Mazus reptans – Mazus

Mazus-reptans

La Mazus reptans è una  pianta erbacea strisciante-tappezzante adatta ad essere coltivata nei giardini rocciosi, nei panieri sospesi e anche come diserbante naturale.

Caratteristiche generali della Mazus reptans

Il genere Mazus della famiglia delle Scrophulariaceae o Phrymaceae, conta circa 20 specie di piante erbacee perenni diffuse allo stato rustico prevalentemente nelle zone dell’Himalaya. Tra le tante specie quella più diffusa e coltivata nei giardini rocciosi del nostro Paese è senza dubbio: il Mazus reptans.

Si tratta di una pianta a portamento tappezzante con radice fascicolata stolonifera; fusti erbacei eretti ascendenti, striscianti o prostrati con peli semplici e minute ghiandole. Dalle ascelle fusti emettono numerosi stoloni striscianti derivati dalle ascelle delle foglie oppure i fusti sono radicanti ai nodi.


Leggi anche: 10 piante da balcone perenni: un’affascinante fioritura

Le foglie, lunghe circa 1,5 centimetri, sono alterne semplici, lanceolate, dentate ai margini, di colore verde brillante talvolta bronzee.

I fiori, simili a bocche di leone, sono di colore blu-malva con delle macchioline bianche o dorate vengono impollinati dagli insetti e dal vento.

I frutti sono piccoli acheni indeiscenti contenenti numerosi semini.

I semi sono piccolissimi e leggeri, vengono disseminati a parecchi metri di distanza dal luogo di produzione dal vento (dispersione anemocora) oppure da insetti tipo formiche (disseminazione mirmecoria), a parecchi metri di distanza dal luogo di produzione.

Fioritura

La pianta di Mazus produce una fioritura abbondante e continua dalla primavera  all’estate.

Mazus-reptans

Coltivazione della Mazus

Esposizione

Questa pianta adatta anche come bordura da laghetto cresce bene alla penombra tuttavia non disdegna il sole se riparata dai raggi diretti dei mesi estivi. E’ resistente al freddo e non teme il gelo, solitamente sopravvive a temperature fino a -20° C, e anche se perde le foglie a causa del congelamento non bisogna preoccuparsi più di tanto in quanto nelle primavera successiva la Mazus riprenderà il suo normale ciclo vegetativo emettendo nuovi rametti vigorosi.

Terreno

La Mazus vegeta bene in qualunque tipo di terreno ma per svilupparsi al meglio predilige quello argilloso, umido, fertile e a pH neutro.


Potrebbe interessarti: Piante da balcone soleggiato: quelle resistenti ad un’estate caldissima

Annaffiature

E’ una pianta che ama il terreno umido quindi va regolarmente irrigata durante tutto il periodo di vegetazione, specialmente nei mesi estivi. In inverno la pianta coltivata in piena terra si accontenta delle piogge mentre va ricordato che quella allevata in vaso va annaffiata saltuariamente  ma con regolarità al fine di mantenere il terreno appena umido.

Concimazione

In primavera per favorire la ripresa vegetativa basta somministrare alla base della pianta del fertilizzante organico bilanciato a lento rilascio. In autunno, invece, per mantenere al caldo le radici durante i mesi invernali è utile un pacciame organico. Vanno evitati i fertilizzanti che potrebbero bruciare le morbide foglie verdi quando possibile. Raccomando opzioni granulari a rilascio lento. Trasmetti il ​​fertilizzante granulare usando uno spargitore e annaffialo per eliminare la polvere dalla pianta.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Mazus: coltivazione in vaso

Questa pianta rustica e versatile si coltiva facilmente in vasi o in panieri sospesi purchè di dimensioni adeguate alla crescita delle radici e soprattutto della parte aerea.

Rinvaso

Va fatto quando la Mazus soffoca per mancanza di spazio e le radici fuoriescono dai fori del vaso. Va utilizzato un contenitore più largo del precedente e va rinnovato completamente il terriccio.

Moltiplicazione del Mazus

La riproduzione avviene per seme e molto facilmente per talea di steli e divisione dei cespi.

Semina

In primavera o in autunno si stratificano su un substrato specifico mantenuto umido fino alla comparsa dei teneri germogli. Le piantine vanno lasciate irrobustire e poi trapiantate a dimora.

Riproduzione per talea

Si può praticare tutto l’anno prelevando talee lunghe di circa 8 centimetri da rametti o steli striscianti sani e vigorosi. Le talee, prelevate con cesoie ben affilate e disinfettate, vanno messe a radicare in un mix di terriccio argilloso mantenuto sempre umido fino a quando gli apici iniziano ad allungarsi mettendo nuove foglie.

Gli steli auto-radicali di Mazus reptans si diffonderanno naturalmente da soli. Ma se desideri propagare, le talee o la divisione sono le tue migliori scelte. Può anche essere seminato da seme in primavera o in autunno.

Propagazione per divisione dei cespi

Questa tecnica di propagazione agamica viene praticata all’inizio della primavera periodo in cui la pianta si risveglia dal riposo invernale e inizia a produrre nuovi germogli. Si estrae dal terreno una pianta ben sviluppata e la si divide a metà. Ciascuna porzione provvista di radici va poi subito ripiantata in una nuova posizione o anche in vaso.

Impianto o messa a dimora

Le talee che hanno radicato o le piantine acquistate in vivaio possono essere messe a dimora  in qualsiasi momento dell’anno anche è consigliabile effettuare la piantumazione in primavera, in marzo-aprile, nel terreno ben lavorato, fresco, umido e soffice per favorire l’attecchimento delle radici. Per un effetto tappezzante fitto e compatto occorrono 9 piantine al m2. Si ricorda anche che la propagazione vegetativa per talea e divisione dei cespi non solo è semplice da praticare ma va effettuata anche se si desidera ottenere esemplari nuovi identici a quelli originali e sostituire quelle che invecchiano con il passare degli anni.

Potatura

La potatura è importante se si vuole favorire l’emissione di nuovi getti. Si tagliano i rametti secchi, quelli disordinati o quelli che tendono a soffocare quelli più interni. La potatura di contenimento o di ringiovanimento risulterà facile ed agevole se si effettua con un tosaerba impostando l’altezza del taglio tra 2,5 /3. Gli steli potati di Mazus reptans si possono essere utilizzati per riprodurre nuove piante.

Parassiti e malattie della Mazus

Mazus-radicans-fioritura

E’ una pianta rustica resistente alle avversità ma sensibile agli attacchi delle lumache parassiti che si cibano delle sue foglie, soprattutto di quelle più tenere.

Cure e trattamenti

Come altre varietà di tappezzanti anche la pianta di Mazus non ha bisogno di cure particolari. Non ha bisogno neanche di trattamenti chimici e le lumache possono essere allontanate manualmente o tenute a bada con apposite esche.

Varietà di Mazus

Mazus reptans ‘Blue’

La Mazus reptans ‘Blue’ è un’erbacea tappezzante di piccole dimensioni infatti, solitamente, nel pieno vigore vegetativo, non supera i 5 centimetri di altezza. Dal rizoma strisciante vengono prodotti numerosi steli con foglie ovate-dentate disposte a rosetta. In Primavera-autunno produce fiori blu con piccole macchie, centrali di colore giallo. Viene impiegata come tappezzante anche nei giardini delle regioni settentrionali in quanto molto resistente al gelo. E’ perfetta anche per realizzare bordure lungo i laghetti.

Mazus-radicans

Mazus radicans

Una varietà originaria della Nuova Zelanda, alta 5 cm che in pieno vigore vegetativo forma cespi larghi 30 cm o più. Emette numerosi stoloni sotterranei e vari rami striscianti sul terreno ricoperti da foglie brunastre aventi forma ovata, margine dentato e lievemente peloso.

Da Giugno ad Agosto produce tanti fiori con un labbro bianco e uno giallo. Il labbro inferiore ha lobi arrotondati. Il calice dei fiori è bianco violaceo esternamente e viola intenso internamente. Dai fiori impollinati dalle api e da altri insetti pronubi si originano i frutti delle piccolissime capsule ellissoidi rosse o rosate contenenti semi che se utilizzati freschi nel terreno permanentemente umido germinano in brevissimo tempo dando vita a tante nuove piantine.

Mazus pumilio

Questa varietà nota comunemente come mazus palustre , è una pianta erbacea perenne a originaria dell’Australia orientale, della Tasmania e della Nuova Zelanda. Per il suo portamento prostrato, la velocità di crescita e la resistenza alle avversità viene coltivato come pianta ornamentale tappezzante. Si può facilmente riprodurre per divisione dei cespi, in aprile o in settembre.

Usi

Le piante di Mazus sono apprezzate come copertura del terreno dei giardini umidi o giardini rocciosi, per realizzare bordure fiorite anche tra le fessure dei lastricati soggetti a calpestio e in  vaso. Le piante di Mazus sono anche ottime come diserbanti naturali infatti impediscono lo sviluppo delle erbe infestanti.

Curiosità

I Fiori delle Mazus vengono chiamati cupflowers per la loro forma tubolare simile a una tazza.

Galleria foto piante tappezzanti

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica