Semine di Settembre in orto


Cosa seminare nell’orto nel mese di Settembre? Quali ortaggi e verdure si possono seminare nel mese che vede il passaggio dall’estate all’autunno con forti sbalzi di temperatura tra giorno e notte?

Insalata verde - lattuga

Sembrerà strano,  ma il clima settembrino con le temperature calde di giorno e fresche di notte con un crollo di anche 10 gradi, è particolarmente favorevole alle semine dei prodotti che si raccoglieranno in autunno ed inverno.


Semine di Settembre in orto

Vediamo quali sono le semine da effettuare direttamente in piena terra e in semenzaio nelle belle giornate di settembre prima dell’arrivo dell’autunno seguendo il calendario lunare con le sue fasi.

Orto-foto

Calendario lunare delle semine di settembre nell’orto

Durante la fase di luna crescente del mese di Settembre si effettuano semine in semenzaio e semine a dimora all’aperto.

In particolare durante la fase di luna crescente si seminano in semenzaio all’aperto:

bietola-coste

bietola: coltivata in piena terra si raccoglie fino novembre inoltrato.  Se coltivata in serra in altri periodi dell’anno. La parte verde della foglia della bietola è ricca di beta-carotene, una vitamina  essenziale per la vista e per mantenere la pelle giovane ed elastica. La bietola da costa è anche ricca di ferro, magnesio calcio e potassio e vitamina C.

carote-piante

carote:  ortaggi ricchi di caroteni, sostanze  molto importanti per il nostro organismo e che servono soprattutto per  la funzione visiva. Si consumano cotte e crude  nelle insalate miste, come contorno a secondi piatti  o nella preparazione di freschi frullati insieme ad altri tipi di ortaggi e verdure. Sono indicate per tutti i tipi di dieta anche quelle dimagranti in quanto 100 grammi apportano solo 84 Calorie.

Cavolo-verza

cavolo e rapa: due ortaggi da consumare in mille modi diversi, al forno, al vapore nelle minestre, stufati, saltati in padella o con il riso.  Entrambi i tipi di cavoli contengono buone quantità di vitamine C e B9 (acido folico) e di potassio. Sono ipocalorici e consigliati dai nutrizionisti nelle diete ipocaloriche.

Cavolo-calabrese-raccolta

In semenzaio a dimora all’aperto si seminano:

prezzemolo: una pianta erbacea aromatica che si presenta con stelo erbaceo ed eretto, alto dai 15 agli 80 cm, con foglie triangolari di colore verde brillante, a margini frastagliati. E’ perenne ma coltivata come biennale. Viene raccolta scalarmente e utilizzata nella preparazione di primi, secondi piatti e contorni vari per il suo particolare ed inconfondibile profumo.

prezzemolo-orto

ravanello: un ortaggio che viene consumato crudo e cotto per suo sapore leggermente piccante e per le sue molteplici proprietà benefiche, diuretiche;  depurative (per la salute dei reni e del fegato);
sedative, contro tosse e bronchite; lassative, anche se molto blande. Contiene fibre e pochissime calorie.

ravanello-foto

In fase di luna calante si seminano a dimora all’aperto le insalate da cogliere intere o o quelle da taglio come:

Scarola-foto

lattuga, valerianella, indivia, cavolo verza, tutti di facile coltivazione da raccogliere scalarmente.

Semina-foto

radicchio:  un tipo di insalata rossa-violacea dal gusto amaro, dovuto all’acido cicorico in esso contenuto. È un ortaggio che si di solito si consuma da ottobre fino a primavera. E’ composto per la maggior parte da acqua e fibre, ma è ricco anche di nutrienti come vitamine, soprattutto la C, K e del gruppo B, e potassio.  E’ molto leggero e digeribile, particolarmente consigliato a chi ha bisogno di abbassare il colesterolo nel sangue e disintossicare l’organismo. Consumato regolarmente è un ottimo per combattere l’anemia, prevenire l’osteoporosi, stimolare la digestione e l’espulsione dei gas.

Semina-spinaci

spinacio: un ortaggio che per crescere necessita di terreno costantemente umido. E’ ricco di ferro e si consuma crudo nelle insalate miste o da solo con olio e limone; cotto al vapore e mescolato con ricotta o altri formaggi come ripieno di torte salate e ravioli.

Piselli-semina

piselli: la pianta del pisello è erbacea, glabra ed annuale; presenta un unico stelo, sottile e fragile, la cui lunghezza varia dai 30 cm ai 3 metri. produce baccelli verdi contenenti semi commestibili dal sapore dolce e delicato. Anche i baccelli sono commestibili e aggiunti al minestrone contribuiscono ad arricchirlo ulteriormente di sali minerali. Ottimo anche il brodo preparato solo con i baccelli freschi e teneri.

semina-cime di rapa

cime di rapa:  sono ortaggi facili da coltivare e che non necessitano di particolari cure. Le cime di rapa in realtà sono ricche di nutrienti: contengono moltissimo calcio , vitamina C, vitamina A, vitamina B2, fosforo. Sono una buona fonte di proteine e non a caso nel passato i nostri nonni le utilizzavano, come sostituto della carne. Inoltre sono sono ricche clorofilla, stimolano l’appetito e disintossicano l’organismo.

semina-broccoletti

In semenzaio si seminano le cipolle bianche.

Semina-semenzaio

Consigli per la semina e la germinazione dei semi

  • Seminare a spaglio o a file utilizzando circa 5 grammi di semi per ogni metro quadrato di terreno.
  • Ricoprire i semi con mezzo centimetro di terriccio da semina.
  • Annaffiare frequentemente per mantenere umido il terreno e possibilmente con un irrigatore a pioggia sottile e leggera.
  • Dopo la germinazione dei semi, (1 a 2 -3 settimane) diradare le piantine.
  • Il letto di semina deve essere lavorato a fondo in modo da ottenere un terreno a grana molto fine.

Altre semine di settembre

In questo mese bisogna pensare non solo nell’orto ma anche alle semine di settembre in giardino

Galleria foto di settembre nell’orto

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta