Piante di Settembre


Piante di Settembre

Settembre è il mese che con le sue miti giornate invoglia ancora a tenere in ordine il giardino, ad allestire nuove fioriere, vasche con piante che fioriranno per tutto l’autunno fino all’inizio dell’inverno.


Quali piante impiantare a settembre?

Nelle aiuole e in vaso potremmo impiantare i bellissimi Astri o settembrini fiori con capolini di diverso colore (rosa, crema e viola) tanto simili a quelli della margherita perenne.

astri

Sempre in questo mese si impianta la viola del pensiero,

viola del pensiero

in particolare la viola tricolor, una pianta da esterno resistente alle temperature rigide che regala continuamente vivaci macchie di colore sia in vaso e sia nelle aiuole dei giardini pubblici e privati. Ne esistono infinite varietà, tutte resistenti al freddo e alle intemperie e anche ai comuni parassiti animali che attaccano la maggior parte delle piante ornamentali. Si impiantano in un terriccio fresco, fertile e ben drenato.

Viola tricolor

Tra le piante arbustive o cespugliose va ricordato l’Hibiscus syriacus comunemente conosciuto come ibisco cinese, che produce per quasi tutto l’anno splendidi e grandi fiori crema, rossi, rosa, bianchi e gialli.

Piante di Settembre- Hibiscus syriacus

Tra le arbustive ricordiamo l’Erica vagans, una varietà di Erica che fiorisce fino al tardo autunno.

Si tratta di una pianta sempreverde a portamento cespuglioso, con foglie aghiformi e i fiori a forma di piccola campanula, di colore rosa oppure rosso porpora.

clematide-clematis

Piante in vaso e a dimora a settembre

  • le Clematis, piante rampicanti perenni appartenenti alla famiglia delle Ranunculaceae la stessa della Peonia, dell’Elleboro, dell’Anemone e dell’Aquilegia. Queste piante a sviluppo arbustivo proprio in questo periodo, dopo una lunga pausa estiva, fioriscono nuovamente;
  • i ciclamini, piante tuberose che non tradiscono mai e che producono fiori a profusione nelle diverse tonalità di colore che vanno dal bianco candidi al rosso purpureo;
  • i crisantemi, piante annuali, perenni, erbacee e cespugliose che producono fiori dalle forme più svariate, con la corolla singola o multipla, grande o molto piccola. Piante semplici da coltivare sia in vaso che in piena terra e che regalano spettacolari fioriture, simbolo di vita e di morte, praticamente tutto l’anno dalla primavera fino all’inverno.

cicclamini

  • le monarde come la Monarda didyma, ideale per creare bordure colorate;
  • la Physostegia virginiana, una piccola pianta che produce bellissimi fiori tubulosi di colore rosso carico, resistente alle basse temperature e che non richiede cure particolari.
  • la margherita autunnale, Rudbekia fulgida, che produce grandi capolini di colore giallo con centro scuro tanto simile alla calendula officinalis;

calendula

  • il Clerodendro, un arbusto originario del Giappone che con la sua fioritura bianco-rosata persiste anche a temperature di molti gradi sotto lo zero.
  • la Gaura, detta anche Fior di Orchidea, una pianta erbacea con fusti sottili e fiori bianchi o rosati che fioriscono proprio a fine estate. Si può coltivare anche in casa e per prolungare la loro fioritura è necessario togliere i fusti con i fiori appassiti man mano che si formano;
  • la Sternbergia, una piccola bulbosa adatta per realizzare bordure in giardino, facile da coltivare anche in vaso per abbellire i balconi e il terrazzo della casa. Produce copiose fioriture fino all’inverno inoltrato;
  • la Cosmea, una’erbacea elegante con steli sottili ricoperti da foglie leggiadre molto frastagliate e fiori con corolle bianche, rosa cremisi o porpora;
  • le Calle, simbolo di grazia ed  eleganze;
  • i gigli di settembre da utilizzare come fiori recisi;
  • la dalia, con la sua corolla multipetala;
  • nel giardino roccioso si può impiantare la scabiosa, una pianta che produce fiori che ricordano la tonalità della lavanda.

violetta africana-pianta settembrina

Per finire, ricordiamo che nelle vasche sbocciano ancora le ninfee e la violetta africana sui davanzali delle finestre.

Cure

Si ricorda, che in questo mese di Settembre alcune piante da esterno e quelle allevate sul balcone richiedono particolari cure. Le cactacee che, durante l’estate erano sul balcone o in giardino, si riparano in un luogo coperto ma luminoso.

Sul balcone è opportuno cimare le erbacee perenni per consentire la formazione di altri boccioli. E’ bene eliminare le foglie secche che cominciano a cadere da rampicanti ed arbusti per evitare che possano diventare veicolo di malattie fungine. Nelle regioni settentrionali, e piante più delicate vanno sistemate nel punto più caldo e assolato del balcone proteggendole ai piedi con una leggera pacciamatura di paglia e se è necessario anche la chioma con teli traspiranti.

Galleria piante settembrine

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta