Piante acquatiche per acquario: quali sono, come sceglierle

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010

Un acquario con delle piante acquatiche sarà in grado di essere bello da vedere, ma anche perfetto per i propri pesci. Vediamo quali sono e come sceglierle al meglio. 

Piante acquatiche per acquario quali sono, come sceglierle 1

L’acquario è più bello se ha delle belle piante acquatiche al suo interno. Non solo sarà esteticamente più gradevole, ma permetteranno ai pesci di vivere meglio. Infatti, grazie alle piante potranno avere nuovi nascondigli, tutti da provare.

Non solo, le piante acquatiche filtreranno l’acqua, fungendo da supporto per i filtri. I vegetali, infatti, si nutrono anche di nitrati e fosfati che difficilmente si eliminano dagli acquari. Con queste piante di supporto eviterai di cambiare l’acqua con troppa frequenza. 

Ovviamente, l’aggiunta di piante acquatiche al tuo acquario non è sempre rose è fiori. Alcuni tipi di vegetali, infatti, necessitano di cure particolari. Ci riferiamo all’aggiunta di impianti ad anidride carbonica oppure a quella di fertilizzanti. Inoltre, alcune piante potrebbero necessitare di molta luce.


Leggi anche: Pesci d’acquario tropicale: ecco come comporre il vostro acquario

In ogni caso, è meglio aggiungere del fertilizzante liquido che contenga sali minerali necessari alla pianta di essere nutrita correttamente. Infatti, i vegetali acquatici si sostentano principalmente grazie alla colonna d’acqua. Attenzione, però a non aggiungerne troppo altrimenti potrebbero comparire le alghe.

Vediamo quali sono le piante acquatiche e come sceglierle al meglio.

Piante acquatiche per acquario quali sono, come sceglierle 2

Piante per acquario galleggianti

Le piante acquatiche galleggianti aggiungono un effetto sorpresa al tuo acquario. Non essendo ancorate alla base del serbatoio. In alcuni casi, le radici sono sospese nell’acqua. Ne sono presenti varietà e dimensioni diverse e sono lunghe circa  30 cm.

Oltre ad essere particolarmente decorative, le piante acquatiche galleggianti hanno anche diverse qualità. La prima è quella di ombreggiare. Poi, aggiungono ossigeno alla vasca e possono fungere da filtri. In alcuni casi, inoltre, le piante galleggianti possono essere anche un ottimo snack per i tuoi pescetti.

Tra gli esemplari di piante per acquario galleggianti spiccano: 

  • lattuga acquatica: cresce rapidamente ed ha una forma a rosa; non è consigliata per acquari piccoli.
  • la salvinia comune: se hai un acquario a filo stretto, meglio non inserirla; cresce a grappoli.
  • la riccia fluitans: si compone di vari pezzi che si intrecciano per dare vita ad un tappeto; è facile da coltivare da una buona ombra.

Piante acquatiche per acquario quali sono, come sceglierle 3


Potrebbe interessarti: Acquario Piranha allestimento, i primi passi da fare

Piante per acquario a crescita rapida

Se hai fretta di rendere più carino il tuo acquario, le piante acquatiche a crescita rapida fanno ciò che desideri. La crescita rapida dipende dalla velocità con cui, queste piante sono in grado di consumare nutrienti quali nitrati e fosfati. Proprio per questo, sono in grado di alleggerire il lavoro del filtro. Sono indicate soprattutto per acquari molto popolati.

Tra i pro, inoltre, spiccano la capacità di combattere le alghe e ossigenare l’acqua. Poi, consentono ai pesci di potersi nascondere e sono loro molto gradite. Tra le altre qualità, il fatto di essere molto facili da coltivare, anche per chi è alle prime armi.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Tra le specie più conosciute spiccano: 

  • hygrophyla: caratterizzata da diverse specie, non sempre facili da coltivare.
  • egeria: caratterizzata da uno stelo robusto, si adatta a qualsiasi ambiente.

Piante acquatiche per acquario quali sono, come sceglierle 4

Piante per acquario facili da coltivare

Se il tuo desiderio è quello di avere un acquario con un allestimento suggestivo, fatto di piante acquatiche, ma non impazzire nell’intento di ottenere i risultati sperati, allora continua a leggere. Sì, perché esistono delle piante acquatiche per acquario in grado di poter crescere senza troppi sforzi. Ecco tre esemplari che ti permetteranno di raggiungere il tuo scopo.

La prima che ti segnaliamo è la Ceratophyllum Demersum che è molto comune in acque ferme. In natura la trovi in steli. Non è escluso che possa raggiungere anche i tre metri di lunghezza. E’ perfetta per gli acquari in avvio, anche perché cresce rapidamente. Inoltre, spicca come grande consumatrice di nitrati e fosfati.

La seconda è l’anubias nana, che resiste alle avversità ma cresce molto lentamente. Anche per questo motivo, non è consigliata se il proprio obbiettivo è quello di stanare le alghe. Visivamente è molto bella e richiede poche cure. Inoltre, proprio perché cresce lentamente, non è necessario potarla. Proprio perché è piccola (nana, appunto) può essere messa in superficie della vasca.

La terza, invece, è l’Hygropila Polisperma, dalle origini indiane o Malesiane. Essendo una pianta tropicale, è molto bella dal punto di vista estetico. Cresce in cespugli molto fitti e crea ombra e riparo. Non soffre per le variazioni nei parametri nell’acqua ma predilige acque calde. Per quanto riguarda la luce, meglio che non sia troppo forte.

Piante acquatiche per acquario quali sono, come sceglierle 5

Piante acquatiche per acquario: quali sono, come sceglierle – foto e immagini

Ora che conosci un po’ meglio le piante acquatiche per acquario, non ti resta che metterne qualcuna nel tuo specchio d’acqua.