Agrumi d’inverno: un concentrato di vitamine

Gli agrumi, come moltissime coltivazioni, hanno una storia secolare e le loro origini sono da collocare con molta probabilità nelle terre del Sol Levante. Pervenuti a noi dal lontano oriente erano già noti agli antichi Romani che conoscevano da tempo il limone e ne facevano largo uso nei loro banchetti luculliani traboccanti di ogni bontà. Piante tipicamente marittime hanno trovato condizioni climatiche perfette soprattutto sulla costa dove il mare e il sole caldo hanno contribuito alla loro diffusione da oltre 1000 anni.

Citrus

Con l’arrivo della stagione più fredda i colori caldi e le foglie rigogliose dei tipici frutti autunnali lasciano il passo a quelli dai colori brillanti, resistenti alle basse temperature e dalle mille proprietà benefiche. L’inverno è la stagione degli agrumi, i cui colori accessi e luminosi ci riportano con la mente al bel sole estivo e alle calde giornate primaverili. Sono i protagonisti della tavola da gennaio a marzo e la loro coltivazione è notevole soprattutto nelle zone costiere.

Citrus


Leggi anche: Spaghetti agli agrumi

Un concentrato di vitamine

Limoni, arance, cedri e mandarini oltre ad innesti come i delicati mandaranci profumano le nostre case con i loro mille usi. Da mordere e gustare a colazione per iniziare la giornata con il pieno di energie o in succo per un sano spuntino mattutino. Il loro uso è frequente anche nella preparazione di molti dolci tipici natalizi, il cui profumo inebriante di scorza appena grattugiata dona l’inconfondibile tocco agrumato per un risultato eccellente ed impeccabile.

Gli agrumi in tutte le loro varianti appartengono al genere “citrus” e oltre alle ben note arance e i profumati limoni, rientrano in questa classificazione anche i pompelmi, i mandarini ed il bergamotto. Sono note per essere delle piante sempreverdi con foglie di un eccellente verde brillante e lucente dalle quali si possono ricavare preziosi olii essenziali da utilizzare in cosmetica o come profumatori per l’ambiente.

I fiori sono piccoli e belli da vedere, composti da cinque petali e dall’inconfondibile colore bianco, sono fonte di attrazione per molti insetti che ne succhiano avidamente il nettare odoroso utile all’impollinazione.

Citrus

Tipi di agrumi

La famiglia degli agrumi ospita una vasta categoria di frutti molti simili tra loro, talvolta originati da innesti che hanno dato vita a nuove tipicità che sono ormai diventate di uso frequente in tante preparazioni. Tra i più noti spiccano l’arancio ed il limone, ma trovano un posto di privilegio in cucina anche il pompelmo ed il bergamotto. Vediamo quali sono gli arbusti più noti e quali le loro caratteristiche:


Potrebbe interessarti: 10 piante che fioriscono in inverno

Il limone (Citrus limon)

Tra gli agrumi più famosi al mondo le sue origini sono piuttosto incerte. Come per altri affini pare sia stato coltivato per la prima volta in Cina sotto la dinastia Song, ma è ben nota la sua diffusione sulle pantagrueliche tavole degli antichi romani che già conoscevano questo prodotto di cui ne facevo largo consumo sotto forma di bevanda o condimento per succulenti piatti a base di carne.

E’ intorno al 700 d.C. che trova la sua massima diffusione in Medioriente nelle terre di Persia ed Egitto, dove ebbe una fiorente coltivazione ben tutelata dalla popolazione araba, mentre in Italia avvenne intorno all’anno 1000 e precisamente in Puglia dove le fertili terre del Gargano fornirono l’habitat perfetto per la coltivazione di questo prezioso agrume. Molti dipinti pompeiani e persino dei mosaici ritrovati nei pressi di Cartagine ritraggono il limone in tutta la sua bellezza e ne confermano l’esistenza già in quell’epoca.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Limone

L’arancio dolce (Citrus sinensis)

E’ tra gli agrumi l’albero da frutto più diffuso ed appartiene alla grande famiglia delle Rutacee ed è tra gli innesti più antichi essendo il risultato di un incrocio risalente ad oltre 4000 anni fa tra il pomelo e il mandarino. Anche l’arancio dolce, come il limone proviene dal sud-est asiatico ed è giunto in Europa solo nel tardo XVI secolo grazie a condottieri portoghesi di rientro da rotte commerciali.

Arancia

L’arancio (Citrus aurantium)

Anche l’arancio amaro è un antico ibrido, e si differenzia dall’arancio dolce per la struttura degli arbusti che appaiono più spinosi nel tronco e dalle foglie più scure. Rispetto all’arancio tradizionale preziosi sono gli olii essenziali estratti dalla buccia, che appare più vivida e dal profumo più intenso. Conosciuto anche con il nome di melàngolo grazie agli arabi ha trovato larga diffusione in Sicilia dov’è tutt’ora una delle coltivazioni più proficue della regione.

Arancio

Il mandarino (Citrus reticulata)

Il mandarino è uno dei tre agrumi originali appartenenti al genere citrus insieme al cedro ed al pomelo ed è dagli incroci con questo succoso frutto che sono nati quasi tutti gli altri agrumi che oggi consumiamo.

Recentemente affermato come cultivar d’eccellenza ricopre un ruolo fondamentale nel commerci di agrumi oltre che nella sua versione originale anche per deliziose varietà come la clementina. Pianta di medie dimensioni, i suoi rami possono raggiungere i quattro metri d’altezza e si caratterizza per arbusti resistenti e compatti e delle foglie estremamente profumate. Il frutto è di piccole dimensioni, di forma sferica ed ospita una polpa arancio chiaro, dolce e succosa.

Mandarino

Il cedro (Citrus medica)

Profumato e resistente il cedro è un arbusto sempreverde dai fiori grandi e di colore bianco. I frutti possono raggiungere dimensioni importanti e la buccia si presenta solitamente verde chiaro o giallo pallido ed è facilmente riconoscibile per essere spessa e ruvida.

Conosciuto in Italia già in tempi antichi fu Plinio a classificarlo in botanica con la nomenclatura di “mela assira“. Il profumo intenso e le molteplici proprietà organolettiche lo hanno reso un valido prodotto da gustare non solo a tavola, ma adoperato in cosmesi e medicina grazie alle sue potenti capacità repellenti per insetti pericolosi.

CEDRO

La limetta o lime (Citrus aurantifolia)

Agrume di piccole dimensioni e dal gradevole profumo spiccatamente acidulo è noto ai più nella consueta pronuncia inglese di “lime“. La limetta, questo il nome completo in italiano, è un arbusto odoroso dai frutti piccoli e rotondi e facilmente riconoscibili per la buccia verde brillante e molto sottile. E’ un arbusto che gradisce il clima tropicale ed è per questo che si è sviluppato molto poco sulle coste del Mediterraneo ed ha trovato il suo habitat perfetto in Messico, in molti paesi dell’America Latina e nelle isole caraibiche.

Agrumi d’inverno: un concentrato di vitamine

Il pompelmo

Il pompelmo è un ibrido molto antico e si caratterizza per la sua tipica forma tondeggiante la cui buccia spugnosa, chiamata albedo, lo rende facilmente riconoscibile. Proveniente con molta probabilità dalle coste dell’Asia sudorientale ha trovato terreno fertile anche in America Centrale ed oggi si coltiva in tutto il mondo. In Italia ha trovato larga diffusione sulle coste siciliane e della soleggiata Campania.

Pompelmo

Benefici e usi degli agrumi

Gli agrumi in tutte le loro varietà sono i frutti più consumati durante la stagione invernale soprattutto per le note proprietà rinvigorenti e curative in caso di malanni da raffreddamento e influenza. Perfetti per combattere tosse e raffreddore soprattutto se assunti spremuti in bevande calde addolcite con miele, si rivelano ottimi rimedi naturali anche in caso di stomatiti, gengiviti e infezioni frequenti del cavo orofaringeo.

Si possono consumare in mille modi, dalla classica spremuta salutare dove si possono unire i succhi di più varietà per un concentrato multivitaminico alla lavorazione della polpa per la preparazione di marmellate, gelatine e composte. La buccia si rivela preziosa e fondamentale nella preparazione di dolci, creme e dessert, ottima grattugiata per profumare deliziosi biscotti di pasta frolla o candita per decorare e farcire soprattutto i dolci della tradizione natalizia.

Canditi

Agrumi d’inverno: foto e immagini

Raffaella Gambardella
  • Laureata in Lingue Straniere per la Comunicazione Internazionale
  • Docente di Lingua Spagnola
  • Autore specializzato in Ricette, Cucina, Fotografia
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.