Prato fiorito: come e quando si semina

Un bel prato fiorito può cambiare decisamente l’aspetto del tuo spazio esterno. Ma come e quando si semina? Scoprilo leggendo questo articolo. 

Prato fiorito_ come e quando si semina 4

Il tuo spazio esterno può diventare ancora più bello con un prato fiorito. Del resto, è molto difficile rimanere impassibili davanti ad un bel prato. I giochi di colori sono in grado di attirare l’attenzione dei grandi e dei piccoli. Purtroppo, però, non sempre cimentarsi con un prato fiorito è facile. Da un lato si teme per la propria mancanza di esperienza e per la resa finale.

Un segreto, però, c’è: informarsi. Soltanto studiando un po’ prima di procedere alla semina, si può raggiungere un buon risultato. Non farti spaventare però. Perché un prato fiorito oltre ad essere bello è anche facile da coltivare perché necessita di poche cure e di nessuna concimazione.


Leggi anche: Giunco fiorito – Butomus umbellatus

Inoltre, un prato fiorito fa bene all’ambiente poiché non necessita di sostanze chimiche ne di diserbanti che inquinano. Le piante che lo compongono, poi, possono diventare utili per la biodiversità. Il mix perfetto è quello che unisce piante annuali e piante perenni insieme. In questo modo, avrai un prato sempre ricco ma anche eterogeneo.

Di seguito, ti guideremo passo passo alla semina del tuo prato fiorito spiegandoti il come ed il quando.

Prato fiorito_ come e quando si semina 1

Cos’è un prato fiorito

Diffusi soprattutto nelle città del Nord Europa, i prati fioriti non sono altro che dei campi pieni di fiori. Puoi scegliere anche dove posizionare i fiori creando ad esempio, delle aiuole che ti permetteranno di alternare il prato erboso con spazi colorati. L’alternativa perfetta al classico prato fatto di sola erba.

Puoi realizzare un prato fiorito in qualsiasi porzione di terreno, dovrai soltanto scegliere la miscela di sementi giusta. Facciamo riferimento ai semi di diverse specie da fiore, meglio se spontanei. I fiori possono essere: annuali, biennali e perenni. Meglio scegliere delle piante che fioriscono in tempi diversi così da avere sempre un prato colorato, dal paesaggio unico.

Bastano anche dei semplici fiori di campo come i fiordalisi, i papaveri ma anche la salvia dei prati.

Prato fiorito_ come e quando si semina 3

Prima di seminare

Prima di iniziare la semina dovrai svolgere un’attività preliminare, che consiste nella valutazione del terreno. E’ necessario, infatti, considerare la scelta del luogo prescelto per realizzare il prato fiorito. E’ necessario considerare anche le caratteristiche pedologiche del terreno per poi valutare il mix di semi da impiantare.


Potrebbe interessarti: Prato in ombra: come e quando si semina

Dovrai considerare:

  • tessitura e struttura del terreno,
  • caratteristiche chimiche principali quali pH, CSC, etc.
  • caratteristiche climatiche ma anche esposizione, ombra, pendenza, e quant’altro.

Altro fattore preliminare: considerare la presenza di infestanti che potrebbero disturbare un prato fiorito. Se ce ne sono, è necessario intervenire prima utilizzando dei diserbanti o altri trattamenti. Si può usare anche la tecnica della falsa semina. Questa tecnica serve a far diminuire le infestanti che potrebbero essere presenti naturalmente nel terreno.

Successivamente, dovrai preparare il terreno alla semina. Il che consiste nell’affinarlo per consentire che possano emergere anche i semi più piccolini. In questa fase, dovrai inserire anche il fertilizzante di fondo, perfetta per quei terreni che sono poco fertili. Attenzione, però, a non dare spinte vegetative eccessive che potrebbero andare a discapito delle fioriture.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Prato fiorito_ come e quando si semina 2

Quando seminare un prato fiorito

Il periodo perfetto per la semina è tra settembre ed ottobre. Questo perché, in questi mesi l’umidità ed il clima sono particolarmente adeguati. Inoltre, la presenza di infestanti è molto ridotta. Quando si semina in autunno, i primi fiori sbocceranno in primavera.

Altri due mesi utili sono febbraio e marzo, all’inizio della primavera. La semina deve avvenire molto presto per permettere alla piantina di germinare e crearsi radici solide prima dell’arrivo della siccità estiva ma anche per proteggersi dagli infestanti. Le fioriture per le semine in primavera, dunque, arrivano in estate.

Il mix di semi deve essere particolarmente valido, affinché tutti i fiori possano avere lo spazio giusto per germinare, senza che una prevarichi sull’altra. La quantità giusta sarebbe di 10-15 gr al mq. Quantità di semi più alte potrebbero essere prese in considerazione per siti difficili o più poveri.

Prato fiorito_ come e quando si semina 5

Come seminare un prato fiorito

Una volta definito il mix di semi, sarà necessario procedere alla semina vera e propria. I semi non vanno interrati troppo. Ognuno, infatti, dovrebbe essere posto ad una profondità massima di non oltre 1 centimetro. Questo accorgimento perché i semi hanno bisogno di luce per germinare.

Per quanto riguarda il letto della semina, dovrebbe essere a granulometria fine, ciò perché i semi devono poter aderire al terreno. I semi si spargono a spaglio sulla superficie. Successivamente, si rulla. Successivamente, se mancano le piogge, si procede all’irrigazione. Se ci si trova in pendenza si può optare per due tecniche: quella dell’idrosemina e quella delle biostuoie.

Prato fiorito_ come e quando si semina 6

Prato fiorito: come e quando si semina – foto e immagini

Sei pronto a seminare il tuo prato fiorito? Ci auguriamo di averti dato tutte le dritte giuste per farlo al meglio.

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010
  • Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione
  • Master in Comunicazione, specializzazione in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.