Fagiolo coltivazione


fagioli

Il fagiolo, Phaseolus vulgaris, è una pianta erbacea facile da coltivare nell’orto .

fagiolo-coltivazione


Caratteristiche della pianta di fagiolo e dei fagiolini

Il fagiolo è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Fabaceae (Leguminose) proveniente dall’America Tra le tante varietà la più conosciuta è la pianta che produce baccelli immaturi noti come fagiolini.

Il fagiolo è dotato di una radice composta da numerosi noduli che ospitano batteri azoto-fissatori ( capaci di fissare l’azoto atmosferico).

Gli steli erbacei e di colore verde sono ricoperti da numerose foglie di dimensione variabile a seconda della varietà.

Le prime foglie dei fagioli sono semplici, le altre sono foglioline trilobate cuoriformi.

fiori-fagioli

I fiori, riuniti a grappoli in numero da 4 a 10 all’ascella delle foglie, sono di colore per lo più di colore bianco.

fagioli-legumi

Il frutto è un legume pendulo che si diversifica per forma, colore e dimensioni: appiattiti o cilindrici, verdi o gialli, diritti o incurvati.

fagioli-semi-varietà

La forma dei semi è variabile da sferica ad ovale, da cilindrica a reniforme.

fagiolo-coltivazione

Coltivazione del fagiolo

Esposizione: il fagiolo cresce bene nei climi temperati. Ama le posizioni soleggiate. Teme le gelate tardive e le piogge prolungate.

Terreno: preferisce terreni a medio impasto con pH neutro. Il terreno ottimale per la coltivazione dei fagiolini è un terreno fresco, morbido, ricco di humus e soprattutto ben drenato. Un terreno troppo compatto impedisce un buon attecchimento delle radici che in questo tipi di ortaggi risultano essere alquanto fragili e delicate.

Annaffiature: dopo la semina per consentire al seme di germogliare e poi ogni qualvolta la coltura dimostra di richiederle. La frequenza e l’intensità delle irrigazioni varia in relazione al grado di umidità del terreno e generalmente gli apporti idrici vanno effettuati quando il terriccio è asciutto da più giorni. Quando si effettuano le irrigazioni bisogna fare attenzione a non bagnare il fogliame per evitare l’insorgenza di malattie fungine.

Letame

Concimazione: concimazione letamica di base profonda prima dell’impianto delle piantine o della semina in quanto sono ortaggi avidi di nutrienti.  Si concima nel periodo autunnale interrando nel terreno destinato alla semina dei fagiolini del letame maturo o con dello stallatico essiccato. Il quantitativo di concime occorrente è di circa 2,5 kg di concime per ogni metro quadrato di terreno. Successivamente dopo la semina e solo in caso di necessità, si può ricorrere a integrazioni con concimi particolarmente ricchi di fosforo e potassio.

Fagioli-piante

Moltiplicazione del fagiolo

La riproduzione dei fagioli avviene per seme o in cassette oppure in piena terra.

Fagioli-semina

Semina del fagiolo

La semina si effettua in periodi diversi a seconda del clima sia in semenzaio sia in coltura protetta o in pieno campo. Al sud si semina, direttamente nell’orto, a fine inverno; al nord a primavera avanzata. Il periodo più adatto alla semina è il terzo giorno dopo il primo quarto di luna.

semina-fagioli

La distanza di semina varia con le varietà. Nelle varietà nane la distanza tra le file è circa 60 cm, 7 -8 cm sulle file. Le varietà rampicanti richiedono 1 m tra la fila e 20 cm sulla fila.
In entrambi i casi la profondità di semina è di 4 -5 cm. Dopo la semina è consigliabile effettuare una rullatura del terreno.

fagioli-semina-dimora

Epoca e periodo di semina

La semina del fagiolo si può fare da aprile alla fine di luglio- primi di agosto. Le semine primaverili vanno bene per tutte le varietà. La quantità di seme per ettaro è di circa 100- 200 Kg di seme.

fagiolini

Raccolta dei fagioli

I fagiolini e i fagioli freschi vanno raccolti quando sono teneri.

fagioli-raccolta-manuale

Il mangiatutto si raccoglie non appena il baccello tende ad ingrossarsi. La raccolta manuale e scalare a seconda delle varietà si protrae da maggio a settembre.

fagioli-essiccazione

I fagioli da granella secca si lasciano essiccare sulle piante e poi successivamente sgranati.

Conservazione

I fagioli essiccati vanno conservati in luoghi idonei arieggiati ed asciutti e periodicamente controllati perchè soggetti al tonchio, un insetto di colore cinereo. I fagiolini raccolti possono essere conservati in frigorifero per circa una settimana. Se si intende conservarli per l’inverno , vanno  puliti freschi, privati del picciolo, lessati per un paio di minuti circa, poi surgelati e consumati nel giro di 6-7 mesi circa.

afidi-fagiolo

Parassiti e malattie del fagiolo

Tra i parassiti animali che attaccano il fagiolo ricordiamo : il Tonchio, gli afidi, la cecidonia, le cimici, la tripide, l’altica, il ragnetto rosso che si combattono naturalmente con piretro o con soluzione di sapone, chimicamente con prodotti vari. La nottua, che attacca il colletto, si combatte con collari di cartone o esche avvelenate.

Tra le crittogame ricordiamo la muffa grigia , il mal del piede e l’antracnosi. L’antracnosi si manifesta con macchie circolari sulle foglie e si combatte con composti a base di rame e calcio. Tra le avversità più temibili ricordiamo il Virus del Mosaico che si manifesta con pustole gialle sulle foglie e le piante colpite vanno estirpate e bruciate.

lumaca

Infine il fagiolo teme l’attacco dei topi e delle lumache.

Fagioli-piante

Cure del fagiolo

Le cure colturali si basano sulle scerbature per eliminare le erbe infestanti e zappature per arieggiare il terreno.

Fagiolo-pianta-cure

Varietà di fagiolo

I fagioli hanno portamento diverso a seconda delle varietà. I fagioli si dividono in fagioli mangiatutto noti come fagiolini  possono essere a baccelli verdi e gialli e fagioli da sgusciare.

Tra i mangiatutto a baccello giallo ricordiamo il Meraviglia di Venezia a grano bianco, neo oppure grigio; fra quelli a baccello verde il Contender nano, Il bobby nano, l’Harvester nano.

Tra i rampicanti da sgusciare celebri i Borlotti LamonVigevano lo Spagna a grano bianco e lo scozzese. Tra i nani il Borlotto Lingua di fuoco e l’Ania.

I nani sono i più adatti alla coltura di pieno campo. I rampicanti si prestano bene alla coltura ortense dove la raccolta è scalare e manuale.

fagioli -varietà

Informazioni utili sui fagiolini

I fagiolini freschi sono una fonte di vitamine e di sali minerali. Contengono soprattutto vitamina A, vitamina C, potassio, ferro, fosforo e soprattutto calcio tutti elementi indispensabili per il nostro benessere e il buon funzionamento del nostro corpo.

Le proprietà benefiche dei fagiolini sono legate anche al loro contenuto di antiossidanti, betacarotene e luteina, sostanze che proteggono il nostro corpo  dall’azione nociva dei radicali liberi, riparano la vista e la pelle dall’invecchiamento precoce. Gli antiossidanti e i flavonoidi presenti nei fagiolini sono inoltre benefici per il cuore e per la circolazione.

fagiolini-puliti

Calorie dei fagiolini

I fagiolini sono ortaggi molto digeribili adatti a qualunque regime dietetico e sono poco calorici.

100 grammi di fagiolini bolliti apportano al nostro organismo circa 35 Calorie.

Galleria foto fagioli



Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta