Piante rampicanti da balcone


Quali sono le piante rampicanti adatte ad essere coltivate in vaso sui balconi?

Ecco per gli amanti del verde e delle piante fiorite una carrellata delle più belle piante rampicanti  facili da coltivare in vaso, piante tropicali, da frutto, da fiore, sempreverdi e decidue, per zone parzialmente ombreggiate e per zone soleggiate e, che necessitano di poche cure colturali e abbastanza resistenti alle avversità. Piante rampicanti adatte alle proprie esigenze dal portamento vigoroso, capaci di raggiungere svariati metri di altezza.


pergolato-glicine


Glicine Wisteria

Una pianta rampicante della famiglia delle famiglia delle Papilionaceae, originaria dell’Asia e del   Nordamerica coltivata ovunque come pianta ornamentale in piena terra e in vaso. Ha un portamento vigoroso e i suoi lunghi tralci si arrampicano su solidi sostegni o corde donando una frescura nelle ore più calde dei mesi estivi a balconi esposti a sud. In tarda primavera produce grappoli di fiori profumatissimi colore lilla, rosa-glicine o bianco, molto persistenti. Va coltivato in un vaso capiente adatto a contenere il robusto apparato radicale, contenente terriccio argilloso, ben drenato. Predilige l’esposizione soleggiata,un’irrigazione regolare e abbondante soprattutto in estate.


Leggi anche: Parassiti delle piante rampicanti

Millettia-Glicine estivo

Millettia satsuma

Nota come Glicine rosso o glicine d’estate è una superba ed elegante pianta rampicante o ad alberello apprezzata dai giardinieri per la bellezza del suo fogliame e per la sua vivace fioritura estiva di colore rosso magenta.

E’ una leguminosa della famiglia delle Papilionaceae o Fabaceae originaria  dell’Africa, Madagascar, India, Asia orientale e Australia,  diffusa in tutte le aree caratterizzate da un clima temperato.

La Millettia o glicine estivo rosso fiorisce dall’estate all’autunno, fino ad ottobre inoltrato,e già dal primo anno di vita o di impianto.

Scheda di coltivazione: Glicine rosso – Millettia satsuma.

Rincospermo-fiore

Rincospermo

Una pianta rampicante sempreverde il cui fogliame in inverno tende al rossastro. Ha fusti lunghi e flessibili ricoperti da foglie verdi e lucide. Produce grappoli di fiori stellati bianchi e profumatissimi, Si arrampica a qualunque tipo di sostegno tappezzando muri e ringhiere. E’ una pianta di facile coltivazione, va rinvasata quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature. Viene attaccata dalla fumaggine.

Scheda di coltivazione: Rincospermo.

Fallopia-foto

Fallopia o Polygonum aubertii

Una bellissima pianta rustica originaria dell’Asia appartenente alla famiglia delle Polygonaceae. Ha  portamento rampicante vigoroso e una crescita veloce. I fusti sono ricoperti da grandi foglie  sempreverdi, cuoriformi. Si si adatta facilmente a qualsiasi tipologia di terreno. Può essere coltivata al sole pieno e anche a mezz’ombra. Le irrigazioni devono essere abbondanti in estate, ma solo quando il terriccio è asciutto. Dalla tarda primavera e in estate  si copre di numerose infiorescenze a pannocchia composte da fiori di colore bianco oppure verde.

Scheda di coltivazione: Fallopia.

Bignonia-fiori

Bignonia

Le diverse di Bignonia o Campsis nome di Bignonia sono piante a portamento rampicante vigoroso originarie dell’Asia e del Nordamerica apprezzate per l’abbondante fioritura estiva con fiori a imbutiformi dalle vivaci tonalità di arancione e rosso brillante, riuniti in grappoli portati sui lunghi fusti. Si coltivano in qualsiasi terriccio, ricco di sostanza organica e ben drenato. Resistono alle basse temperature invernali anche inferiori ai 10° C ma temono le gelate e le correnti fredde. Vanno irrigate spesso nei mesi estivi e raramente durante il periodo di riposo vegetativo. L’irrigazione va ridotta in inverno mentre deve essere regolare e abbondante durante la stagione estiva. Tra le varietà più diffuse e adatte alla coltivazione sul balcone c’è la Bignonia capreolata una sempreverde con fiori di colore giallo-arancione e gola mattone.

Scheda di coltivazione: Bignonia.

Nasturzio-coltivazione

Nasturzio

Nome scientifico Tropaeolum è un  pianta erbacea proveniente dal Perù che appartiene alla famiglia delle Tropaeolaceae.

Tropaeolum-speciosum

La varietà più adatta alla coltivazione in vaso è il Tropaeolum tuberosum. Si tratta di una rampicante perenne molto decorativa con foglie lobate di colore verde-azzurro che dall’estate all’autunno regala una fioritura spettacolare producendo tantissimi fiori speronati di colore giallo o rosso.

Scheda di coltivazione: Nasturzio.

Passiflora-potatura

Passiflora

La Passiflora è una pianta sempreverde originaria del centro e sud America, appartenente alla famiglia delle Passifloraceae.

E’ una rampicante vigorosa che produce da Luglio a Settembre fiori bellissimi detti fiori della passione, con corolla, formata da petali disposti a raggiera, porta al centro una corona di filamenti molto vistosa. Il colore dei fiori varia dal bianco, al rosa, al blu, al rosso e in alcune specie anche bronzo -purpureo. Produce anche dei frutti commestibili di colore giallo arancio, simili ai mandarini cinesi o Kumquat, contenenti numerosi semi carnosi di colore marrone.

Scheda di coltivazione: Passiflora.

Thunbergia-pianta-rampicante

Thunbergia

La thunbergia grandiflora proveniente dall’India settentrionale è una pianta sempreverde a portamento rampicante formata da numerosi steli che negli esemplari adulti raggiungono altezze superiori ai 5 metri. Durante il periodo della fioritura, estate-autunno, sugli apici dei fusti, porta infiorescenze molto vistose composte da lunghi fiori tubulari (simili a campanelle), di colore giallo o azzurro-lavanda con la gola bianca. Va coltivata in zone luminose ma al riparo dei raggi diretti del sole.

Scheda di coltivazione: Thunbergia.

Cobea-scandens

Cobea scandens

La Cobaea scandens o Cobea è una pianta rampicante esotica apprezzata per la sua prolungata fioritura estivo-autunnale e perchè facile da coltivare in vaso e in piena terra. Si tratta di una pianta caratterizzata da una crescita rapida e vigorosa che in pieno sviluppo vegetativo, solitamente dopo 2 anni, produce arbusti larghi 50 – 90 cm formati da tralci lunghi mediamente 7 metri. In tarda primavera-estate produce lungo gli steli spuntano grandi fiori campanulati rosati o viola porpora.

Scheda di coltivazione: Cobea scandens.

Caprifoglio

Caprifoglio

Il Caprifoglio, Lonicera Caprifolium, originario del Giappone, coltivato nei giardini a scopo ornamentale è conosciuto anche con il nome di Madreselva. Se ne contano diverse specie ma la più diffusa è senza dubbio la Lonicera yaponica, una pianta rampicante a portamento rigoglioso, con foglie ovali di colore verde brillante e fiori tubolari generalmente bianchi raggruppati infiorescenze a grappoli che vengono utilizzati anche in fitoterapia.

Scheda di coltivazione: Caprifoglio.

Anredera cordifolia – Vite di Madeira

La Anredera cordifolia è una pianta rampicante coltivata nei parchi pubblici, nei giardini privati per la bellezza del suo fogliame e delle vistose infiorescenze pendenti di colore bianco-crema, gradevolmente profumate. Va coltivata in un vaso capiente e irrigata quando il terreno è completamente asciutto.

Scheda di coltivazione: Anredera cordifolia – Vite di Madeira.

Utilizzi delle piante rampicanti da balcone

Le piante rampicanti oltre ad abbellire con il loro fogliame e le loro spettacolari fioriture balcone o terrazzo, sono perfette per mascherare intonaci invecchiati, creare zone d’ombra o di separazione per preservare un po’ di privacy e anche per nascondere una ringhiera antiestetica.
Sono di facile coltivazione e si aggrappano a a qualsiasi tutore usando radici aeree di supporto, viticci o attorcigliano grazie ai loro gambi a volute. Per aiutarle, basta fornire loro diversi tipi di sostegni: a traliccio, circolare in rete metallica, a spalliera ecc. Per quanto riguarda il contenitore, pianta le rampicanti in vasi che abbiano profondità e larghezza di almeno 40 cm, utilizzando un terriccio adatto.

Galleria foto piante rampicanti

LauraB

Commenti: Vedi tutto