Prato cura e manutenzione


Come curare il prato per avere un giardino erboso perfetto? Quali sono le cose da sapere e come fare crescere e mantenere l’erba del prato nel modo giusto?

prato-perfetto

tappeti erbosi del prato per essere belli verdi, rigogliosi e calpestabili hanno bisogno cure e manutenzioni costanti, seguenti ad una scelta adeguata del tipo di sementi.

prato-manutenzione


Problemi e soluzioni per un prato perfetto

Bisogna considerare vari fattori e problemi in cui possiamo imbatterci,  ed in base a questi scegliere il giusto tipo di semi per prato ed ottenere così un manto erboso che sia duraturo, funzionale ed omogeneo.

prato-terreno

Clima caldo e asciutto

Se ci troviamo in una zona dove caldo, afa e scarse piogge la fanno da padrone, conviene scegliere sementi di tipo Semi prato senza acqua 100% Cynodon dactylon (gramigna).

Questa varietà, anche se non è fine come il prato all’inglese, ha una resa gradevole ed è calpestabile e richiede meno supporto per la crescita e sostegno vegetativo.

prato-pendenze

Terreno molto pendente

In questi casi si può pensare di ridurre gli effetti delle pendenze con l’utilizzo di geostuoie, graticci in fibra naturale che trattengono meglio il terreno sul quale seminare e lo aiutano a conservare l’umidità.

prato-ombra

Troppa ombra

Se il nostro prato si trova invece in una zona coperta da alberi o edifici, e quindi riceve la luce del sole di rado o per brevi periodi, è bene scegliere sementi adatte ed evitare irrigazioni con ristagni idrici, per evitare marciume e muffe.

muschio-prato

Presenza di muschio

Il muschio si forma prevalentemente nelle zone d’ombra, sui terreni mal drenati e dove c’è feltro (strato di residui vegetali compattati).

Bisogna quindi eliminare il muschio dai prati ai primi segnali in primavera, in autunno e nei periodi umidi e piovosi utilizzando Solfato Ferroso diluito in acqua e somministrato con innaffiatoio su piccole zone o con la pompa a pressione a getto finemente vaporizzato.

Il prodotto è consentito in agricoltura biologica ed ha un’ottima efficacia rinverdente.

lombrico

Lombrichi nel prato

Se nel prato sono presenti lombrichi, la cui presenza è evidenziata da piccole montagnette di terriccio, non bisogna preoccuparsi anzi la loro presenza è un ottimo segnale per la salute del manto erboso.

I lombrichi sono infatti di grande aiuto per conservare il terreno leggero e aerato, ricco di sostanza organica. Innocui per l’uomo e gli animali, i lombrichi sono preziosi per l’equilibrio ecologico del manto erboso e del giardino.

Concimazione

Programma di concimazione

Il prato ha bisogno di concimi equilibrati e completi per favorire la crescita dell’erba, aumentare la resistenza alle avversità e consentire una corretta radicazione.

Le concimazioni si effettuano in primavera; vanno diradate in estate nei mesi di gran caldo; riprese ad inizio autunno e poi sospese.

Prima del riposo vegetativo del prato occorre ripulirlo dal fogliame caduto dagli alberi per evitare il soffocamento delle graminacee e la comparsa di malattie fungine.

prato-inglese

Tappeti erbosi di recente impianto

Questa tipologia di prato vanno curati maggiormente garantendo irrigazioni regolari e abbondanti.

Le concimazioni a lento rilascio a base di di azoto, effettuate su terreno umido, garantiscono un nutrimento adeguato per circa 3 mesi.

Dopo la concimazione occorre irrigare a fondo.

prato

Malattie del preto

Bisogna controllare periodicamente lo stato di salute del prato per evitare il diffondersi delle malattie fungine e trattamenti specifici con prodotti ecologici solo se necessari.

Galleria foto dei prati

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta