopo depurativo, contro la dissenteria e per combattere la febbre tifoide.

Significato Lythrum salicaria

Il nome della Salicaria deriva dalla parola salce  o salice poichè è diffusa soprattutto nei saliceti e perchè contiene salicarina un glicoside antimicrobico.

Il nome deriva dal greco Lýthron, che significa sangue in riferimento al colore sanguigno dei fiori e alle sue proprietà antiemorragiche.

Il nome salicaria si riferisce alla somiglianza delle sue foglie con quelle del Salice.

Salcerella-lythrum-salicaria-infiorescenza

Curiosità

Pur essendo una stupenda pianta acquatica,  è considerata per la sua elevata capacità di diffusione e propagazione una delle piante tra le più infestanti e pertanto rientra come il giglio d’acqua nella lista delle 100 piante più dannose al mondo.

La salcerella è conosciuta anche come:

  • Riparella.
  • Lisimachia rossa.
  • Stipa marina.
  • Verga rossa dei fossi.

Galleria foto Salcerella – Lythrum salicaria

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News


Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta