Gonfrena coltivazione


gomfrena-foglie

La Gonfrena chiamata comunemente falso trifoglio è una pianta da fiore coltivata in giardino e in vaso  e apprezzata per i suoi bellissimi fiori utilizzati freschi o essiccati per composizioni floreali.

gonfrena-fiori-foglie


Caratteristiche Gonfrena – Gomphrena globosa

Al genere Gonfrena appartengono diverse specie di piante erbacee della famiglia delle Amaranthaceae originarie  dell’India e dell’America centrale  e diffuse in Europa e nei giardini italiani.
La varietà più coltivata è la Gomphrena globosa conosciuta come falso trifoglio, una pianta da fiore alta circa 60 -70 cm e dal portamento cespuglioso.

La gonfrena è pianta erbacea annuale dotata di una robusta radice fascicolata e numerose radici avventizie simili a peli.

gonfrena-pianta da fiore

La parte aerea o epigea della pianta di Gonfrena è formata da sottili fusti rigidi, eretti, variamente ramificati di colore verde argenteo a causa di una fitta peluria biancastra che li ricopre per tutta la loro lunghezza che varia, a seconda della specie dai 40 ai 60 cm.

Le foglie, simili a quelle della Zinnia, sono ovate – lanceolate e di colore verde grigiastro scuro. Anche le foglie, come gli steli, sono ricoperte da peluria diffusa sia sulla pagina inferiore sia su quella inferiore. Le foglie della Gomphrena sono appiccicose al tatto.

gonfrena-fiore

I fiori, riuniti in capolini globosi sono formati da numerosi petali ligulati e sottili il cui colore può essere violetto, lilla, rosa, bianco o rosso.

Fioritura Gonfrena

La pianta inizia a fiorire dalla tarda primavera, tra maggio – giugno, fino alla fine dell’estate.

gomphrena-globosa-coltivazione

Coltivazione Gonfrena o falso trifoglio

Esposizione

Predilige i luoghi luminosi e soleggiati. Non tollera le temperature al di sotto dei 10° C; teme le correnti d’aria e pertanto va allevata a ridosso di muri ben riparati dal vento.

Terreno

cresce ben nel comune terreno da giardino preferibilmente calcareo, leggero, ricco di sostanza organica e ben drenato. Il substrato ideale per la coltivazione in vaso della Gonfrena è un miscuglio composto da terra, torba e sabbia grossolana.

Annaffiature

La Gomphrena o falso trifoglio è una pianta rustica che generalmente si accontenta delle piogge ma nei periodi di prolungata siccità e in estate è consigliabile annaffiarla regolarmente evitando però di bagnare le foglie. Le piante allevate in vaso vanno annaffiate più spesso per mantenere il terreno sempre umido.

Concime-granulare

Concimazione

Per tutto il periodo vegetativo, per stimolare la crescita e la fioritura, ogni 15 -20 giorni, somministrare un concime specifico per piante da fiore opportunamente diluito nell’acqua delle annaffiature. In alternativa, una volta al mese o ogni 40 giorni distribuire ai piedi della pianta un concime granulare a lento rilascio ricco di macroelementi come azoto (N), potassio (K) e fosforo (P) e anche di microelementi come ferro (Fe), manganese (Mn) ed altri.

gonfrena-globosa-moltiplicazione

Moltiplicazione Gonfrena

La Gonfrena si riproduce per seme in semenzaio a fine inverno o direttamente in piena terra in primavera avanzata periodo in cui le gelate notturne sono del tutto scongiurate.

Semina della Gonfrena

Se si effettua la semina in semenzaio, le cassette di semina vanno tenute in luogo con temperature tra i 18 – 21° C per tutto il tempo necessario alla germinazione dei semi.

Per effettuare la semina direttamente a dimora è preferibile aspettare le giornate miti come quelle di fine aprile o della prima decade di maggio. In questo caso i semi vanno interrati a circa mezzo centimetro di profondità e distanziati tra loro più di 20 cm per evitare che le piantine entrino in competizione per i nutrienti necessari alla loro crescita. Quando le piantine saranno abbastanza si procederà al diradamento.

Potatura Gonfrena

Per favorire l’emissione di nuovi fiori cimare gli steli sfioriti ed eliminare manualmente le parti danneggiate e quelle secche.

Rinvaso Gonfrena

La gonfrena è una pianta erbacea con ciclo vegetativo annuale e pertanto non necessita di essere rinvasata. Per ottenere piante ben sviluppate e forti è consigliabile però coltivarla in ampie fioriere o in vasi aventi un diametro di almeno 50 cm.

oidio-mal bianco

Parassiti e malattie Gonfrena

I teneri germogli della pianta di Gonfrena sono un richiamo per le lumache. Tra i parassiti animali non teme gli attacchi degli afidi o della cocciniglia.

Il falso trifoglio è sensibile al mal bianco o oidio una malattia fungina causata dal clima troppo umido e generalmente si manifesta soprattutto a carico delle foglie sotto forma di visibili depositi polverosi biancastri che ne compromettono l’estetica e lo sviluppo.

Macchie fogliari estese e di colore giallo – brunastro possono essere causate dalla Cercospora un fungo fitopatogeno che generalmente colpisce la melanzana, la bietola, gli spinaci e altre piante erbacee come la piantaggine.

Se, invece, le piante di Gonfrena appaiono piccole e deformate vanno immediatamente eliminate e bruciate in quanto sono state attaccate da un temibile virus che in breve tende ad infettare tutte le altre a macchia d’olio.

Cure e trattamenti

In caso di infestazione da funghi irrorare le piante di Gonfrena, nelle prime ore del mattino o la sera dopo il tramonto, con fungicidi a base di zolfo (S).

gomphrena-celosioides

Varietà Gonfrena

Tra le tante specie rustiche e le cultivar ibride nane che possono essere utilizzate per i tappeti erbosi, ricordiamo:

Gomphrena celosioides

Una varietà originaria dell’America simile alla Celosia. Ha portamento strisciante con rametti pelosi e foglie ellittiche. Durante il periodo della fioritura produce fiori biancho e frutti secchi e indeiscenti sono conosciuti come utricoli contenenti piccoli semi marrone e lucidi. Si trova allo stato rustico su terreni umidi, vicino alle rive del fiume. E’ adatta alla coltivazione in vaso e nel
giardino naturalistico.

Gonfrena Crimson Glow

Una cultivar alta poco più di 20 cm e che produce fiori di colore rosso.

gomphrena-globe-mixed-seeds

Gonfrena “Dwarf Mixed”

Una varietà alta mediamente 25 – 30 cm ha portamento a forma di palla. Produce fiori di colore bianco-crema, rosa tenue o rosso carico. E’ una pianta perfetta per il giardino delle aree con estati calde e umide oltre che adatta alle condizioni secche. E’ adatta anche alla coltivazione in contenitori misti, Si riproduce facilmente per seme.

Gomphrena officinalis

Originaria dell’Amazzonia conosciuta anche col nome popolare “Paratudo” (buona per tutto o panacea di tutti i mali ) che si distingue dalle altre  per la produzione di grandi fiori con corolla più espansa composta da petali sottili e appuntiti di colore arancione.

Usi

La Gonfrena viene utilizzata in giardinaggio per abbellire aiuole e anche l’interno della casa con i suoi fiori recisi. Le infiorescenze viola della Gonfrena globosa venivano utilizzati nella medicina popolare come rimedio per diverse condizioni di infiammazione delle vie respiratorie compresa l’asma bronchiale, bronchite acuta e cronica, e la pertosse.

gomphrena-arborescens-officinalis

Curiosità Gomphrena globosa

Il nome della Gomphrena globosa compare in alcune citazioni di Plinio che lo utilizzò per primo per designare una specie di Amaranto.

gomphrena-linguaggio-fiori

Significato e linguaggio dei fiori della Gomphrena

Il nome della pianta deriva dal greco γόμφος che significa gonfio.

Nel linguaggio dei fiori e delle piante la Gomphrena è simbolo dell’immutabilità e dell’immortalità in riferimento alla persistenza dei suoi bellissimi fiori.

Galleria foto Gonfrena – Gomphrena globosa

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta