Prato ornamentale: tipologie, come e quando si semina

Un giardino non si compone soltanto da piante ed alberi, ma anche di un bel prato ornamentale che deve ricoprire il tuo spazio esterno completamente. Come realizzarlo? Scoprilo leggendo questa guida.

Prato ornamentale_ tipologie, come e quando si semina 3

Un bel prato ornamentale può essere la ciliegina sula torta per completare il tuo giardino. Del resto, uno spazio esterno non può dirsi completo senza un bel manto erboso che lo ricopra. Sì, perché oltre agli alberi e alle piante un giardino si compone anche dell’erba.

Non tutti i prati ornamentali, però, sono uguali. Ne esistono, infatti, diverse tipologie che imparerai a scoprire con questo articolo.

Dopo aver deciso la tipologia, dovrai seguire delle regole affinché possa durare nel tempo e non avere problemi. Inoltre, dovrai metterci tanta buona volontà oltre ad una giusta dose di pazienza. Il terreno, infatti, dovrà essere preparato.


Leggi anche: Piante da balcone soleggiato: quelle resistenti ad un’estate caldissima

Vediamo tutte le fasi, passo dopo passo.

Prato ornamentale_ tipologie, come e quando si semina 1

Prato ornamentale: tipologie

Cosa s’intende per prato? Un prato è una distesa composta da erba verde rasata. Ogni prato può avere caratteristiche diverse. Di seguito analizzeremo le tipologie di prato ornamentale.

Prato ornamentale estetico

In questa categoria rientra il prato inglese, usato dove il clima non è mai troppo caldo e molto umido. Si tratta del classico prato da copertina che si può trovare nelle città del Nord. Si adopera per distese ampie come i parchi ma anche nei giardini delle case private. Il manto erboso appare elegante perché verde e compatto. 

Il prato inglese richiede un terreno che sia privo di vegetazione spontanea. C’è bisogno anche molta manutenzione: deve essere falciato ed irrigato di frequente affinché il verde mantenga la sua brillantezza. Prima di piantare il mix di semi, il terreno dovrebbe essere preparato. Se non è troppo poroso, è necessario aggiungere della sabbia e, per aumentarne la fertilità, della torba.

Prato ornamentale rustico

A differenza del prato inglese, il prato rustico richiede una manutenzione più scarsa. Usato per rinverdire o, semplicemente, coprire terreni anche in discesa e giardini delle case di campagna, è composto da semi con radici più forti. I prati rustici possono resistere bene anche al freddo e al calpestio. Inoltre, prima di seminare un prato rustico, non è necessario che il terreno sia preparato molto.


Potrebbe interessarti: Piante rampicanti perfette per balcone e terrazzo

Prato ornamentale sportivo

Questo tipo di prato serve per chi pratica sport e gare, siano esse calcio, sport, ippica. Si tratta di un prato composto da erba che sia in grado di resistere bene a calpestio e sollecitazioni costanti. Non è escluso, dunque, che sia un prato che richieda parecchia manutenzione. Il terreno, inoltre, deve essere preparato prima della semina, al fine di favorire il drenaggio ed evitare i ristagni. L’obiettivo è far sì che le competizioni sportive possano svolgersi in tranquillità e sicurezza.

Prato ornamentale_ tipologie, come e quando si semina 5

Prato ornamentale: quando si semina

A seconda della temperatura esterna ma anche di quella del terreno, dipenderà il periodo giusto per seminare un prato. Ecco perché meteorologicamente parlando, le stagioni più indicate sono la primavera e l’autunno. Se sceglierai la primavera, il prato ornamentale sarà pronto per essere ammirato già in estate.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Come dicevamo, infatti, conta la temperatura che, nel terreno, deve rimanere costante sui 10 gradi per almeno un paio di settimane. La temperatura esterna, invece, deve sfiorare i 14/25 gradi. Bisogna anche fare attenzione ad evitare le gelate tardive, meglio prediligere fine marzo o aprile. In autunno, l’aumento delle piogge, può favorire il germinare dei semi.

Dunque, restano escluse l’estate e l’inverno, stagioni in cui la semina di un prato resta altamente sconsigliata.

Prato ornamentale_ tipologie, come e quando si semina 4

Prato ornamentale: come si semina

Prima di procedere alla semina vera e propria, è necessario svolgere una serie di operazioni preliminari. L’obiettivo è preparare il terreno ma anche renderlo più prolifico per il tuo prato ornamentale.

La prima operazione viene chiamata concimazione di fondo che può essere realizzata con concime organico (es. letame). Considera che per 120 metri quadrati, avrai bisogno di circa 30 quintali di concime che dovrà essere steso uniformemente.

Successivamente, dopo aver steso il concime, il terreno dovrà subire una lavorazione profonda. In questa fase, dovrai adoperare una zappatrice pesante che ti permetterà di mischiare la terra e sminuzzarla finemente.

Poi, dovrai livellare provvisoriamente il terreno. L’obiettivo è creare delle pendenze strategiche per evitare che l’acqua crei ristagni. Sarà il caso, dunque, di adoperare un rastrello abbastanza largo. Sarà la volta di capire il progetto specifico del tuo giardino. Inserirai delle aiuole oppure un impianto di irrigazione? Se non sai da dove iniziare, potresti servirti di ditte specializzate.

Successivamente, il terreno deve riposare. In questa fase, non dovrai far altro che attendere l’arrivo delle naturali infestanti. Soltanto dopo, potrai passare al diserbante, operazione che, nel corso della primavera/estate dovrebbe essere ripetuta almeno tre volte.

Se decidi di creare il tuo prato ornamentale con le microterme, dovrai procedere con il terreno asciutto, usando un carrellino o seminatrice ma potrai procedere anche a mano. Dopo, dovrai schiacciare la superficie del terreno con un rullo. In questo modo, i semi potranno aderire bene al terreno. Dopo la semina, il terreno dovrebbe essere sempre umido. Con le microterme meglio attendere l’autunno o l’inizio della primavera.

Se decidi di creare il tuo prato ornamentale con le macroterme, il periodo migliore è la primavera inoltrata. Assicurati di avere un impianto di irrigazione valido, in grado di resistere alla siccità estiva.  Il primo taglio, avverrà dopo circa 20 giorni o un mese.

Prato ornamentale_ tipologie, come e quando si semina 2

Prato ornamentale: tipologie, come e quando si semina – foto e immagini

Siamo sicuri che il tuo prato ornamentale sarà molto valido e bello. Goditelo!

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010
  • Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione
  • Master in Comunicazione, specializzazione in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica