Moluccella laevis – Campanella d’Irlanda


 

Campanella d’Irlanda-Moluccella


La Moluccella laevis chiamata volgarmente Campanella d’Irlanda è una pianta erbacea annuale coltivata a scopo ornamentale nei giardini e in vaso ed è anche apprezzata per l’utilizzo dei fiori secchi nelle composizioni fiorali miste.


Caratteristiche generali della Moluccella laevis- Campanella d’Irlanda

La Moluccella laevis è una pianta erbacea della famiglia delle Lamiaceae originaria della dell’Eurasia.

Si tratta di una pianta annuale di dimensioni contenute, alta dai 50 ai 60 cm. E’ provvista di una radice fascicolata mentre la parte aerea o è formata da 3-4 fusti cilindrici eretti di colore verde schiaro con piccole spine taglienti al tatto. Lo stelo centrale è il più lungo, misura circa 80 centimetri e viene chiamato capoceppo.


Leggi anche: Piante e fiori IKEA 2020: arredare con amore

Le foglie sono numerose e molto particolari avvolgono gli steli per tutta la loro lunghezza. Sono opposte, ovate, con bordi o margini dentellati. Le lamine fogliari sono avvolte a formare tanti piccoli conetti di colore verde chiaro con varie nervature bianche che si intersecano tra loro formando una specie di mosaico. Le foglie emanano un gradevole profumo di vaniglia o limone.

Moluccella laevis-fiori

I fiori si sviluppano all’interno delle foglie formando lunghe infiorescenze a spighe. Sono piccoli con due labbra inferiori bianche e uno superiore bianco-rosato o rosa. Il calice molto vistoso e campanulato è di colore verde. Anche i fiori, come le foglie, hanno caratteristico profumo di limone vanigliato.

I semi sono piatti, triangolari e di colore marrone chiaro in piena maturazione, si autoseminano  e possono essere raccolti e conservati per la semina nell’anno successivo.

Fioritura

La Moluccella laevis fiorisce in estate, dal mese di giugno fino a tutto luglio.

Moluccella laevis-coltivazione

Coltivazione della Moluccella laevis – Campanella d’Irlanda

Esposizione

E’ una pianta semirustica che ama i climi estivi freschi. va coltivata  in un luogo soleggiato per molte ore del giorno ma ben riparato dai venti forti.

Terreno

Cresce bene in qualunque tipo di terreno purchè ben drenato, fresco e moderatamente ricco di nutrienti.


Potrebbe interessarti: Campanella bianca coltivazione

Annaffiature

E’ una pianta che predilige i terreni umidi quindi va irrigata per tutto il ciclo vegetativo, soprattutto in estate e nei periodi siccitosi, facendo attenzione però ai ristagni idrici che potrebbero causare seri danni alle radici. Scarsi apporti idrici potrebbero essere causa di una stentata crescita della Moluccella mentre gli eccessi provocherebbero l’eccessivo allungamento degli steli con conseguente sfilatura. Per evitare l’insorgenza di fisiopatie è consigliabile evitare di bagnare le foglie.

Concimazione

La campanella d’Irlanda è una pianta che come detto precedentemente non ama i terreni molto fertili e soprattutto non tollera quelli troppo ricchi di azoto per cui la concimazione di copertura si effettua somministrando un concime granulare a basso titolo in azoto e a più alto titolo in potassio tipo (13:17:17) utile quest’ultimo per migliorare la qualità degli steli.

Moluccella: coltivazione in vaso

Questa pianta si adatta anche ad essere coltivata in ciotole o fioriere molto larghe riempite con un substrato ben drenante specifico per vaso. Va collocata in una zona del balcone o della terrazza parzialmente ombreggiata se il clima estivo è eccessivamente calda e va irrigata con maggiore frequenza rispetto a quella coltivata in piena terra. Va concimata una sola volta con un fertilizzante povero in azoto (N) e a più alto titolo in potassio (K).

Moltiplicazione della Moluccella laevis

La riproduzione avviene per seme.

Semina

Si effettua in semenzaio caldo ( 18° C) nel mese di febbraio e direttamente in piena terra in primavera, tra marzo e aprile quando le temperature minime non scendono sotto i 12° C. Se la temperatura è quella ideale, i semi germineranno nel giro di 2 -3 settimane. Le nuove piante di Moluccella così ottenute vanno fatte irrobustire per altre 3 settimane e poi trapiantate in giardino o in vaso.

Moluccella-laevis

Impianto o messa a dimora

La Moluccella teme il freddo e per tale motivo va messa a dimora in piena terra quando il periodo delle gelate tardive è del tutto scongiurato: a maggio nelle regioni settentrionali in Aprile in quelle con clima primaverile mite.

Il terreno destinato alla coltivazione deve essere lavorato fino a 30 centimetri di profondità. per realizzare bordure molto ricche le piante vanno messe in buche distanti 20 cm sulle file e circa 50 cm tra le file. Dopo il trapianto vanno annaffiate per favorire l’attecchimento della radice nella nuova dimora e poi regolarmente quando il terreno tende ad asciugarsi.

Raccolta dei fiori della Moluccella laevis

La raccolta dei fiori si effettua raccogliendo prima lo stelo principale e poi via via quelli laterali oppure oppure estirpando l’intera pianta dal terreno.

Dopo la raccolta gli steli vanno ripuliti dalle foglie che formano il ciuffo apicale e da quelle situate vicine alle campanelle floreali. I fiori appena raccolti vanno messi subito in acqua oppure essiccati.

Come essiccare i fiori di Moluccella

I fiori di questa deliziosa pianta sono molto decorativi anche secchi. Ecco come fare.

Prima della maturazione dei semi, si recidono alla base del terreno i gambi dei fiori; si uniscono in mazzi; si legano con dello spago e poi si mettono appesi in un luogo asciutto e ben ventilato. Quando avranno perso tutta l’umidità e hanno una consistenza cartacea possono essere utilizzate per abbellire la casa insieme ad altri fiori secchi.

Potatura

La Moluccella è una pianta annuale e pertanto non si pota.

Parassiti e malattie della Moluccella laevis

E’ una pianta che sensibile alle malattie fungine o crittogame, agli attacchi degli afidi e del ragnetto rosso un piccolo acaro che tesse le sue ragnatele sottili tra le campanelle. Teme il marciume delle radici se il terreno non è drenante.

Cure e trattamenti

Va liberata costantemente dalle erbe infestanti che si sviluppano sulle file e tra le file per evitare l’impoverimento del terreno di coltivazione e per non compromettere la fioritura.

I trattamenti fitosanitari devono essere ciclici e continui con prodotti a base di insetticidi ed anticrittogamici specifici per evitare seri danni alle piante e alle altre fioriture presenti in giardino.

Usi della Moluccella

Questa pianta dal portamento elegante e decorativo è adatta alle bordure dei giardini privati, dei parchi pubblici e anche nelle rotatorie urbane. Viene utilizzata soprattutto per la produzione dei fiori recisi largamente impiegati nella realizzazione di  bouquet e stupende confezioni floreali fresche o essiccate, adatte anche per ricevimenti e cerimonie.

Proprietà medicinali della Moluccella laevis

Come l’arnica, la salvia, il timo, l’aloe, etc., anche la Moluccella è una pianta vulneraria ovvero capace di favorire la cicatrizzazione delle ferite e delle piaghe lenire il dolore causato dalle cefalee e ed è anche ricostituente.

Nei Paesi orientali viene utilizzata per insaporire pietanze, preparare liquori e come erba medica per curare le ernie.

Moluccella

Nomi comuni della Moluccella laevis

Questa splendida pianta ornamentale ha molti nomi comuni ,infatti viene chiamata:

  • Campana d’Irlanda
  • Campana irlandese
  • Berretto da notte della  cameriera
  • Fiore conchiglia

Moluccella laevis nel linguaggio dei fiori

Nel linguaggio dei fiori e delle piante la Moluccella è considerata una pianta portafortuna e per questo motivo rappresenta un regalo graditissimo da chi la riceve.

Nome inglese della Moluccella laevis

In Inghilterra la pianta viene chiamata Bells of Ireland a causa del colore verde trifoglio dei suoi fiori.

La Moluccella è velenosa?

E’ una pianta innocua per l’uomo e per gli animali domestici.

Curiosità

Il nome del genere Molucella o Moluccella, sembra che sia riferito erroneamente riferito alle  isole Molucche dell’Indonesia.
L’epiteto specifico laevis si riferisce all’aspetto degli steli e delle foglie prive di peli o rugosità.
La Moluccella anche se poco conosciuta viene coltivata in Europa fin dal 1570.

Galleria foto Moluccella laevis

Laura Bennet
  • Scrittore e Blogger

Commenti: Vedi tutto

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.