Plumeria: moltiplicazione per seme

Letizia Rogolino
  • Giornalista freelance e copywriter

La plumeria o frangipani è una pianta esotica dai colori vivaci. Questa pianta può essere riprodotta sia per seme che per talea. Vediamo insieme come avviene la moltiplicazione per seme.

Plumeria

La Plumeria è una pianta tropicale ornamentale originaria dell’America centrale e dei Caraibi che viene scelta spesso per arredare in modo raffinato o etnico un appartamento o un ufficio. Esistono vari esemplari con diverse caratteristiche anche se la pianta madre è una ed è abbastanza diffusa. Far maturare i baccelli in zone diverse dai tropici non è facile e viene preferita la moltiplicazione per talea, ma è consigliabile seguire regole ben precise per non danneggiare la pianta ed evitare problemi e conseguenze spiacevoli.

Premesso che le piante ottenute mediante questa tecnica (mescolanza del patrimonio genetico) non saranno identiche alla pianta madre e che tale tecnica richiede tempi abbastanza lunghi, vediamo come procedere per ottenere nuovi esemplari e quali fasi rispettare. Si tende a seguire regole simili a quelle previste per il taleggio, ma con alcune piccole modifiche.

Plumeria: come funziona la moltiplicazione per seme

Plumeria

La Plumeria appartiene alla famiglia delle Apocynaceae e viene considerata un gioiello della natura. I suoi fiori riempiono gli occhi e il suo profumo appaga il cuore, quindi è una pianta che fa bene avere intorno, a casa o in ufficio.

  • Quando sulla vostra Plumeria compariranno dei baccelli lunghi, simili a quelli dell’oleandro, contenenti ciascuno dai 20 a i 100 semi, lasciateli essiccare sulla pianta fino ad inizio inverno.
  • Poi raccoglieteli e conservateli in un luogo asciutto e buio avvolti in una garza per evitare la dispersione dei semi a maturazione avvenuta ( i baccelli si aprono).
  • Al momento della semina che si effettua in primavera, dovete avere già disponibile il contenitore per la semina ed il terreno adatto che dovrà essere composto per i 2/3 da terriccio universale e 1/3 da sabbia grossolana.
  • Dopo aver mescolato e lavorato ben bene il terriccio interrati i semi di Plumeria per circa la metà della loro lunghezza a dalla parte più ingrossata. Lasciate fuoriuscire libera dal terreno l’altra.
  • Fate aderire il terriccio ai semi esercitando una lieve pressione con le dita, annaffiate e collocate il vaso in un luogo soleggiato e riparato dal vento.
  • Mantenete il terriccio costantemente umido fino alla germinazione dei semi.
  • Quando le nuove piantine di Frangipani avranno emesso la quarta foglia, possono essere trapiantate in singoli vasi e allevate secondo la scheda della coltivazione della pianta madre. I vasi vanno posti in un luogo caldo e luminoso fin quando non si sviluppano le prime foglie.
  • I fiori generalmente compariranno a partire dal terzo anno di vita della pianta.

Plumeria

Plumeria: fiori e foglie

Come abbiamo già detto il colore dei fiori delle nuove piante di Plumeria può variare per tonalità di colore, dal rosa al rosso, bianco, ma anche giallo e arancione. Grandi dai 5 ai 10 centimetri di lunghezza i fiori hanno un aspetto ceroso e sono formati solitamente da 5-7 petali riuniti alla sommità da rami più o meno peduncolati. Le foglie di solito cadono in inverno a seconda della specie ma sono di un verde intenso, ovali e più o meno appuntite.

Plumeria

La moltiplicazione della Plumeria: cosa fare dopo?

Una volta effettuato il procedimento per moltiplicare la Plumeria per seme è consigliato il monitoraggio della radicazione. Si può provare a ruotare la pianta con un movimento di torsione di fusto molto leggero anche se è un metodo un po’ rischioso, altrimenti si può controllare la presenza di nuove gemme nella parte apicale della talea. Quando il fusto oppone resistenza vuol dire che è iniziato il processo di formazione delle radici.

Potrebbe interessarti Talea di Plumeria – Frangipani

Dopo circa uno o due mesi dall’operazione, la Plumeria mostrerà un buon apparato radicale e apparirà come una perfetta pianta clone in salute e rigogliosa, identica alla pianta madre. Quindi si dovrà aspettare giusto qualche settimana per vedere apparire le prime foglie e quindi si potrà procedere con il rinvaso in un vaso più grande mettendo la pianta in pieno sole.

Plumeria

Plumeria: le specie più diffuse

Ci sono varie specie di Plumeria ma quelle più diffuse sono la Plumeria Rubra con foglie di 50 cm e fiori bianchi, rossi o gialli. La Plumeria Obtusa invece è sempreverde e ha foglie più piccole con la punta arrotondata e fiori bianchi con cuore giallo. La Plumeria pudica ha fiori bianchi e foglie particolari nella forma, ma non è particolarmente profumata a differenza delle sue “sorelle”. Tutte comunque richiedono tanta acqua in estate, facendo attenzione a non creare ristagni nel sottovaso. L’acqua è fondamentale per la fioritura ma non bisogna esagerare.

Plumeria

Plumeria: moltiplicazione per seme | Foto e Immagini

Sfoglia la gallery qui sotto per saperne di più sulla plumeria e capire come gestire il seme per la coltivazione e la manutenzione di una pianta che ha bisogno di attenzione e alcuni accorgimenti. Se seguite le giuste regole avrete piante identiche all’originale, in perfetta salute, e in grado di arricchire l’ambiente anche dal punto di vista estetico.