Pungitopo proprietà e caratteristiche


Quali sono le proprietà fitoterapiche e medicamentose del Pungitopo o Ruscus aculeatus? Quali sono i suoi principi attivi? Come viene impiegato, come si usa, come preparare una tisana? Quali sono le controindicazioni?

pungitopo-bacche


Caratteristiche del Pungitopo

Il pungitopo è un arbusto spontaneo perenne e si trova facilmente nei boschi. E’ caratterizzato dalla presenza di piccoli rametti appiattiti di colore verde, detti cladodi, terminanti all’apice  con una spina. Sulla pagina superiore dei cladodi si trovano sia dei  fiori molto piccoli di colore verde e sia le  le bacche, frutti del pungitopo, dal caratteristico colore rosso brillante.

Pungitopo-bacche -rami

Principi attivi del Pungitopo

Questa rustica pianta è ricca di sali minerali, proteine, ruscogenina, tannini, polifenoli, fitosteroli concentrati nelle foglie e soprattutto nella radice rizomatosa.

Pungitopo-rusco

Proprietà del Pungitopo

Il pungitopo o Rusco è una pianta officinale ricca di ruscina e ruscoide, fitosteroli, sali di potassio e calcio.

Le sue virtù fitoterapiche sono conosciute fin dall’antichità e infatti gli vengono riconosciute e proprietà antinfiammatorie, astringenti e sudorifere.

E’ un ottimo diuretico: aiuta a combattere la ritenzione dei liquidi e a contrastare la cellulite.

E’ un potente tonico venoso: attiva la circolazione venosa, combatte la pesantezza di gambe, le flebiti e le varici.

E’ ritenuto un efficace rimedio per la cura delle emorroidi croniche e della gotta.

Combatte i dolori articolari e cura lievi reumatismi.

Pungitopo

Come si consuma il Pungitopo

In erboristeria viene impiegato per la preparazione di infusi, tisane e creme fitoterapiche.

Per combattere la ritenzione idrica, la febbre e i calcoli renali si utilizza o un macerato o una tisana di radici.

Preparazione della tisana di radici di Pungitopo

Mettere in una tazza 50 grammi di radici. Far bollire 500 ml di acqua. Versare l’acqua bollente sopra le radici, coprire con un tovagliolo e lasciare riposare 10 minuti e poi filtrare. Prenderne due tazze al giorno.

pungitopo-coltivazione

Usi del pungitopo

Il pungitopo viene raccolto a scopo ornamentale nel periodo natalizio per la bellezza e il colore rosso vivo delle sue bacche per comporre ceste, centrotavola e decori natalizi. Il Pungitopo o Ruscus aculeatus è coltivato anche nei giardini per creare stupende macchie di colore nel periodo invernale. I teneri germogli lessati sono ottimi all’insalata.

Controindicazioni del pungitopo

Nessuna ma si sconsiglia l’assunzione in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.

Curiosità

Pungitopo Coltivazione

Salsa ai germogli di pungitopo

Galleria foto Pungitopo

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta