Polyscias coltivazione

polyscias-filifolia

Caratteristiche Polyscias

Al genere Polyscias della famiglia delle Araliaceae (la stessa dell’Aralia) appartengono un centinaio di specie di piante a sviluppo arbustivo originarie dell’Asia tropicale e della Nuova Zelanda, coltivate in tutta Europa soprattutto come piante da interni per la loro semplice ma raffinata eleganza.

Si tratta di piante che differiscono tra loro per dimensioni e forma delle foglie.

polyscias-foglie

La maggior parte delle piante di Polyscias presenta fusti sottili che con lo sviluppo tendono a ramificare solo verso l’alto lasciando la parte bassa priva di rami e anche di foglie.

Le foglie che ricoprono i fusti delle diverse specie sono di varia forma: tonde dal bordo dritto e di verde scuro; tonde con margine frastagliati di colore bianco in contrasto con il resto; foglie con diverse punte separate dalle altre.


Leggi anche: Arredare con piante: foto, idee e consigli

Polyscias-varietà

Coltivazione Polyscias

Esposizione: anche se tollera abbastanza i raggi diretti del sole per evitare l’ingiallimento delle punte delle foglie è preferibile posizionare la pianta in un luogo dove arriva la luce filtrata e con una buona percentuale di umidità. Nelle zone scarsamente illuminate e troppo secche, la pianta soffre fino a perdere le foglie. Ama le temperature al di sopra dei 20°C , soffre il freddo e le correnti d’aria.

Terreno: amano i terreni soffici, umidi, ricchi di sostanza organica e ben drenati.

Annaffiature: ama il terreno umido ma non fradicio e quindi va annaffiata costantemente soprattutto in estate. Dopo 30 minuti dall’innaffiatura si consiglia di svuotare il sottovaso.

Polyscias-moltiplicazione

Moltiplicazione Polyscias

Nei luoghi di origine la pianta si riproduce per seme. Le piante allevate in casa, invece, possono essere propagate facilmente per talea.

Polyscias-talea

Talea di Polyscias

Con cesoie ben affilate e disinfettate si prelevano, dai rametti della pianta madre, porzioni degli apici lunghi circa 8 -10 cm.

Si lasciano solo poche foglie (la metà); si trattano le talee con un ormone radicante e poi si interrano in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali o in terriccio universale; si annaffia abbondantemente e per favorire la radicazione il terreno va mantenuto sempre umido ma non fradicio.

Quando le nuove piantine di Polyscias saranno abbastanza forti (comparsa di nuovi germogli) potranno essere trasferite in singoli vasi facendo attenzione a non rovinare le giovani radici e d allevate come le piante adulte.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Polyscias-rinvaso

Rinvaso Polyscias

Il rinvaso si effettua ogni 3 – 4 anni utilizzando un contenitore più grande del precedente e del nuovo e fresco terriccio.

polyscias-pianta

Parassiti e malattie  delle Polyscias

Sono piante molto resistenti agli afidi, alla cocciniglia e al ragnetto rosso; soffrono il marciume delle radici a causa dei ristagni idrici.

foglie-essiccate

Usi e Curiosità Polyscias

Nei luoghi di origine le varie parti della pianta vengono utilizzate  a scopo curativo, come disintossicante e antibatterico. La radice viene utilizzata come diuretico e per combattere l’ipertensione; le foglie essiccate vengono impiegate anche in cucina come spezia.

Il nome della Polyscias deriva dal greco polys che significa molto e skia che vuole dire ombra

polyscias_sambucifolia

Varietà di Polyscias

La più diffusa è la Polyscias Scutellaria,

polyscias_scutellaria

la Polyscias balfouriana

polyscias-balfouriana
la Polyscias filicifolia e le varietà bonsai.

Polyscias-bonsai

Galleria foto Polyscias

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica