Potentilla coltivazione


fiori-potentilla

La Potentilla è una piccola pianta perenne coltivata a scopo ornamentale per bordure e per tappezzare anche i giardini rocciosi.

Potentilla-Rosacea


Caratteristiche Cinquefoglia o Potentilla

La Potentilla, chiamata comunemente Cinquefoglia, è una pianta erbacea perenne a foglia caduca, appartenente alla famiglia delle Rosaceae diffusa allo stato selvatico un po’ ovunque.

potentilla

Le piante di potentilla di taglia piccola coltivate come ornamentali anche in vaso hanno un portamento cespuglioso con forma arrotondata.  Alcune specie tra le tanti esistenti raggiungono anche altezze superiori al metro.

La potentilla è caratterizzata da sottili e rigidi steli semilegnosi fittamente ramificati.

Le foglie di colore verde chiaro digitate o pennate rugose e profondamente incise hanno i margini  dentellati.

Potentilla-fiore

I fiori sono infiorescenze a forma di piccole coppe dal colore variabile dal giallo al rosso, al bianco (Potentilla alba) I fiori della Potentilla hanno la corolla formata da 5 lunghi petali ed assomigliano moltissimo ai fiori della rosa canina e a quelli della fragole.

Il frutto è un insieme di acheni pelosi di colore marrone rossiccio. I semi sono piccoli e scuri.

potentilla-bianca

Fioritura: in condizioni ottimali di coltivazione la Potentilla produce fioriture copiose dalla primavera all’autunno inoltrato.

arbusto-potentilla

Coltivazione della Cinquefoglia o Potentilla

Esposizione: la Potentilla è una pianta che ama i luoghi soleggiati e si adatta a qualunque clima anche quello con temperature molte rigide e prossime ai -15° C.

Terreno: cresce bene in qualsiasi tipo terreno purchè ben drenato. Il substrato ideale di coltivazione è un miscuglio di comune terreno da giardino e sabbia grossolana. Un pH leggermente acido del suolo è richiesto solo da qualche varietà di potentilla mentre la maggior parte di ese cresce bene nei terreni calcarei.

Annaffiature: la Potentilla coltivata a dimora si accontenta generalmente dell’acqua piovana; tollera bene anche lunghi periodi di siccità ma nel periodo della fioritura è bene irrigarla con modesti apporti idrici. La pianta allevata in vaso va annaffiata regolarmente ma solo quando il terreno è completamente asciutto.

Concimazione: in febbraio-marzo, alla ripresa del ciclo vegetativo somministrare del concime organico alla base della pianta, oppure del concime granulare a lenta cessione.

Durante la primavera invece, ogni 20-25 giorni, è opportuno al fine di favorire una copiosa fioritura somministrare un concime ricco in azoto e potassio, diluito nell’acqua delle annaffiature.

piantine-potentilla

Moltiplicazione della Cinquefoglia o Potentilla

La riproduzione della Potentilla avviene per seme, per divisione dei cespi e mediante talea.

 Moltiplicazione per seme

La semina direttamente in piena terra si effettua in autunno o in primavera stratificando i semi su un un terriccio specifico e fertile. Il semenzaio va posto in un luogo con temperatura costante di circa 18° C fino al momento della comparsa dei teneri germogli.

Moltiplicazione per divisione dei cespi

La divisione dei cespi va praticata in primavera trapiantando le porzioni divise con attrezzi disinfettati e ben affilati, al momento stesso per evitare di traumatizzare le radici.

Moltiplicazione per talea

In estate si effettuano le talee di steli semilegnosi che vanno prelevati con cesoie ben affilate e disinfettate per evitare la diffusione di malattie fungine.  vanno messi a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali e poi trapiantate in piena terra.

La propagazione mediante talea e divisione dei cespi assicura piante geneticamente identiche a quella madre in quanto non c’è mescolanza dei caratteri ereditari.

fiore-giallo-potentilla

Rinvaso

Le piante di Potentilla coltivate in vaso come piante perenni vanno rinvasate ogni anno in primavera, prima della ripresa vegetativa della pianta. Si utilizza un  vaso più grande del precedente e terriccio nuovo e fresco ricco di sostanza organica. Nelle’effettuare il rinvaso bisogna fare attenzione a non traumatizzare le radici  più delicate.

Potatura

La potentilla no richiede interventi di potatura ma si asportano manualmente le foglie appassite e si recidono gli steli floreali secchi per favorire l’emissione di quelli nuovi.

pianta-fiore-potentilla

Malattie e parassiti

La Potentilla è una pianta resistente e raramente soffre l’attacco degli afidi e della cocciniglia. Tra le malattie fungine è sensibile al marciume delle radici se il substrato di coltivazione non è ben drenato.

Cure e trattamenti

Gli afidi possono essere eliminati trattando il fogliame della Potentilla con un prodotti chimici specifici a argo spettro oppure utilizzando anche quelli biologici come l’antiparassitario all’equiseto e l’antiparassitario all’ortica o quello all’aglio facili da preparare anche in casa.

fiore-potentilla

Varietà

Tra le varie specie di Potentilla , ricordiamo quelle più conosciute e coltivate:

Potentilla reptans, è una varietà di tipo erbaceo e perenne caratterizzata che non supera il metro d’altezza. La sua fioritura è prevista verso metà estate, è senza dubbio piuttosto tardiva, ma poi procede rapida e crea superfici gialle meravigliose.

Potentilla fruticosa, una specie  a portamento arbustivo detta impropriamente fruticosa, è invece una pianta con fogliame caduco. Può superare tranquillamente il metro di altezza raggiungendo i 160 cm, a metà primavera inizia a fiorire e prosegue fino all’inizio dell’autunno, regala mantelli di fiori di tinte vicino al giallo ma sa sorprendere con sfumature anche coraggiose, sempre in contrasto con le foglie scure e verdi.

Potentilla erecta, una pianta che contrariamente al nome è di modeste dimensioni. E’ un’erbacea perenne che non supera i 50-60 centimetri e che dall’estate fino all’autunno inoltrato produce numerosissimi fiori  in diverse tonalità di giallo.

Potentilla goldfinger, una specie diffusa in tutte le zone della Terra; alta non più di 1 metro, questa pianta è adatta per bordure, giardini rocciosi, siepi basse e per la coltivazione in vaso. Dalla primavera inoltrata fino alla fine di ottobre produce fiori di colore giallo oro e proprio per questo motivo viene chiamata Goldfinger. Questa varietà viene coltivata come annuale.

Proprietà ed usi

La Potentilla oltre che come pianta ornamentale è apprezzata come pianta medicinale per le se proprietà antispastiche, viene infatti utilizzate nella cura dei dolori mestruali, nella cura della diarrea e delle malattie gastrointestinali di varia natura.  Dalle radici della Potentilla vengono estratti tannini ed altri principi attivi utilizzati a scopo fitoterapico.

Potentilla e significato dei fiori

Nel linguaggio dei fiori la potentilla assume il significato di amore materno. La Potentilla ha un significato simbolico legato all’amore materno; osservando la pianta nei giorni di pioggia, le foglie si racchiudano sopra il fiore come per proteggerlo.

Curiosità

Il nome della Potentilla deriva dal latino potentia, cioè potenza e forza, e la desinenza -illa, che è un diminutivo; letteralmente, il nome significa grande forza in un piccolo fiore.

Vengono estratti tannini dalla droga ottenuta dalle sue radici. Possiede delle sostanze attive ad azione antispastica, ed è utilizzata in preparati contro dolori mestruali, malattie gastrointestinali e nella cura della diarrea.

Galleria foto potentilla

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta