Parodia sanguiniflora – Parodia

Parodia sanguiniflora

La Parodia è un tipo di cactus di piccole e medie dimensioni coltivata a scopo ornamentale per la produzione dei suoi grandi e bellissimi fiori di colore giallo, rosa viola o rosso.

Caratteristiche generali della Parodia – Parodia sanguiniflora

La Parodia è una pianta succulenta sempreverde della famiglia delle Cactaceae originaria delle zone dell’America centrale e di quella meridionale.

La pianta presenta una radice abbastanza sviluppata. Ha un fusto globoso talvolta cilindrico

di colore verde bluastro coperto da spine radiali generalmente diritte, più o meno dirette lateralmente e spine centrali uncinate.

I fiori  sono molto appariscenti e composti da con petali obovati di colore rosso brillante, stami con lunghi filamenti, stilo da rossastro a giallastro pallido e stigma da giallo chiaro a quasi bianco. I fiori spuntano sulla sommità apicale del fusto.


Leggi anche: Cactus di Natale – Zigocactus truncatus

Parodia-sanguiniflora-cactus

I frutti sono bacche globose, glabre nella metà inferiore e ricoperte da una peluria lanosa e setoli fini nella parte superiore. lana bianca e setole fini. Polpa unta, in modo che i semi possano cadere solo dopo che il frutto si è asciugato.

I frutti sono bacche lucide ovoidali che maturano in tarda estate, da verdi diventano rossastre.

I semi, numerosi, piccolissimi e fertili. vengono liberati dai frutti secchi.

Fioritura

La Parodia fiorisce in estate, talvolta anche in tarda primavera se il clima è favorevole.

Parodia-coltivazione in vaso

Coltivazione della Parodia

Esposizione

La Parodia va coltivata in zone molto luminose ma al riparo dei raggi solari diretti dei mesi estivi. Anche se non è particolarmente sensibile al freddo va ricoverata in serra o in casa quando le temperature invernali sono inferiori ai 10° C.

Terreno

Per crescere bene, la Parodia richiede un substrato soffice, sciolto e soprattutto ben drenato. Come per le altre piante grasse il terreno ottimale è un miscuglio composto da 1/3  di torba, 1/3 terzo di pomice 1/3 di argilla espansa.

Annaffiature

Ls Parodia va regolarmente annaffiata quando il terreno tra un’innaffiatura e l’altra è completamente asciutto, generalmente una volta a settimana in estate. In inverno gli apporti idrici vanno praticati una volta al mese se la pianta viene ricoverata in casa e sospesi del tutto se lasciata all’esterno.


Potrebbe interessarti: Cactus coltivazione

Concimazione

Per quanto riguarda la concimazione, è opportuno eseguirla ogni quindici o venti giorni, aggiungendo del fertilizzante liquido specifico per piante succulente, ricco in potassio (K) e povero in azoto (N), diluito nell’acqua delle annaffiature, secondo le dosi consigliate sulla confezione del produttore. Una concimazione regolare favorirà lo sviluppo della pianta e un’abbondante e rigogliosa fioritura.

Parodia: coltivazione in vaso

Il vaso adatto alla coltivazione di questo splendido esemplare di cactus deve essere abbastanza profondo per consentire un regolare sviluppo della sua radice napiforme, fittonante e carnosa come quella di una carota o della Bella di notte. Nella scelta del vaso bisogna anche tener conto che la Parodia è una succulenta a crescita abbastanza lenta.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Rinvaso

La Parodia va rinvasata quando le radici avventizie della pianta fuoriescono dai fori del drenaggio dell’acqua delle annaffiature, generalmente ogni 2-3 anni. Il nuovo vaso in plastica o in terracotta, più grande del precedente, soprattutto più profondo, va riempito con un miscuglio ben drenato formato da terriccio universale, unito a sabbia di fiume e pomice o lapillo. Quando si effettua il rinvaso, bisogna fare attenzione a non traumatizzare le delicate radici e a non rompere le spine.

Una volta effettuato il rinvaso, la pianta dovrà adattarsi al nuovo terreno e per questo motivo andrà lasciata riposare 2-3 giorni senza annaffiarla. Il rinvaso va fatto in primavera.

Parodia-cactus

Moltiplicazione della Parodia

La maggior parte delle piante di Parodia come quelle della Neoporteria raramente accestiscono quindi nuovi esemplari si possono ottenere solo per seme.

Semina

La semina si effettua in semenzaio caldo nei mesi invernali e all’aperto in primavera.

La semina si effettua in primavera spargendo i semi in un un substrato specifico precedentemente bagnato. Si praticano dei piccoli buchi con la punta o uno stecchetto e in ognuno di essi si pongono 3 semi, per essere sicuri che almeno uno di essi dia vita ad una nuova pianta. Qualora dovessero germogliare tutti si distanziano le piante più forti e sviluppate e si eliminano eventualmente quelle meno sviluppate.

I semi dovranno essere ricoperti con uno strato sottilissimo delle stesso terriccio. Il semenzaio dovrà essere ricoperto con un foglio di pellicola trasparente e andrà messo in un luogo molto ombreggiato e a temperatura ambientale non inferiore  ai 21° C. A temperature inferiori i semi non germinano. Le piante produrranno i fiori dopo 2-3 anni dalla semina.

Propagazione per divisione dei cespi

Per ottenere nuovi esemplari identici a quello originale si possono separare i polloni basali provvisti di radici e metterli subito in contenitori singoli contenenti terriccio sciolto, fresco e ben drenato.

Parassiti e malattie della Parodia

Tutte le specie di Parodia come del resto tutte le altre cactacee temono il marciume delle radici causato dai ristagni idrici nel terreno o nel sottovaso.

Tra i parassiti animali soffre gli attacchi del Ragnetto rosso, un piccolo acaro che soffoca le piante con le sue sottili ragnatele e, che generalmente si manifesta quando l’ambiente di coltivazione troppo secco. Talvolta vengono attaccate dalla cocciniglia un piccolo parassita che forma ammassi biancastri tra le costolature e sulle spine della pianta.

Cure e trattamenti

Per contrastare il marciume delle radici basta fornire un terreno con un buon drenaggio e svuotando sempre il sottovaso. Periodicamente, vanno spolverate con il getto del fono a circa 20 cm di distanza. In alternativa si possono spolverare con delicatezza usando un pennello con setole morbide.

Le cocciniglie e il ragnetto rosso vanno combattuti nebulizzando sul fusto un antiparassitario diluito nell’acqua secondo le dosi consigliate sulla confezione del produttore.

Parodia-varietà

Varietà di Parodia

Il genere comprende circa 50 specie di cactus nativi del Sud America e molti coltivati come ornamentali.

Parodia mammulosa

E’ una specie originaria del Brasile meridionale. E’ diffusa da 0 a 1.500 metri sul livello del mare tra le fessure delle rocce, nelle praterie e nel deserto. Ha fusto globoso con 15-25 costole erette, spine radiali  sottili biancastre o brunastre e spine centrali più lunghe di colore doppio, da bianco a giallo a marrone. Produce fiori rosati o gialli con centro rosso-porpora e frutti globosi-allungati a maturità. Questa specie, conosciuta anche come Pollicino, è molto apprezzata come ornamentale dai collezionisti di cactacee. Nei luoghi di origine è una specie protetta.

Parodia erubescens

Noto come Notocactus schlosseri è un cactus globoso proveniente dall’Uruguay. Il fusto presenta 22 costole e una fitta copertura di spine appuntite e ramate. In tarda primavera produce fiori gialli brillanti. Questa varietà di cactus è molto sensibile al gelo e al freddo. Va coltivata in luoghi molto luminosi e in alla luce solare intensa, in un terreno misto composto dal 70% all’80% di graniglia minerale come sabbia grossolana, pomice o perlite. Va innaffiata quando il terreno è completamente asciutto.

Parodia leninghausii

Anche questa specie è originaria del Brasile. Cresce tra le fessure delle rocce, all’ombra di piante più grandi, fino a 300 metri di altitudine. E’ una cactacea con fusto colonnare che raggiunge 60 centimetri di altezza e 12 centimetri di diametro; presenta circa 30 costolature con spine morbide, di colore giallo dorato. Fiorisce in primavera ed a fine estate. I fiori spuntano all’apice della pianta, sono setosi, di colore giallo. Si coltiva al pieno sole ma al riparo dei raggi diretti del sole durante le ore più calde delle giornate estive. Va innaffiata dalla primavera all’autunno ogni 7-8 giorni. Resiste ai-4 gradi centigradi.

Parodia warasii

Conosciuta anche Eriocactus warasii e Notocactus warasii, è una specie proveniente dal Brasile.

Si tratta di una specie di piccole dimensioni con fusto globoso o cilindrico, alto appena  6 cm con 15 costole diritte. In estate produce grandi fiori con petali gialli e lucidi. I semi sono piccoli e a forma di borsa. Si tratta di una specie facile da coltivare. Necessita di molta luce; teme i ristagni idrici e in inverno va protetta dal freddo. Si riproduce per seme.

Parodia buiningii

E’ un cactus originario del Sud America, molto diffuso in Brasile ed in Uruguay. Ha un fusto sferico di colore verde, alto circa 8 centimetri con 12 costole e lunghe spine gialle con basi scure e disposte contenenti semi neri opachi.

Parodia ottonis

Nota come Notocactus ottonis, è una cactacea nana che crescendo tende a formare agglomerati di fitti cespi anche a distanza di 20 cm, grazie all’espansione delle sue radici stolonifere. Ha steli sferici, talvolta cilindrici, di colore verde bluastro che nel periodo di dormienza virano al marrone violaceo. ogni fusto ha 6 -12 costole con sottili spine centrali dritte, curve o attorcigliate e spine radiali più lunghe, giallastre, marrone chiaro, rosa chiaro, bruno-rossastro o nere, che puntano verso il basso. Produce fiori gialli satinati talvolta rosso-arancio. I frutti, ovoidali o leggermente oblunghi, contengono piccoli semi.

Parodia-Notocactus

Parodia nigrispina

Parodia nigrispina è una specie endemica della Dipartimento di Cordillera del Paraguay, dove cresce su zone rocciose. E’ una specie di cactus molto spinosa con un fusto da globoso a colonnare alto fino a 40 cm e largo 15cm con 20 costole e spine sottili bruno-nere. Produce fiori a forma di imbuto con petali gialli e frutti globosi di colore bruno lucido.

Parodia microsperma

Questa specie è caratterizzata è diffusa in Argentina fino a 2000 metri sul livello del mare.  E’ una cactacea perenne di piccole e medie dimensioni con fusto cilindrico, con 13-21 costole e spine radiali bianche, gialle o marroni e spine centrali rosse. Produce fiori imbutiformi rosso sangue, occasionalmente gialli in primavera, disposti sull’apice del fusto.  I frutti sono, sferici-ovoidali, contengono piccoli semi di colore marrone e proprio a questi si riferisce l’epiteto specifico.

Usi

La Parodia è una pianta allevata come pianta ornamentale in vaso e nei giardini rocciosi con clima invernale mite.

Parodia-Pianta grassa

Parodia: nome inglese

In Inghilterra la Parodia a fiori gialli viene chiamata: Lemon ball.

Linguaggio dei fiori

La Parodia, come tante altre cactacee, per la sua resistenza a vivere nelle zone più inospitali simboleggia la tenacia e la perseveranza.

Curiosità

Il genere Parodia fu creato nel 1925 dal botanico italiano Carlo Luigi Spiegazzini che dedicò il nome al farmacista Domingo Parodi (suo datore di lavoro quando Spiegazzini arrivò in Argentina).

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.