Pitosforo coltivazione


pitosforo-fioritura

Il pitosforo o pittosforo, Pittosporum spp è una pianta ornamentale ideale per recinzioni e siepi profumate.

pitosforo-coltivazione


Caratteristiche generali dei Pitosforo

Il pittosforo è una pianta arbustiva sempreverde con rami contorti, foglie oblunghe ed opposite di colore verde brillante.

pitosforo-foglie

I fiori, riuniti in ombrelle terminali formate da piccoli fiori profumati con corolla composta da cinque petali di colore bianco-crema .

pitosforo-fiore

I frutti sono delle capsule sferiche che racchiudono nel loro interno piccoli semi con rivestimento resinoso.

Fioritura :Il pitosforo fiorisce nel periodo marzo-luglio.

pitosforo-albero

Coltivazione del pittosforo – Pittosporum spp

pitosforo

Esposizione: il pittosporo ama i luoghi soleggiati e tollera bene anche l’aria salmastra propria delle zone costiere.

Terreno: terra da giardino misti a sabbia e torba, fertili e ben drenati.

Annaffiature: è un arbusto poco esigente di acqua che sopporta bene anche periodi di prolungata siccità. Per fioriture più abbondanti è bene annaffiare con regolarità durante il periodo dello sviluppo vegetativo.

concime

Concimazione: non necessita di concimazioni particolari ma nel periodo primaverile è consigliabile somministrare del concime granulare a lento rilascio.

pitosforo-moltiplicazione

Moltiplicazione del pitosforo

Il pitosforo si riproduce per seme e per talea semi-legnosa.

Semina: la semina in cassone freddo deve essere fatta nel mese di marzo.

Talea: le talee prelevate dalla pianta madre si fanno radicare in un mix di torba e sabbia fino a quando compariranno nuovi germogli.

Impianto del pitosforo

Le piante di pitosforo vanno messe a dimora in piena terra tra aprile- maggio scavando buche dalle dimensioni doppie del vaso.

pitosforo-potatura

Potatura del pitosforo

La potatura si effettua annualmente da aprile a giugno. Si potano i rami secchi e danneggiati. Si pareggiano quelli troppo lunghi per dare una forma armoniosa e compatta alla pianta.

Il pitosforo governato con opportune potature può assumere anche la forma di alberello globoso.

rinvaso

Rinvaso del Pitosforo

Le piante di Pitosforo allevate in vaso vanno rinvasate in un contenitore più grande quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature. La pianta va estratta con il suo pane di terra e rinvasata utilizzando nuovo terriccio.

pitosforo-malattie

Malattie e parassiti del pitosforo

Il pitosforo teme gli afidi, le cocciniglie e la fumaggine.

Cure e trattamenti

Trattamenti antiparassitari specifici solo se necessari o con antiparassitari biologici :

Antiparassitario fai da te all’ortica

Anti-afidi fai da te al sapone di Marsiglia

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

  • billy scuderi - - Rispondi

    Posseggo due pittosfori di grandi dimensioni circa sei metri di altezza. Vorrei sapere la vita media di queste piante.

    • LauraB - - Rispondi

      Ciao, il pittosforo è una pianta perenne di facile coltivazione, resistente alle basse temperature, ai climi siccitosi e salmastri anche per decenni.
      La potatura effettuata nel periodo giusto favorisce il rinnovo della chioma e consente di ottenere un'abbondante fioritura.
      Attenzione solo alle cocciniglie e alle fumaggini.

      • Calogero Mira - - Rispondi

        Vero, il pittosforo resiste alla siccità. E.. farò attenzione alle cocciniglie ed alle fumaggini.

    • Calogero Mira - - Rispondi

      No, non so quale sia la vita media del pitosforo. Ne ho alcuni da molti anni, forse almeno un decennio.

  • Roberto - - Rispondi

    Ho un Pitosforo in vaso al quale stanno ultimamente ingiallendo le foglie……cosa potrebbe essere??? cosa fare per “guarirlo” ? Grazie, Roberto

    • LauraB - - Rispondi

      Il pitosforo è una pianta arbustiva perenne che ama i luoghi soleggiati, terreno fertile ben drenato, leggermente alcalino, e per le annaffiature, generalmente si accontenta delle acque piovane.L’ingiallimento delle foglie, è causato quasi sempre dagli afidi neri e dalla cocciniglia farinosa, parassiti che si riproducono a discapito dei teneri germogli e si annidano sotto la pagina inferiore delle foglie che private della linfa elaborata, ingialliscono fino a cadere. In questo caso Combattere con prodotti anticoccidici.
      Le piante di pitosforo da siepe vanno rinnovate eseguendo una potatura di rinverdimento che va eseguita a fine inverno nelle zone a clima mite e a fine estate in quelle a clima temperato.

  • giacomo - - Rispondi

    è vero che i pitosfori assorbono tutto il nutrimento e che inibiscono la crescita di altre essenze se troppo vicine ?
    grazie

  • Massimo - - Rispondi

    Perché in vaso il tobira quando fa la vegetazione nuova mi ingialliscono le foglie

Lascia una risposta