Prato rustico: come e quando si semina

Tra le varie tipologie di prato esistenti c’è anche il prato rustico. Cerchiamo insieme di capire come e quando si semina, per poter ottenere degli ottimi risultati.

Prato rustico come e quando si semina 1

Desideri avere un prato verde, rigoglioso, bello da vedere per il tuo spazio esterno? Un prato come quelli che si vedono sulle riviste di giardinaggio, di un bel colore verde, compatto ed uniforme e, sicuramente, non asfittico. Di prati ne esistono diverse tipologie. La prima che viene in mente è, sicuramente, il prato inglese che, però, nonostante la sua bellezza, ha molte insidie per quanto concerne la crescita e la successiva cura.

Il prato inglese, infatti, mal si sposa con i climi caldi del nostro Sud Italia. Quale potrebbe essere, dunque, una valida alternativa? Il prato rustico, opzione che si ha a disposizione per i climi mediterranei e composto, principalmente da gramigna, oppure gramignone. Sia la gramigna che il gramignone sono in grado di resistere sia al caldo che all’assenza di umidità.


Leggi anche: Prato fiorito: come e quando si semina

Il suo aspetto, inoltre, è verde ed omogeneo che può ricordare i prati all’inglese. Il vantaggio di un prato rustico, però, è che è molto meno impegnativo, in termini di manutenzione rispetto del decorativo prato inglese.

Certo, l’aspetto del prato rustico non è patinato e decorativo al pari del suo fratello inglese. Essendo costituito da erba più robusta, con radici più profonde, il prato rustico è perfetto anche per terreni poveri dal punto di vista delle sostanze nutritive.

Durante la fase della post semina, ci saranno degli accorgimenti da seguire come, ad esempio, irrigazioni e falciature non molto frequenti. In fin dei conti, dunque, un prato rustico è perfetto se puoi dedicare poco tempo al giardinaggio. Inoltre, data la sua resistenza, si presta bene se hai dei bambini, oppure il tuo spazio aperto è calpestato di frequente.

Ricapitolando: un prato rustico è perfetto per resistere alle malerbe, può essere piantato nei terreni sfavorevoli, poco soggetti a piogge e esposti male; è resistente anche su terreni posti in pendenza e al calpestio frequente.

Vediamo come e quando seminare un prato rustico di sicuro successo.

Prato rustico come e quando si semina 4

Prato rustico: quando seminare

Se si decide di seminare un prato rustico con gramigna, il periodo perfetto per la semina dipende dalla temperatura del terreno. Per le microterme, infatti, la semina non dovrebbe avvenire se la temperatura del terreno è inferiore ai 10 gradi centigradi.

Le due stagioni perfette, dunque, sono sia la primavera (maggio-giugno) che l’autunno. Attenzione, però, alle possibili gelate tardive. Ovviamente, in alcuni casi, a seconda del clima presente nelle diverse regioni italiane, la semina potrebbe avvenire anche in estate.


Potrebbe interessarti: Prato in ombra: come e quando si semina

Prato rustico come e quando si semina 2

Prato rustico: prima di seminare

Prima di iniziare la semina di qualsiasi prato, il terreno deve essere preparato. La terra deve essere resa soffice e ricca. Soltanto in questo modo i fili d’erba possono crescere forti e sani. Potresti dover utilizzare gli erbicidi sistemici e i diserbanti, per contrastare la presenza di infestanti.

Inoltre, potresti dover preparare il terreno con una zappa o motozappa (se ne sei fornito oppure se la noleggi). La fase successiva è quella che riguarda l’arricchimento del terreno ovvero di concimazione. Inoltre, il terreno potrebbe avere bisogno di essere aggiustato. Ad esempio, se è troppo argilloso potresti dover aggiungere della sabbia o della torba.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Dopo aver sparso il concime, è necessario dover amalgamare il terreno, sempre con l’aiuto della zappa. Con il rastrello, dovrai livellare il terreno, spianando dossi ed avvallamenti. Gli avvallamenti, infatti, sono parecchio dannosi per i ristagni d’acqua.  Successivamente, il terreno dovrebbe essere rullato o a mano oppure con un trattorino tagliaerba.

Prato rustico come e quando si semina 3

Prato rustico: come seminare

Nel momento in cui si procederà con la semina vera e propria, il mix di sementi per generare il prato rustico, per metro quadro varierà. Dopo aver provveduto a spargere i semi, sarà di nuovo il caso di rastrellare il terreno, per interrare bene i semi.

Dopo aver seminato, è necessario che il terreno venga mantenuto umido in profondità. L’annaffiatura dovrà essere data ogni giorno in estate, per tre settimane, trascorse le quali le piantine sono germinate. Se il clima non è particolarmente torrido, potrai irrigare anche ogni due o tre giorni. Attenzione anche ai ristagni

Quando il prato germina, attendi che i fili d’erba raggiungano almeno i 10 centimetri di altezza. Soltanto dopo, potrai procedere al primo taglio. 

Prato rustico come e quando si semina 5

Prato rustico: come e quando si semina – foto e immagini

Ora che la semina di un pratico rustico non ha più segreti per te, non ti resta che metterti a lavoro. Siamo sicuri che avrai grandi soddisfazioni.

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010
  • Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione
  • Master in Comunicazione, specializzazione in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.