I lavori da fare a marzo nell’orto

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

Sono tanti i lavori da fare a marzo nell’orto per garantirsi un raccolto ottimale nei mesi estivi. Ecco allora quali sono le operazioni da eseguire durante le prime giornate di primavera.

Autore: Goumbik / Pixabay

Le belle giornate sono ormai sempre più frequenti e questo significa che chi ha un orto deve mettersi immediatamente al lavoro. Appena il clima diventa più mite e il sole resta alto in cielo per più ore rispetto all’inverno, infatti, è necessario adoperarsi per portare a termine operazioni essenziali nell’orto.

Vediamo allora quali sono i lavori da fare a marzo nell’orto per garantirsi un raccolto ottimale durante i mesi estivi.

Lavorare il terreno dell’orto

Autore: maxmann / Pixabay

Il terreno dell’orto dovrebbe essere già pronto a marzo in quanto la maggior parte delle operazioni in questo senso dovrebbero essere state svolte tra gennaio e febbraio. Con l’arrivo della primavera, però, è necessario vangare prima delle semine e marzo è il momento più indicato.

In questo periodo si deve anche interrare il concime negli appezzamenti dove si andranno poi a trapiantare gli ortaggi. Questo è di grande importanza dal momento che consente di dare alla terra elementi nutritivi e materia organica a sufficienza per nutrire le piante dell’orto.

A marzo si deve anche rivoltare i cumuli di compost con l’aiuto di un motocoltivatore. Questo procedimento è essenziale in quanto consente di uniformare i materiali e di ossigenare quelli più interni.

Una soluzione di questo tipo permette di favorire anche la decomposizione prima che arrivi il caldo dell’estate.

Pulire e riordinare

Prima di procedere con la semina in campo e con il trapianto bisogna preparare l’orto nel migliore dei modi. Risulta quindi necessario predisporre i vialetti dell’orto e i canali di scolo assicurandosi anche di essere pronti a recuperare l’acqua piovana durante l’estate.

È quindi bene pensare già ora alle tettoie con grondaie, cisterne o bidoni per raccolta dell’acqua piovana.

Tra le cose da fare c’è ovviamente la pulizia dell’orto. In particolare, si devono eliminare le erbe infestanti che si sono radicate in inverno utilizzando magari un estirpatore manuale.

Cure culturali

Durante il mese di marzo è necessario ancora fare attenzione al freddo, perché è ancora possibile assistere a gelate tardive. Per scongiurare l’eventualità che queste danneggino l’orto è allora fondamentale munirsi di una copertura di tessuto non tessuto. Per approfondire, qui trovate i migliori consigli per proteggere dal freddo le vostre piante

Consigliamo di tenere d’occhio le previsioni meteo per essere pronti ad utilizzare il telo se il termometro si abbassa molto soprattutto durante la notte.